Cefalonia, scoperto un paradiso!

Relax sull'isola greca

  • di greta020106
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Kefalonia, scoperto un paradiso!

Quando abbiamo prenotato le vacanza estive, scegliendo Cefalonia (Kefalonia), non pensavamo di avere scelto un'isola cosi bella! Kefalonia è ancora selvaggia, con una natura rigogliosa, e un turismo ancora non molto sviluppato (anche se comunque ben attrezzata), un’isola tutta da scoprire!

Partenza da Pisa - Volo Ryan Air - venerdì 6 settembre, e arrivo con qualche minuto di ritardo, causa traffico aereo .

All’aeroporto ci attendo 2 impiegati della U4 Cars per la consegna dell’auto noleggiata (una Opel Astra) che ci porta, non senza difficoltà , a Poros dove si trova il ns. bellissimo Hotel Anastazia.

L’hotel totalmente ristrutturato 2 anni fa, è sul promontorio di Poros e guarda il mare a nord e a sud, con vedute spettacolari, sia al tramonto e all’alba! E’ gestito direttamente dalla proprietaria Miss Anastazia, splendida persona, che amorevolmente fa di tutto per mettere a proprio agio i clienti.

All’arrivo ci accoglie un bel temporale che ci impedisce di fare un il primo bagno in piscina, niente di più. Sfatti i bagagli, andiamo a cena in piazza, al Pantelis, dove mangiamo subito alcune specialità greche, tra le quali Kalamaros grigliato, sardine fritte e insalata greca. Poi a letto, stanchi.

Sabato 7 settembre 2013

C’è il sole! Decidiamo, durante la bella colazione a bordo piscina, di andare subito alla spiaggia di ANTISAMOS, facendo prima una visita alla GROTTA di DROGARATI.

Partiamo con entusiasmo in direzione Sami e, dopo aver sbagliato un paio di volte strada, arriviamo al sito. La grotta, formata da 2 cavità, piena di stalattite e le stalagmiti formate migliaia di anni fa. Le sale hanno una potenza acustica unica, e per questo motivo, vi sono stati tenuti molti concerti musicali importanti . Dopo la visita, breve sosta al negozietto di souvenir e partenza per la poco distante Antisamos.

La spiaggia è famosa per essere stata inserita nel “Il mandolino del Capitano Corelli” con N. Cage e P. Cruz, film del 2000 che narra i tragici fatti dell’eccidio dei nostri militari durante il 2 conflitto mondiale. E’ infatti un set a cielo aperto! La spiaggia, di ciottoli bianchi, ha l’acqua chiara come un cristallo, che dopo alcuni metri si fa profonda e passa dal colore trasparente al blu cobalto ! Una meraviglia! Passiamo ore e ore in acqua in compagnia di grossi pesci che ci girano intorno. Un set di ombrellone e 2 lettini qui costa 5 euro e ce ne sono anche alcuni gratuiti.

Verso le 17,30 ci incamminiamo verso Poros e sulla via del rientro ci fermiamo a fare foto e video. Con Greta facciamo il primo bagno in piscina dell’Hotel.

Su indicazione del figlio di Anastasia, concludiamo la serata cenando al “Sunset” , ristorante con bellissima vista sulla baia di Poros, dove mangiamo abbastanza bene al solito contenuto costo.

Domenica 8 settembre 2013

Oggi partiamo senza un metà ben precisa verso la parte sud dell’isola, verso Skala, il centro balneare e turistico piu’ famosa di Cefalonia. Dopo avere effettuato rifornimento, ci dirigiamo verso la spiaggia di Mouda, famosa per gli avvistamenti delle tartarughe Caretta Caretta . Sulla spiaggia infatti troviamo dei volontari che ci illustrano le modalità di avvistamento delle tartarughe ; se si è fortunati è possibile vedere le Caretta Caretta in tarda serata, quando vengono a riva a deporre le uova. La spiaggia è molto bella, la sabbia è fine e l’acqua del mare molto bassa, trasparente e caldissima. Stiamo qui fino all’ora di pranzo, quando attratte dal nostro pranzo, siamo circondati da numerose vespe che ci costringono a “fuggire” dalla spiaggia!

Ci dirigiamo alla poco distante spiaggia Kaminia, spiaggia ancora è piu’ bella della precedente!

Qui stiamo in acqua praticamente tutto il resto della giornate con le bimbe entusiaste e divertite.

Verso le 17 torniamo in hotel, dove mamma Giovanna ci organizza un aperitivo in terrazza – modello Gran Canaria! Per la cena torniamo a Skala, e mangiamo al Mi Abeli, ristorantino carino ma che non consiglierei. Buono il pollo grigliato, ma i Kalamaros Fritti erano pessimi! Poi shopping “sfrenato” e rientro in sede

  • 41307 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social