Sfumature di Cile

I paesaggi e i colori del Paese, dal deserto di Atacama alla metropoli di Santiago

  • di Devis&Claudia
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Quest’anno per scegliere la nostra meta di viaggio abbiamo deciso di accogliere la sfida lanciataci dalla nostra nonna ottantenne: accompagnarla a trovare alcuni parenti a Santiago del Cile.

Volo AirFrance con partenza da Verona alle 18.00; scalo a Parigi ed arrivo a Santiago dopo 16 ore di volo (totali).

Finiti i controlli doganali di routine (allungati da un pezzo di formaggio Grana messo in valigia dalla nonna) siamo finalmente riusciti ad abbracciare i nostri cari.

Del nostro primo giorno a Santiago abbiamo approfittato per fare la conoscenza di tantissime nuove persone e per riprenderci dal viaggio, ma già dal giorno successivo abbiamo iniziato la nostra visita a questo paese meraviglioso.

San Pedro di Atacama

Affidata la nonna alle cure dei parenti (o meglio, affidati i parenti alle 1.000 attenzioni di nonna), abbiamo preso un volo interno per Calama. Sull’aereo, contrariamente alle aspettative, i turisti erano pochissimi: la quasi totalità dei passeggeri era composta da minatori e ingegneri diretti al nord per iniziare la settimana lavorativa nelle numerosissime miniere di rame.

La cittadina di Calama, nonostante sia considerata l’orgoglio minerario del Cile, dal punto di vista turistico, viene spesso tralasciata in quanto usata solo come scalo per poi raggiungere San Pedro di Atacama in circa 1ora e ½ di autobus. L’impatto climatico è sicuramente molto forte: nonostante stia per finire l’estate cilena, i 35 gradi del deserto si fanno sentire. Caricati gli zaini in spalla ci siamo diretti verso il centro del paese per cercare un Hostal dove alloggiare per 3 notti: abbiamo scelto l’Hostal San Pedrino. Successivamente abbiamo cercato una agenzia turistica locale dove prenotare le nostre escursioni. Girando per le vie del centro le agenzie sono veramente numerosissime: i prezzi sono pressoché simili, ma con un po di pazienza è possibile trovare anche qualche offerta interessante. Per i primi due giorni,per evitare problemi legali all’altezza, ci hanno consigliato di fare delle escursioni pomeridiane a non più di circa 3.000 metri. Per il terzo giorno, invece abbiamo prenotato l’escursione ai Geyser del Tatio a circa 4.200 metri sul livello del mare.

Valle della Luna e Valle della Morte: si trova a circa 15 km da San Pedro e, per chi ha un po di allenamento, è facilmente raggiungibile anche con la bicicletta. Il paesaggio è veramente spettacolare; sembra di essere atterrati sulla luna. Lo sguardo si perde in mezzo a creste di roccia erose dapprima dall’acqua e poi dal vento e da dune di sabbia altissime che vengono utilizzate da sportivi appassionati di sandboard. Nella valle della morte (chiamata così in quanto si pensa non possa esistere alcuna forma di vita) ci godiamo il nostro primo tramonto in questo paesaggio veramente straordinario.

Laguna Cejar, Ojos del Salar e la Laguna Tebenquinche: Laguna Cejar si trova nel Salare di Atacama. Arriviamo alla laguna alle 17.00 circa, tuttavia il sole è talmente caldo che accettiamo molto volentieri di immergerci nell’acqua turchese del piccolo lago salato. Il paesaggio è veramente sensazionale: acqua azzurra, circondata da una spiaggia di sale bianchissimo…come se non bastasse il Licancabur (uno dei vulcani spenti della zona che misura 5.900 metri) ci guarda dall’alto. L’acqua è talmente salata che si riesce a rimanere a galla senza sforzi ed una volta usciti la pelle è tutta coperta da una patina bianca di sale.Continuiamo la nostra gita in pulmino verso “Ojos del Salar” due pozze d’acqua in mezzo al deserto perfettamente circolari. Il colore dell’acqua è sicuramente poco invitante, tuttavia molti usano questa sosta per togliersi di dosso un po del sale rimasto

  • 16466 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social