A vela nelle isole grenadine

Crociera in barca a vela nelle isole Grenadine : diario di bordo Ciao a tutti. Voglio condividere una splendida vacanza in barca a vela nei mari verde/turchesi dei Caraibi. Quando dicono che le Grenadine sono « il paradiso della vela ...

Crociera in barca a vela nelle isole Grenadine : diario di bordo Ciao a tutti. Voglio condividere una splendida vacanza in barca a vela nei mari verde/turchesi dei Caraibi. Quando dicono che le Grenadine sono « il paradiso della vela » hanno ragione. Navigare è un piacere, sospinti dal dolce (ma qualche volta anche imperioso) soffio dell’aliseo tra una miriade di isole tutte diverse l’una dall’altra : si va dalle verdi e vulcaniche St Lucia e St Vincent, attraverso l’indimenticabile laguna delle Tobago Cays, fino alle tipiche spiagge da cartolina (sabbia bianca, finissima, palme, mare dalle sfumature incredibili) delle isole del Sud dell’arcipelago (Pam Island, Petit st Vincent..).

Ecco il nostro diario di bordo (siamo partiti in 4, due coppie. Abbiamo trovato la barca, il Sideral, su Internet www.Sideralcroisieres.Com): Finalmente il giorno x, il giorno della nostra partenza per la Martinica. Da li’ ci imbarcheremo sul Sideral, una barca a vela monoscafo di 17 metri per navigare verso le Grenadine. Abbiamo scelto un monoscafo perché amiamo molto la vela e le sensazioni che a nostro parere un catamarano non puo’ dare. La barca è un prototipo costruito per la crociera : privilegia gli spazi di convivialità, ha un ampio pozzetto centrale in cui al nostro arrivo ci sistemiamo per un ti punch, tipico aperitivo locale a base di rum, zucchero di canna e lime, il primo di una lunga serie. Arriviamo in Martinica nel pomeriggio, dopo un volo low cost da Milano, una notte a Parigi (che è sempre Parigi) e un volo su una compagnia francese che non mi sembra commercializzata in Italia ma dai prezzi interessanti.

All’aeroporto i nostri skipper, una coppia italo martinicana, ci attendevano. Lo so che non bisogna fare pubblicità, ma veramente dobbiamo ringraziare la gentilezza, ospitalità e esperienza dei nostri due skipper che ci hanno accompagnato con disponibilità e ci hanno dato sempre le « dritte » necessarie. Ci hanno imbarcato sulla loro auto e via, verso il porticciolo in cui la barca era attraccata. Per i dettagli organizzativi vi diciamo che abbiamo scelto una formula di crociera comprensiva di cambusa e servizio cucina, questo per approfittare al massimo dei nostri 11 giorni di vacanza, ma che è possibile occuparsi personalmente di spesa e cucina. Giorno 1. La nostra prima navigazione, da Martinica a ST Lucia, Rodney Bay, è durata quasi 4 ore. Il mare del canale, in cui Atlantico e Mar dei Caraibi si incontrano, dando luogo a volte a qualche intemperanza, era bello :onde di 1, 5 metri, vento forza 4/5, il giusto per far avanzare la nostra barca con una media di 9 nodi. La sera scendiamo a Rodney bay : vivace, piena di barettini e ristoranti di tutte le cucine del mondo. Scegliamo un ristorante indiano e mangiamo bene, ma piccante. Una buona notte di riposo ci aspetta nella quiete del porto canale, circondato da belle ville di stile coloniale.

Giorno 2. Dopo le dichiarazioni in dogana partiamo in taxi collettivo (pulmini da 8 passeggeri) alla volta di Castries, la capitale dell’isola. L’ambiente del taxi è fantastico : reggae a fondo e gente simpatica e sorridente. Il mercato di Castries e quello che si immagina di un mercato di un’isola dei caraibi : disordinato, rumoroso, colorato. Frutta esotica, artigianato di foglie di palme, odore di spezie. Di ritorno sul Sideral salpiamo alla volta di Marigot Bay, un ‘oasi di pace, baia incassata tra le montagne a strapiombo e circondata da mangrovie. La presenza degli investitori americani è evidente (un grande complesso fortunatamente ben armonizzato nel paesaggio), ma restano gli autentici ristorantini locali a bordo mare, che la sera si animano di gruppi live, per accompagnare la nostra cena in barca. Domani ci aspetta una lunga navigazione fino a Bequia

  • 6244 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social