Cina: tour classico "risparmioso"

Tre metropoli, tre volti della Cina: Pechino che coniuga tradizione e modernità, Shanghai avveniristica e commerciale e Xi’an ricca di storia ma nello stesso tempo provinciale e un po’ più arretrata

  • di exployt
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

- Stampo tutte le prenotazioni anche in cinese, oltre che in inglese, con tanto di mappa, per mostrarle ai taxisti.

- Prima di preparare le valigie verifico le temperature della stagione e il meteo. Sarò fortunata, perché a parte un po’ di pioggerellina a Xi’an, tutti gli altri giorni saranno baciati dal sole. Le temperature sono più o meno come a Milano: sulla muraglia, dove pensavo si gelasse, sono stata in maniche corte! Meglio comunque avere una sciarpa per il vento e un ombrello, non si sa mai. Come dicevo prima all’andata una valigia è arrivata il giorno dopo (direttamente in hotel): non è stato un disastro perché io faccio le valigie in modo da mettere un po’ di cose di ciascuno per ogni valigia, così tutti avevamo il nostro cambio. Inoltre ho sempre un “pacchetto emergenza” nel bagaglio a mano, insieme ai medicinali e a un disinfettante mani, che abbiamo strausato. La mascherina per lo smog invece l’abbiamo usata solo a Xi’an, perché a causa del traffico la puzza è forte. In tutte le strutture avevano prese con l’adattatore incorporato, quindi potevi attaccare sia prese italiane che del tipo tedesco.

- Io scelgo sempre sistemazioni con angolo cottura, non tanto per risparmiare (in Cina costa poco mangiare fuori), quanto perché ogni tanto mi piace farmi qualcosa all’italiana e anche perché certe volte siamo così stanchi, la sera, che non abbiamo voglia di uscire. E’ una scelta, a qualcuno sembra “triste” farsi da mangiare da solo, dipende da come si vedono le cose. A noi è stato utile avere dei viveri con noi. Metto in valigia: biscotti, pane in cassetta, nutella, pasta, passata di pomodoro e un po’ di altre cosucce, oltre al detersivo per i piatti, all’amuchina e a una tovaglia. Bisogna stare attenti perché è vietato portare in Cina: latte e tutti i suoi derivati (non ho portato nemmeno il grana) e frutta, verdura, carne, pesce, nemmeno in scatola (niente tonno)! Poi ognuno fa come crede, ho sentito di un sacco di gente che si porta perfino gli affettati , ma alla dogana fanno aprire le valigie praticamente a tutti e può andar bene come no. Non porto tanta roba perché so làa posso trovare di tutto. I supermercati per fare la spesa alimentare sono fornitissimi ed economici, ma non sempre facili da trovare. Dappertutto trovi i Family Mart, ma sono piccoli e poco forniti. Ottima invece la catena di supermercati Vanguard, con prezzi convenienti. A Shanghai ci sono tanti food store con prelibatezze da tutto il mondo (perfino il pesto Biffi) ma i prezzi sono alle stelle, meglio scovare un supermarket “normale”.

In Cina abbondano i MacDonald, Burger King,Pizza Hut, Subway e altre catene internazionali di fast food. Per non parlare poi dei piccoli locali con cucina cinese ( noodles a go go, li mangiano pure a colazione): i centri commerciali ne sono zeppi, così come tutte le zone turistiche, non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Decido come fare per tutti gli spostamenti

La Cina è grande, così come le metropoli visitate, perciò bisogna avere le idee chiare.

- Volo intercontinentale. Poiché a mio marito confermano le ferie solo due settimane prima della partenza, è troppo tardi per trovare un’offerta di volo diretto economicamente abbordabile, altrimenti avrei scelto quella. Così ci tocca fare uno scalo e una durata totale di viaggio di circa 16/17 ore. Scelgo di partire da Venezia: all’andata arrivo a Pechino e al ritorno partenza da Shanghai. Evito accuratamente aeroporti potenzialmente più a rischio terrorismo (Belgio, Francia, Turchia..) o a rischio intemperie (Mosca e Nord in genere) optando per un volo ETHIAD, con scalo ad ABU DABI

  • 31533 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social