Pechino e la Muraglia di Mutianyu

Un viaggio nella storia di Pechino tra templi, parchi e piazze senza farci mancare una visita alla Grande Muraglia

  • di annaebeppe
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 
Annunci Google

Quando Beppe un giorno mi dice che sente il richiamo dell’Oriente mi si accende una lampadina! Quante volte avevo sognato la Cina ed in particolar modo una delle 7 meraviglie del mondo, la Grande Muraglia Cinese … tra me e me ho pensato che fossero giunti il momento e l’occasione per andarci.

Così ho proposto come destinazione Pechino sapendo benissimo che la Muraglia era ben raggiungibile da lì e che potevamo unire,come si suol dire,l’utile al dilettevole! Un settimana è sufficiente per vedere entrambe.

Ed eccomi sepolta sotto quintali di carta, come un rispettabilissimo topo di biblioteca,alla ricerca delle informazioni più dettagliate che si possano trovare in internet, ovviamente non mancherà la mitica Lonely Planet, compagna sempre presente!

Quindi organizzo il viaggio prenotando il volo su internet a € 600 A/R a testa (Bologna-Amsterdam-Pechino con KLM e China Southern) poi prenotando l’hotel con booking (Citytell Inn rivelatosi ottimo € 230 per tutta la settimana). Nota dolente il visto per la Cina…all’ambasciata non lo fanno più e mi devo appoggiare alle agenzie che si occupano di questo. Trovo un contatto di un’agenzia di Milano e dopo aver fatto diverse telefonate e mail mi sembra la + economica e mi accordo (2 visti € 132,60 + spese di spedizione dei passaporti,totale tempo per avere il visto 1 settimana). Fatto questo siamo pronti per partire e non ci resta che aspettare il 10/03/12.

Non è un viaggio a cui tutti aspirano e per questo, alla domanda di rito degli amici,dove andate in viaggio,la nostra risposta “in CINA” desta molto scalpore!

Così eccoci qui in aeroporto sovraeccitati per questo viaggio “alternativo”. Il volo dura in tutto circa 12 ore, si è rivelato tranquillo. Gli aerei della compagnia China Southern sono molto confortevoli. Arriviamo a Pechino nel primo pomeriggio e io mi ostino a non prendere un taxi perché voglio familiarizzare subito con i mezzi pubblici e mi voglio arrangiare…. Prima cambiamo un po’ di soldi in aeroporto ma il mio consiglio è quello di cambiarli in banca perché il cambio è più favorevole. Mi raccomando tenete le ricevute perché in caso a fine viaggio vi avanzino dei Yuan che volete ricambiare in €, ve le chiederanno.

Dall’aeroporto prendiamo la nuova linea di “metro-treno” che dal terminal porta alla stazione di Pechino dove da lì cambiamo altre 2 volte la metro per arrivare in prossimità del nostro hotel. La prima cosa lampante che capiamo qui a Pechino è che le persone son tante e che x entrare in metro devi spingere e sfondare il cordone di gente che trovi quando si aprono le porte…altrettanto devi fare quando scendi perché loro non si spostano… Le spalle buone le abbiamo e ci adattiamo da subito alle abitudini Pechinesi con grande divertimento! La nostra fermata è quella di Piazza Tien’an Men e quando saliamo le scale sotterranee della metro e sbuchiamo davanti al Mausoleo di Mao rimaniamo a bocca aperta! Alle spalle possiamo ammirare la famosa Piazza Tien’An Men. Ci guardiamo intorno e notiamo questi enormi spazi intorno a noi …440.000 mq non sono mica pochi! E’ una piazza davvero bellissima che conserva ancora una certa rigidità ed è come se guardandola voglia chiedere un certo rispetto per tutto quello che ha passato. Cerchiamo di capire la direzione verso la quale andare x trovare il nostro hotel che infatti è a 10 minuti di cammino da lì. Comodissimo,ottima posizione e l’hotel tra l’altro è molto ben tenuto,belle camere,spaziose e pulite. Consiglio..Chi volesse soggiornare qui, non si fermi alla prima insegna che dice Citytel Inn che trova sulla strada…abbiamo rasentato l’infarto pensando che potesse essere il nostro hotel, c’era una porticina piccola che una volta aperta mi ha lasciato senza parole,una scala angusta portava al piano superiore ma mi son rifiutata di proseguire.…e “qualcuno” da fuori che mi ha anche detto…”ma amò non sapevi trovare qualcosa di meglio in internet”? Questa frase è passata alla storia! Ma vuoi mai che mi perda d’animo? C’è qualcosa che non mi convince così faccio vedere il nome dell’hotel scritto in cinese ad una signora la quale mi dice (ovvero gesticola) di proseguire . Infatti proseguendo poco più avanti abbiamo trovato il vero hotel con una hall di tutto rispetto! Il mio commento è stato…amore,non sapevo trovare che cosa in internet? E giù una risata! Adesso viene il bello…alla reception parlano pochissimo inglese e quel poco lo parlano pure male….mica facile capire perché il prezzo è più alto rispetto alla prenotazione di booking…alla fine intuisco che c’è la tassa di soggiorno e la cauzione che alla fine ci restituiranno… ok adesso doccia e branda un po’…siamo distrutti. Più tardi usciamo e andiamo al mercato notturno di Donghuamen che guarda caso è proprio dietro al nostro hotel…così come la via Wang Fu Jing famosa per lo shopping. La posizione dell’hotel si rivela davvero strategica. Il mercato è qualcosa di imperdibile,siamo avvolti nella vera Cina! Ci sono banchetti di souvenir e di cibo….devo dire con grande fantasia…ci è chiaro fin da subito che qualsiasi cosa per loro è buona da cucinare… tripudio di spiedini di scorpione, scarafaggio, serpente, cavallucci marini e chi più ne ha, più ne metta! Poi ci sono i ravioli al vapore di diversi tipi,dolci e dolcetti di dubbia provenienza, polli, spiedini di frutta caramellata, frittura di ogni genere…insomma un po’ di tutto… Ci siamo divertiti tantissimo, c’è un gran via vai di gente e non c’è inizio migliore per immergersi nella realtà cinese! Noi optiamo per i + normali spiedini di “carne di manzo” (così ci hanno detto)…davvero deliziosi... ogni sera non resistiamo e dobbiamo andarceli a comprare… 4 spiedini 1€ circa e per i ravioli al vapore o per gli involtini alla verdura, la cifra circa è di 2 € per 4 pezzi. Intuiamo subito che qui costa tutto pochissimo e che la regola principale è contrattare il prezzo... molte volte per raggiungere quello voluto basta far finta di andarsene! Finiamo il nostro giro sulla via Wang Fu Jing,davvero molto bella dove ammiriamo i negozi di noti marchi di moda mescolati ai loro tipici negozi. Finiamo per un gelato da McDonald’s

Annunci Google
  • 9759 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social