Cipro, un'isola da scoprire

Vacanza fai da te... e poi cinque giorni in crociera con tappe a Rodi, Santorini e Mykonos

  • di m.grio
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 
Annunci Google

Cipro, a metà tra Grecia e Medio Oriente

Quest’anno, con Antonella, mia moglie, abbiamo deciso di organizzare autonomamente le nostre ferie e abbiamo scelto come meta l’isola di Cipro, programmando di trascorrere lì circa due settimane.

Ci siamo subito messi all’opera e abbiamo cominciato a cercare in rete il materiale che ci potesse essere utile per consigli, suggerimenti e indicazioni. Ci siamo stupiti però di percepire pareri discordanti e anche diametralmente opposti sugli stessi luoghi: questo ci ha creato da una parte un po’ di incertezza e smarrimento, dall’altra tanta curiosità per un’isola che suscita sentimenti differenti in coloro che decidano di visitarla.

La prima cosa che abbiamo fatto è stata quella di organizzare il volo: la scelta è caduta, per ragioni economiche, sulla discussa Ryanair, che però, facendo una certosina attenzione alle clausole che impone e che palesa soltanto in parte, basandoci su precedenti esperienze sia negative che positive con la medesima compagnia, ci ha permesso di acquistare un volo, per due persone, di andata e ritorno, da Milano Bergamo a Paphos per 309,96 euro, comprensivi di un bagaglio da 15 Kg per persona a tratta. Ricordandoci di fare il check-in online prima di partire e pesando i bagagli, non abbiamo avuto nessuna sorpresa negativa e tutto è filato liscio.

In secondo luogo, abbiamo pensato di acquistare una crociera di 5 giorni con la Louis Cruises, una compagnia greca, poco conosciuta dagli italiani, ma molto dai greci. Un po’ dubbiosi, per l’assoluta mancanza di fama di questa compagnia, abbiamo optato per un giro che, partendo dal porto di Limassol, una città di Cipro, avrebbe toccato Rodi, Santorini e Mykonos, per poi fare ritorno a Limassol. La crociera scelta ci è costata 398 euro in due: il piccolo costo ci ha anche fatti preoccupare, immaginandoci ai remi per far procedere una bagnarola sulle onde dell’Egeo (i dubbi si sono però rivelati infondati…).

Tornati a Cipro, abbiamo deciso di girare l’isola in auto e ci siamo adoperati per trovarne una a noleggio: tramite il sito www.drivecyprus.com abbiamo noleggiato un’auto con Europecar, con aria condizionata, chilometraggio illimitato e con tutte le assicurazioni aggiuntive, per 7 giorni, a 198 euro da pagare in loco + 30 euro di caparra pagate online. Abbiamo specificato che l’avremmo ritirata allo sbarco dalla nave, al termine della crociera, presso il porto di Limassol, e riconsegnata all’aeroporto di Paphos il giorno della partenza da Cipro per tornare in Italia. Una volta stabilito il tragitto da fare con l’auto, abbiamo prenotato con booking.com i soggiorni in hotel per i pernottamenti.

Siamo quindi partiti il 9 giugno 2012 da Milano-Bergamo e dopo 3 ore e 20 minuti di volo siamo atterrati all’aeroporto di Paphos, verso le 23.30 di sera. Abbiamo quindi preso un taxi, che per 30 euro ci ha portati in città, presso l’Hotel Fitoss Inn (38 euro per una camera matrimoniale, colazione compresa), dove ad accoglierci c’era la gentilissima e disponibilissima proprietaria, con la quale abbiamo subito preso accordi perché si informasse per un mezzo più economico del taxi per raggiungere l’indomani il porto di Limassol, per l’imbarco. La camera era molto sobria e, nonostante la moquette a terra, pulita. Sfiniti per il viaggio, siamo andati a dormire e ci siamo svegliati la mattina successiva per consumare la colazione (non abbondante, ma gradita) nell’ampio salone dedicato, tipicamente greco (Cipro non fa parte della Grecia, ma ne risente moltissimo l’influenza). Per l’occasione abbiamo anche assistito ai simpatici preparativi per un ricevimento per un battesimo che si sarebbe svolto in giornata a bordo piscina. Terminata la colazione, abbiamo preso un “taxi comunitario”, una specie di pullmino, che per 11 euro a persona, ci ha accompagnati, dopo un viaggio di circa trequarti d’ora (55 Km circa), direttamente sul molo per l’imbarco sulla nave da crociera

Annunci Google
  • 26933 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. 19Simone80
    , 12/7/2012 16:35
    Bellissima esperienza di viaggio, io torno a Cipro questa estate dopo 4 anni, personalmente ci ho lasciato il cuore.

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social