Ultimo sole a Cipro, l'isola di Venere

Il magazine di TPC titolava "Ultimo sole", e noi siamo andati a prenderlo a Cipro. Qualche idea per Larnaca, Nicosia, Pafos, Courion, mare e spiaggia a 25 gradi

  • di Enrico 9
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 
Annunci Google

Il magazine di Turisti per Caso uscito i primi di ottobre titolava: "Ultimo sole!"; noi l’ultimo sole di questa estate siamo andati a prenderlo in un’isola chiamata l’Isola di Afrodite, avamposto europeo nel Mediterraneo non ancora turisticamente sfruttatissima cioè Cipro, che quest’anno sta beneficiando dei problemi della Grecia, della Tunisia e dell’Egitto: conquistata nel 1500 dagli ottomani Turchi, trecento anni dopo avvenne l’occupazione britannica, quindi anche la Grecia aspirò a quest’isola che divenne finalmente indipendente nel 1960. Rimane tuttavia divisa in 2 parti, a nord i Turco-ciprioti, a sud i Greco-ciprioti. La zona nord è meno cara e mussulmana, la zona sud, dicono abbia le spiagge più belle ed è ortodossa; per accertarvene non vi resta che noleggiare un’auto e girarla (guida a sinistra). A proposito, noleggiando un’auto occorre informarsi bene su alcune modalità se si vuole passare alla parte turca, vedi assicurazioni ed altro. Siamo invogliati da un buon prezzo di Ryanair, e condizionati anche da quest’ultima resteremo solo 5 giorni pieni, quindi abbiniamo relax, consistente in passeggiate e bagni di sole in spiaggia a Larnaca (ex Kition), (anche se le spiagge più belle sono altrove come ad Aya Napa), con una escursione con la Eman travel che trovate in internet ed un po’ di fai da tè.

Atterriamo a Larnaca, comunque punto d’appoggio per escursioni, in tarda mattinata, 25 gradi, raggiungiamo l’hotel Livadhiotis sito in centro, col bus 431 ma usufruibili anche il 418 e 419, e dopo aver preso possesso della nostra camera usciamo per una prima breve visita della città. Larnaca mostra un’atmosfera multiculturale, ha 60.000 abitanti, e si visita in una giornata, musei a parte. I 25 gradi sembrano essere di più sotto il sole delle 14, che ci accompagna prima sul lungomare poi in riva al mare stesso dove alcuni turisti approfittano del bel tempo per fare un bagno: la sabbia è grossa e piuttosto scura; uno sdraio costa 2 o 3 euro al giorno, ombrellone compreso. Giungiamo alla marina, presso una scogliera, decine sono le imbarcazioni ferme alcune adibite a bar. Fotografiamo la statua dedicata a Kimon ed entriamo nell’ufficio informazioni dove ci danno dettagliate spiegazioni, parte in lingua italiana, sulla città e luoghi non lontani da visitare e dove mangiare un buon Kebab; a tale proposito vi consiglio per ogni dubbio di contattare il signor Alexis che corrisponde gentilmente in italiano e inglese, credo la mail sia InfoOfficeLarnaca@visitcyprus.com. Sappiamo comunque, che pur essendo un’isola, a Cipro il pesce è quasi tutto importato, non troverete filetti alla griglia ma qualche trancio di salmone, qualche pesce intero, fritti e molti crostacei probabilmente indiani. Sono veramente tanti i bar ed i ristoranti che si trovano sul lungomare con prezzi accettabili e svariati menù, spesso presenti anche pizza e pasta, che ci siamo guardati bene dall’ordinare. Visitiamo esternamente il piccolo forte, chiuso il sabato e domenica in cui speriamo di entrare l’ultimo giorno, e la moschea a poche decine di metri, in ristrutturazione. Proseguiamo in direzione contraria al centro, per visitare la vecchia zona turca, ove vi sono molti artigiani che lavorano la terracotta: non siamo rimasti entusiasti di questi prodotti, ma è questione di gusti. Deliziosa invece la chiesa di San Lazzaro, molto scenografica da varie angolazioni, ed in cui vale la pena entrare risultando un po’ atipica. Ricorderete tutti la resurrezione di Lazzaro, dopo di chè lo stesso divenne vescovo a Cipro. Domani, venerdì 28 ottobre è festa grande nella Cipro greca, così come nella Grecia stessa. Ci perdiamo un poco nelle stradine del centro, dove facciamo i primi piccoli acquisti. Dopo aver riposato un paio d’ore in hotel, usciamo ancora per vedere la città illuminata che in attesa del fine settimana è vivace solo sul lungomare presso i bar-ristoranti

Annunci Google
  • 19910 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social