Sette giorni in Carinzia in camper

Viaggio on the road in camper alla scoperta della Carinzia

  • di Zembo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Dopo due anni senza una vera vacanza On the Road, per motivi di lavoro prima e meteo avversi poi, quest'anno ci siamo riusciti: io e mia moglie Emilia abbiamo sincronizzato dieci giorni di ferie dal 14 al 23 Settembre, la meta è la stessa programmata ancora due anni fa. L'idea della Carinzia mi è venuta un giorno quando in una pubblicità di siti di viaggi sono stato attirato dalla foto di una specie di torre in legno tutta contorta che mi ha fatto iniziare ad interessarmi sulle attrazioni ed i posti da vedere, fino a programmare un viaggio in questa regione dell'Austria. Non essendo un gran organizzatore di viaggi e avendo come punto debole di trovarmi al posto giusto nel momento sbagliato, mi sono informato su tutti i turni di chiusura dei 27 punti di interesse che ho messo in un ipotetico percorso da seguire. Come nostro solito partiamo il venerdì pomeriggio con il camper in assetto da combattimento, indumenti 4 stagioni, "cassa peota" convertita da monete a banconote ed il nostro inseparabile Carlino Kappa. Decidiamo di allungare leggermente la strada per poter fare il viaggio quasi completamente in autostrada ma da Portogruaro a Palmanova siamo incappati in una coda interminabile. Prima a passo d'uomo poi ai 20 all'ora fatto sta che siamo riusciti ad imboccare lo svincolo direzione Tarvisio e di lì in poi fortunatamente il viaggio si è fatto più rilassato. Arrivati al valico del Tarvisio facciamo le vignette per le autostrade Austriache e d'un fiato ma sotto una fastidiosa pioggia arriviamo a Villach.

Sabato 15 Settembre - La pioggia che dura fino alle prime luci del mattino ci preannuncia una giornata uggiosa, comunque sia, iniziamo la nostra visita del centro di Villach. Arrivati all'ufficio turistico acquistiamo la Kartnen Card, una di quelle carte che ti permette con una cifra a forfait di avere accesso gratuito ad oltre 100 attrazioni e sconti su molte altre. Visto che siamo a Villach non potevamo mancare di visitare il duomo e salire sul suo campanile da dove si può ammirare dall'alto l'intera città. Ci tuffiamo nel pittoresco mercatino di antiquariato che non abbiamo capito se era allestito per una festività in particolare. Intanto che curiosiamo tra le bancarelle la nostra attenzione è stata catturata dalla voce che proveniva da un megafono che commentava l'impresa di un funambolo che voleva tentare un record attraversando su una cinghia elastica il fiume Drava per ben 90 volte! Non sapremo mai se ce l'ha fatta?! Il pomeriggio esce anche il sole e decidiamo di fare una gita sul battello fluviale ma: prima sorpresa! Il battello quel pomeriggio è stato interamente noleggiato per un matrimonio… Evviva gli Sposi! Poco male siamo vicini al lago Ossiach ed il giro in battello lo facciamo lì. Partiamo dalla seconda stazione quella esattamente sotto la funivia Gerlitzen e facciamo un bel giro di due ore ammirando lo spettacolare paesaggio e le piroette dei parapendio che partono dalla montagna che sovrasta il lago. Scesi dal battello ci incamminiamo per fare un giro "andata, 4 foto e ritorno" sulla funivia, ma chiudete alle 17! Anche se c'è luce fino alle 20 essendo le 16,45 non ci fanno salire! Beh dai, nonostante tutto il primo giorno non è stato male.

Domenica 16 Settembre - Dopo una notte passata in un parcheggio tranquillo ci rechiamo al castello di Landskron, come prima cosa andiamo a vedere la Montagna delle Scimmie dove sono stati introdotti dei macachi provenienti dal Giappone, lasciati completamente liberi nella foresta che a detta della guida rispecchia come tipologia vegetale e climatica l'ambiente dove vivono in natura. Si passeggia con la guida in mezzo alle scimmie che risolvono dei giochi di logica per arrivare ad una mela che è lì come premio ed ai piccoli demonietti che giocano e si spulciano. Durante la visita si cammina all'interno di un percorso delimitato da due corde dove gli umani stanno dentro, ma le scimmie stanno sia fuori che dentro, una di queste ha spaventato Emilia che ha cominciato a chiedere: "Aiuto aiuto aiuto"... creando così un momento divertente per gli altri visitatori

  • 437 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social