Cipro, casa dolce casa...

Ritorno sull'isola per un viaggio nell'ospitalità e nella cultura locale

  • di 19Simone80
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Importante: Poiché sono in uso le prese a tre spinotti di tipo inglese, è necessario l’utilizzo di un adattatore per poter usare le apparecchiature elettriche.

Curiosità: Nell’intera isola, le auto viaggiano nel senso di marcia opposto al nostro, come in Inghilterra o Malta.

Questa estate la meta prescelta è una località a noi nota, ovvero l’isola di Cipro.

Partiamo entrambi (Roby e Simo) il giorno 4 dall’aeroporto di Linate, con volo AirBerlin schedulato alle ore 8:30, destinazione Paphos, con un unico scalo a Vienna.

Nel primo pomeriggio (circa alle 14:00) giungiamo nel secondo scalo Greco-cipriota, e attendiamo la navetta che ci porterà agli uffici della compagnia di noleggio auto KEM, in un’area separata ma prossima all’aeroporto. Lì prendiamo possesso dell’auto, una Suzuki Swift (city car che si è rivelata sufficientemente agile anche su percorsi abbastanza scoscesi dell’entroterra, in prossimità dei monti Troodos; degni di nota anche i consumi non eccessivi) che ci accompagnerà per l’intero soggiorno, ovvero fino al 18 (rientro in Italia del mio amico Simone) mentre io (Roberto) lascerò l’isola il 10 agosto.

Scesi a terra veniamo avvolti dal “mantello” di calore tipico di questo luogo, lo avvertiamo maggiormente per via del clima di Milano, quest’anno stranamente mite e non eccessivamente caldo. Fortunatamente l’aria condizionata dell’auto ha funzionato perfettamente.

Il soggiorno mi è stato gentilmente offerto dal mio amico Simone, che ha avuto l’ottima intuizione di investire in quest’isola, acquistando un modesto bilocale, vista “mare e monti”, corredato di tutti i comfort, in località Peyia (o Pegeia), poco lontano dalla nota Coral Bay e dalla città di Paphos.

La cittadina di Peyia è molto pittoresca, la municipalità è la 9^ per grandezza di Cipro e la 3^ del distretto di Paphos, il territorio comunale infatti è racchiuso tra mare e montagne e racchiude Coral Bay, Sea Caves ed Agios Georgios, proprio al confine con la Penisola di Akamas. La cittadina vanta numerosi ristoranti, taverne e pub oltre a tre supermercati e diversi Kiosk lungo la strada statale, inoltre vi sono anche due farmacie, servizio medico 24h e dentisti, oltre alle banche.

Giovedì 4

Raggiungiamo l’appartamento a Peyia in meno di un’ora dall’aeroporto di Paphos. Passeremo queste poche ore pomeridiane nei dintorni, anche per via della stanchezza del viaggio, essendo svegli dalle 5 del mattino...

Decidiamo di fare piccole compere per la cena (che faremo a casa) e per la colazione. Da rilevare la catena Papantoniou che possiede diversi supermercati nella zona, ma anche piccoli negozi di Bakery (panificio e pasticceria). Il centro commerciale più vicino è a Paphos, il “King Avenue Mall” con i supermercati Carrefour e Jumbo (negozio di casalinghi e bricolage, fornitissimo e molto conveniente), ed una notevole passerella di negozi, nonchè area food con gli immancabili KFC, Burger King e altri.

Venerdì 5

Il primo giorno decidiamo di trascorrerlo nel visitare l’area di Peyia e Paphos; nei miei viaggi precedenti avevo visitato solo Kato Paphos, e la spiaggia della Coral Bay, mentre Simo si può dire che conosce questi luoghi ormai come le sue tasche, infatti è proprio lui a mostrarmi le “Sea Caves” (in prossimità della Coral Bay) ovvero delle piccole cave naturali nella roccia che si gettano nel mare azzurro. Visitiamo anche il relitto della nave Edro III battente bandiera della Sierra Leone, oggetto di molte foto “insolite” che possono essere fatte in questo luogo. La nave da carico misura oltre 80 metri e trasportava cartongesso, si è arenata nel Settembre 2011, la nave è stata svuotata di tutto il petrolio e del carico, poggia su rocce ad una angolazione di circa 12°. L’imbarco sulla nave non è consentito in quanto è pericoloso ma comunque meta di pellegrinaggi

  • 10444 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social