In giro per la Cina

Alla scoperta di Shanghai, Pechino, Hong Kong e Guilin

  • di gin_gin
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Shanghai – Pechino – Hong Kong – Guilin

Partenza: 19 agosto 2016

Premetto che agosto non è il periodo migliore per andare in Cina, fa molto caldo e potrebbero esserci piogge. Piogge non ne abbiamo incontrare, ma il caldo sì. Soprattutto a Shangai, che è un forno con 100% di umidità. Ma ne è valsa la pena. Partiamo dal principio. Abbiamo preso un volo premio (con millemiglia) Alitalia, con andata e ritorno da Pechino. Tutti gli hotel li abbiamo prenotati su Booking.

Consiglio: in Cina molti siti, navigazione e social network sono bloccati. Se volete utilizzarvi scaricate l’applicazione vpn dall’italia e quando siete lì localizzatevi in Italia, così potrete usare internet come in italia. Arrivata a Shanghai io ho fatto subito una scheda cinese con 1 gb di internet, così ho avuto la comodità di usare internet in tutti i posti dove sn andata sia per Uber che per altre ragioni logistiche. Se volete andare a Hong Kong ricordate di fare il doppio visto turistico!

Il 19 agosto siamo partiti da Fco e arrivati a Pechino, dove avevamo prenotato un volo interno con partenza per Shangai. Arrivati a Shangai l’impatto non è stato forte come per esempio a Guilin. Sono riuscita a comunicare più o meno bene con il tassista per andare in albergo (tenete sempre con voi l’indirizzo scritto in cinese, perché quasi nessuno parla inglese e la maggior parte non legge la nostra scrittura). A Shanghai siamo stati 2 giorni, più che sufficienti secondo me. La parte che in assoluto ho preferito è quella del bund. Consiglio di andare di notte perché tutto illuminato è davvero suggestivo. Salire sulla Shanghai tower, per una vista mozzafiato.

Il 22 agosto pomeriggio tardo abbiamo preso il volo per Guilin dove siamo atterrati la notte. La mattina dopo abbiamo incontrato una guida dotata di macchina che ci ha portati in delle grotte chiamate Silver Cave, poi in una montagna di cui non ricordo il nome dove si saliva con una seggiovia e c’era una bellissima vista. Poi a vedere una piantagione di tè dove abbiamo anche fatto il rituale del tè, davvero bello.

Il giorno dopo, consiglio vivamente a tutti di farlo, siamo stati a Yangshuo, dove abbiamo fatto sia il giro con la zattera che il giro con la bicicletta. Questo è stato il posto che più mi è piaciuto in Cina. Paesaggio suggestivo.

Il 25 agosto a malincuore abbiamo lasciato Guilin e siamo partiti per Hong Kong (mi raccomando di fare il doppio visto turistico se volete andare ad hong kong e rientrare poi in Cina). Siamo stati solo due giorni (anzi un giorno e mezzo). Siamo stati al Victoria Peak, Victoria Harbour (dove abbiamo visto il symphony of light) e star ferry e abbiamo girato un po’ la città.

Il 27 agosto siamo partiti per Pechino, dove siamo rimasti per 4 giorni. Il primo giorno siamo stati a visitare la città proibita, Piazza Tienanmen e il Palazzo d’Estate. Il secondo giorno, con un autista, siamo andati alla muraglia cinese (dista un’ora e mezzo o due da Pechino). Siamo saliti con la seggiovia e scesi con i bob. Il terzo giorno siamo stati a fare un giro per la città, poi siamo andati con la metro nel quartiere dove c'era l’Expo. Il quarto e ultimo giorno lo abbiamo dedicato a un po’ di shopping e giri per la città.

  • 788 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social