Il mio viaggio in Cina... tra i ravioli e la muraglia

Una fantastica avventura all'insegna di una nuova cultura, una nuova lingua e nuove pietanze da leccarsi i baffi. Questa è la mia proposta per un dinamico tour da nord a sud, da Pechino a Shanghai, passando per Pingyao ...

  • di PatrikMarini
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Questo fantastico viaggio è iniziato da un’idea in comune con due amiche di andare all’avventura nel sud-est asiatico. Ingrid, Ale e io abbiamo pensato a molte destinazioni ma alla fine, per periodo di viaggio, previsioni meteorologiche e prezzi abbiamo optato per il paese del Dragone… l’imperialissima Cina.

Viaggiare in Cina è diverso da viaggiare in qualsiasi altro paese che mi è capitato di visitare. Dagli altissimi e imponenti grattacieli di Shanghai puoi ritrovarti in pochi secondi in una viuzza stretta e tortuosa piena di bancarelle di cibi mai visti e souvenir a prezzi ridicoli. Dal trambusto delle strade di Pechino in poche fermate di metro puoi avvicinarti alla sensazione che provavano le concubine dell’imperatore bevendo il Thè nei giardini del Palazzo d’Estate.

Ma la Cina è anche Storia e limitazioni. Non arei mai potuto sopportare il peso di un viaggio così importante senza essermi preparato a fondo su tutti gli aspetti di questo vastissimo paese. Ho letto tante guide e libri nei 6 mesi che hanno preceduto la nostra partenza, tra i quali “In Asia” e “Un indovino mi disse” di Tiziano Terzani. In queste sue opera, fotografa in modo esaustivo e dettagliato la Cina degli anni ‘70 che altro non è che la prefazione a tutto ciò che si può trovare in Cina oggi. Politica, cultura e tradizioni si sentono… camminando per le strade, guardando i paesaggi e viaggiando in treno. Vi consiglio quindi di leggerle per sentirvi un po meno spaesati quando metterete piede laggiù.

Prima Tappa: Pechino

Il nostro viaggio è iniziato all'Aeroporto di Monaco di Baviera. In poco più di un’ora abbiamo raggiunto Düsseldorf e da lì con un lungo volo intercontinentale di 10 ore siamo atterrati all’alba del giorno dopo a Pechino. Grazie ad un Express Train preso direttamente in Aeroporto abbiamo raggiunto la stazione della Metropolitana di Dongzhimen. Da qui abbiamo preso la linea della metro nr. 2 fino a Yonghegong e poi la nr. 5 fino a Dongsi. Fidatevi del vostro istinto e fidatevi di me… la metropolitana di Pechino è sicurissima, efficiente, pulita, puntuale e molto intuitiva. Il costo di ogni viaggio in metro è di 2 RMB, ossia poco più di 20 cent di Euro. Nelle più grandi stazioni potete fare la Yikatong Card, carta cumulativa e ricaricabile del costo di 150 RMB (20 Euro) che vi verranno ridati poi nel momento in cui riconsegnerete la carta.

Il quartiere di Dongsi è stato il quartiere dove abbiamo alloggiato per la nostra prima settimana cinese. Abbiamo soggiornato presso uno spartano hotel a pochi minuti di cammino dalla stazione della metro; Super 8 Hotel Beijing Dong Si Hotel. L’hotel di è rivelato comunque molto comodo perché in centro città, e soprattutto molto economico; abbiamo speso 490 RMB a testa per 5 notti (60 Euro).

La prima giornata è passata all’insegna di una comoda passeggiata al 798 District (Metro 14 o 15, fermata Wangjing), un bellissimo e moderno quartiere pieno di esposizione d’arte e concept stores dall’aria hipster.

Il secondo giorno abbiamo visitato la Città Proibita (metro 1, fermata Tianamen). Si tratta dell’antica città imperiale che prende questo nome perché l’accesso fu severamente vietato ai cittadini comuni per circa 500 anni. Il biglietto costa 60 RMB (8 Euro) e l’audioguida molto utile 50 RMB (5 Euro). Vi consiglio di prendervi parecchio tempo per questa visita; almeno mezza giornata, se non di più, in quanto i cortili sono tantissimi e gli spazi molto ampi. Esattamente di fronte all’entrata della città di trova la Piazza Tianamen, famosa per le proteste di massa del 1989; molto suggestiva e adorata dai turisti per i selfie. Vi consiglio di effettuare le due visite nella stessa occasione, perché arrivarci è facile ma non esattamente rapido, inoltre è sempre pieno di turisti quindi è probabile dobbiate fare un po di fila

  • 4352 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social