Cipro, non solo mare

Sei giorni a Cipro tra mare, città e siti archeologici

  • di unavaligiaperdaniela
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

1/2) 16 E 17 GIUGNO: MILANO – LARNACA

Larnaca - Nissi BeachAyia NapaKonnos BayCapo GrecoParalimni

Partenza da Linate il 16 giugno ore 17, scalo di qualche ora a Roma e arrivo a Larnaca alle 3 ora locale (+ 1 h rispetto all'Italia) con una mezz'ora di ritardo. Ritiriamo senza problemi la macchina al banco della Sixty affiliata alla compagnia locale Get Your Car dove abbiamo prenotato una macchina tramite il collaudato sito Europe Car. Siamo abbastanza stanchi perché sull’aereo abbiamo dormito quasi niente e allora ci fermiamo nel parcheggio dell’aeroporto a dormire in macchina un paio d’ore. Alle 6 infatti decidiamo di iniziare il nostro viaggio e dopo aver infilato costume e pantaloncini (il sole si inizia a sentire già alla mattina presto) ci dirigiamo verso la costa, direzione est, dove abbiamo individuato le migliori spiagge per trascorrere questo primo giorno a Cipro all’insegna del mare e… del riposo.

La prima tappa prevista è la spiaggia di Makronissos, ma decidiamo, vista la stanchezza, di dirigerci subito a Nissi Beach che dista pochi km più avanti. Arriviamo alle 8 di mattina, la spiaggia è deserta.

Acquistiamo subito un ombrellone e dopo un bagno rinfrescante ne approfittiamo per dormire un’oretta. Quando ci svegliamo vediamo che la spiaggia si incomincia ad animare, del resto è domenica. Nonostante la gente è proprio una bella spiaggia con sabbia fine e acqua cristallina.

La mattina trascorre tra sole e bagni; facciamo anche una passeggiata sul lembo di terra davanti alla spiaggia dove si gode del bel panorama della spiaggia e da dove un gruppo di persone si tuffa dall’alto di una roccia. Nel primo pomeriggio siamo cotti dal sole anche perché il piacevole venticello che ci accompagna per tutta la giornata non ci permette di tenere aperto l’ombrellone; lasciamo la oramai affollata spiaggia e ci dirigiamo verso Konnos Bay.

Anche questa baia è spettacolare con acque azzurre e spiaggia di sabbia ma ci limitiamo a fotografarla perché preferiamo fare una sosta a Capo Greco. Qui il mare è meraviglioso, di un blu intenso: non c’è sabbia ma rocce e si accede al mare percorrendo alcuni scalini nella roccia. L’acqua è limpidissima e c’è molta meno gente visto che non c’è sabbia e l’accesso al mare è limitato. Prima di risalire in macchina facciamo una passeggiata tra le rocce e ci rinfreschiamo con una spremuta d’arancia.

Ci dirigiamo quindi verso Paralimni dove abbiamo prenotato una camera attraverso booking. Grazie al navigatore arriviamo al Sotia Art Rooms senza problemi ma, una volta davanti a casa, non riusciamo a trovare le chiavi che la proprietaria ci ha lasciato dandoci le istruzioni per messaggio. Chiamiamo la signora che ci fa trovare le chiavi all'interno di un armadietto di legno posto nel retro della casa... non ci saremmo mai arrivati da soli!

La sistemazione è una camera all'interno di una grande e spaziosa abitazione molto ben arredata. Dalla prenotazione non avevamo capito che c'erano altre due stanze e che gli ospiti condividono i due bagni e la grande sala con cucina e terrazzo. La nostra perplessità decade dal momento che appuriamo che la casa è molto ben tenuta, pulita e attrezzata. Inoltre scopriamo poi che siamo gli unici ospiti e la casa è tutta per noi. Dopo le docce e un po' di riposo usciamo per cena. Ci dirigiamo a Ayia Napa che sappiamo essere un po' la Rimini di Cipro. In effetti il centro è pieno di locali e abbastanza movimentato. Ci sono locali ispirati ai Fliston, a Guerre stellari, ai Pirati, a Titanic..

  • 844 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social