La mia Cina

Un viaggio (fai da te) davvero bello e i cinesi... un popolo da osservare e da scoprire

  • di Rabbit58
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Non è un diario di viaggio ma un elenco di suggerimenti/esperienze che forse potrebbero essere utili. Sono in ordine alfabetico e senza uno schema preciso.

La premessa è che potete organizzarvi tranquillamente un viaggio in Cina ovviamente tenendo conto che gli inconvenienti e le incombenze da sbrigare sono molte di più che in un viaggio organizzato.

ALLOGGIO

Consiglierei di cercare di prenotare negli ostelli/hotel indicati dalle guide e non direttamente in base ai giudizi che compaiono nei siti come ad es. di Booking; questo facilita l’incontro con altri viaggiatori perché, diciamocela tutta, dove gli ospiti sono solo cinesi le possibilità di fare conoscenze e scambiarsi consigli sono quasi pari a zero. Pagate sempre in contanti e versate anche il deposito in contanti eviterete problemi con le carte di credito. Noi abbiamo sempre scelto camere doppie con bagno (ossia mai letti in camerate) in alberghi/ostelli piuttosto modesti e ci siamo sempre trovati bene ovviamente con un certo spirito di adattamento. Quanto alla pulizia nulla da eccepire per quanto riguarda lenzuola, asciugamani, servizi igienici (anche se questi ultimi spesso non erano decisamente nuovi fiammanti)… per il resto non siamo mai passati col guanto bianco a verificare.

BIGLIETTI FERROVIARI

I biglietti prenotati sui vari siti possono essere stampati in qualsiasi stazione sempre dietro presentazione della prenotazione cartacea dal sito e del passaporto. Consiglio di far stampare ogni volta che si arriva in una stazione i biglietti per la tappa successiva prima di lasciare la stazione per andare in albergo: si risparmia tempo e si potrà andare in stazione per ripartire senza troppo anticipo avendo già i biglietti.

CARTE DI CREDITO E BANCOMAT

Attivare l’area geografica e verificare i massimali (anche quelli giornalieri). Noi abbiamo avuto qualche difficoltà con il bancomat anche se avevamo attivato l’area geografica CINA e anche con la carta di credito. Abbiamo dovuto fare prelievi ridotti es. 1000,00 Y per volta anche più volte di seguito con conseguenti addebiti di commissioni: in pratica 2000 Y no, ma 1000 Y per volta, due volte di seguito sì. Boh? Misteri!

CHENGDE

Ci siamo andati da Pechino con un treno notturno viaggiando in cuccetta, arrivo al mattino e rientro a Pechino la sera in bus. Andata 6 ore rientro quasi 3. Bello il parco e i monasteri. Se riuscite a evitare la visita al Palazzo d’estate meglio… non c’è nulla da vedere, mentre il parco è davvero bello. Non so se sia possibile acquistare un biglietto solo per il parco o se addirittura l’ingresso sia gratuito. Questa località meriterebbe forse una giornata e mezza/due.

COSA PORTARE

Non voglio dare consigli esaustivi, solo qualche suggerimento. Ad esempio portare i tappi per le orecchie, utilissimi nei viaggi notturni in treno o in albergo. Un vocabolarietto utile quando si vuole chiedere qualcosa e l’inglese non soccorre. Tè in bustine (spesso nelle camere c’è solo il bollitore e le tazze) ma anche il tè sfuso può andare bene. Carta igienica. Lenzuola leggere possono essere utili sui treni se siete particolarmente schifiltosi.

DATONG

Già alla stazione ci sono i procacciatori di escursioni. Per 100 Y a testa (solo trasporto) vi portano al il Tempio sospeso e alle grotte Yungang. Gli ingressi sono a vostro carico. Attenzione alle riduzioni per over 60. Le due mete valgono la pena. Di Datong non abbiamo visto nulla. In effetti se si volesse risparmiare tempo e denaro si potrebbe arrivare al mattino da Pechino e ripartire la sera per la tappa successiva

  • 21361 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social