Il nostro primo viaggio di nozze

Un breve viaggio in treno alla scoperta delle Cinque Terre

  • di Ari e Roby
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

E’ andata proprio così… sabato ci siamo sposati! Il viaggio di nozze, organizzato da noi, lo faremo il mese prossimo e avrà come meta l’Australia… ma nell’attesa abbiamo pensato di fare un giro in Liguria e, in particolare, alle Cinque Terre.

Io non ero mai passata da queste zone mentre “mio marito” solo una volta da piccolo… è stata una meravigliosa sorpresa!

Dopo una settimana di pioggia e freddo l’8 settembre, giorno del matrimonio, il caldo è tornato al Nord e quindi abbiamo trovato anche in Liguria tre giorni d’estate.

Siamo partiti domenica 9 e abbiamo pernottato per due notti a Levanto in un grazioso B&B trovato grazie ad un altro viaggiatore per caso. La proprietaria del B&B “La Zattera” è stata molto cortese e ci ha dotato di cartina ed informazioni pratiche per gli spostamenti.

Il pomeriggio di domenica l’abbiamo trascorso a gironzolare per Levanto con una visita alla chiesa di S. Andrea e un giro sul lungo mare, mentre la sera siamo stati al ristorante “Moresco”, il locale è molto carino e particolare, abbiamo mangiato bene e le porzioni erano enormi soprattutto i primi piatti!

Lunedì 10

Sveglia di buon ora, la colazione nel B&B non è preparata sul momento, ma ogni camera è fornita di bollitore, succhi, biscotti e si può mangiare su tavolini nella veranda. Siamo quindi andati alla stazione di Levanto (che si trova a circa 300 metri) e abbiamo acquistato la “5 Terre Card”, una tessera che dà diritto all’utilizzo illimitato del treno all’interno dell’area delle Cinque Terre, all’accesso ai sentieri (compreso la Via dell’Amore), all’utilizzo dei mezzi di trasporto del parco e all’ingresso ridotto nei musei della Spezia, il costo è di 10 euro per un giorno e 19 euro per due giornate.

Abbiamo quindi deciso di andare in treno fino a Riomaggiore e poi tornare indietro fino a Levanto visitando tutte e cinque le cittadine.

Dopo una breve visita al paese di Riomaggiore percorriamo la Via dell’Amore (circa 20 minuti di sentiero) che dona uno spettacolo mozzafiato a picco sul mare, in questo modo giungiamo alla cittadina di Manarola, il paesino è molto particolare e potrete vedere le barche “parcheggiate” nella piazzetta… qui ci sono anche un paio di negozietti che vendono tantissimi tipi di focacce tutte molto gustose!

Il nostro viaggio prosegue a ritroso e scendiamo alla stazione di Corniglia, il paese si trova in altura ma è possibile usufruire di una navetta ecologica (gratuita per i possessori della card) oppure fare il sentiero con 400 scalini. Il paese è costituito da viuzze con negozietti e splendidi scorci. Noi decidiamo di pranzare qui e scegliamo un’enoteca molto particolare, si chiama “Il Pirun” e il proprietario Mario sembra un’istituzione qui nel paese, si può ordinare uno dei piatti tipici liguri ma anche assaggiare una delle specialità del giorno, noi decidiamo per queste ultime a mangiamo due ottimi primi: tagliolini al nero di seppia e spaghetti alla polpa di riccio e olive taggiasche, prendiamo due bicchieri di vino della casa che è davvero ottimo!

Torniamo a prendere il treno alla volta di Vernazza, piccolo borgo tristemente divenuto famoso a causa degli spaventosi danni arrecati dall’alluvione dell’autunno scorso… sono presenti in paese cartelloni con le fotografie di quelle giornate ed è impressionante costatare quanti lavori di pulizia e ricostruzione siano stati fatti in meno di un anno, i primi piani di tutte le strutture sono stati risistemati o rifatti a nuovo.

Dopo un giro e una sosta alla piccola spiaggia riprendiamo il treno e ci fermiamo a Monterosso, non abbiamo visitato questo paese ma ci siamo fermati alla spiaggia libera per un po’ di riposo e un bagno, l’acqua è limpidissima ma purtroppo è presente qualche medusa

  • 5946 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social