Cipro nord e sud

Nel giugno 2006 abbiamo deciso di andare a Cipro, perché nessuna di noi tre c’era mai stata. Non è stato facile trovare il volo, perché i charter cominciano in luglio e i voli di linea erano già tutti pieni. Abbiamo ...

  • di La Redazione
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Nel giugno 2006 abbiamo deciso di andare a Cipro, perché nessuna di noi tre c’era mai stata.

Non è stato facile trovare il volo, perché i charter cominciano in luglio e i voli di linea erano già tutti pieni. Abbiamo noleggiato un’auto in aeroporto, che ci è costata circa 300 € per 8 giorni.

Il viaggio è stato piacevole e facile: c’è poco traffico, le distanze sono minime, in giugno si trova da dormire a prezzi decenti, la gente è cordialissima e tutti parlano inglese, la cucina è simile a quella greca.

Una delle cose che più caratterizzano Cipro è il fatto di essere divisa in due dalla cosiddetta Linea di Attila. In particolare la capitale Nicosia è tagliata esattamente a metà.

Molti non visitano la parte nord, sotto l’occupazione turca dal 1974, perché pensano di avere problemi.

In realtà ci siamo accorte che è estremamente facile passare il confine: basta la carta d’identità, al posto di confine turco si compila un foglietto ed è fatta. Il problema è piuttosto passare con l’auto: la compagnia di noleggio ci ha detto che se andavamo con l’auto nella parte nord non eravamo coperti dall’assicurazione e che lo facevamo a nostro rischio e pericolo.

Dopo un po’ di titubanza abbiamo deciso di passare lo stesso; abbiamo acquistato l’assicurazione turca obbligatoria (c’è un baracchino alla dogana) che costa 15 sterline cipriote (circa 25 €).

Per fortuna non c’è successo niente e comunque la parte nord dell’isola è molto bella, anche perché meno turistica della parte sud.

24/06/06 - Bologna/Francoforte/Larnaca/Episkopi Appena sbarcate a Larnaca, nel primo pomeriggio, ci siamo dirette verso la Penisola di Akrotiri, evitando Limassol che è a detta di tutti sommersa dal cemento.

Nella penisola non c’è niente di particolarmente interessante e il Monastero di San Nicola dei Gatti ci ha abbastanza deluso.

Verso sera abbiamo visitato il massiccio Castello di Kolossi.

Abbiamo dormito ad Episkopi all’Antony’s Garden House, una casa tradizionale molto carina segnalata dalla Lonely Planet. Una doppia costa 30 € con la colazione.

A cena abbiamo subito provato i famosi mezès.

25/06/06 – Episcopi/Kurioun/Petra tou Romiou/Geroskipo/Pafos/Kathikas Abbiamo dedicato la mattina alla visita di Kurioun, antica città greco-romana affacciata sul mare, che conserva dei bei mosaici e il grande teatro, utilizzato per spettacoli in estate. Percorrendo la B6, che costeggia il mare ed è molto panoramica, siamo arrivate a Petra tou Romiou, una bella spiaggia di ciottoli, con il mare blu e alcuni faraglioni da cui si narra sia nata Venere.

Dopo aver preso il sole e fatto il bagno nell’acqua trasparente, siamo ripartite per Pafos.

Breve sosta a Geroskipo, per visitare l’antica chiesa bizantina di Ayia Paraskevi.

A Pafos abbiamo visitato le case di Dioniso, Teseo e Ayon, che conservano dei bellissimi pavimenti a mosaico. Dopo un breve giro nel castello, che domina il porto, ci siamo sedute a bere qualcosa in uno dei tanti bar e ristoranti che costeggiano il molo.

Verso il tramonto, con una luce stupenda, abbiamo visitato le Tombe dei re, costruite nel periodo tolemaico per ospitare notabili e ricconi. Alcune ricordano lontanamente la Valle dei Re in Egitto (ma molto lontanamente).

Decidiamo di salire in collina, per dormire al Loxandra Inn di Kathikas, un’altra bella casa tradizionale ristrutturata e affittata ai turisti. Lo studio da 3-4 posti costa 30 €. In paese ci sono un paio di taverne dove si mangia bene e si trova da chiacchierare con turisti e proprietari

  • 10361 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social