Ischia e Capri: profumo di limoni e di caprese

“La vita è ciò che facciamo di essa, i viaggi sono i viaggiatori, ciò che vediamo non è ciò che vediamo ma ciò che siamo” F. Pessoa. Beh si lo ammetto io e Vale attraversavamo uno dei quei periodi, come ...

  • di piccolanuvola
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro

Dal porticciolo io e la mia fedele compagna di viaggio abbiamo preso un taxi boat(3 euro per viaggio) che ci ha portato direttamente alla spiaggia dei Maronti dove sono le famose fumarole di sabbia calda (raggiunge anche i 100 gradi); insomma qui c’è stato il primo vero bagno nel mare ischitano l’acqua azzurro-verde sembrava chiamarti..Che pace!! Alle 18 abbiamo ripreso il taxi boat..Si stava d’incanto..Attraversare il mare, con i piacevoli raggi del sole sul viso ed un leggero venticello tra i capelli credo che sia una delle cose che in assoluto amo fare di più, sa emozionarmi dandomi quella tranquillità e pienezza d’animo che negli ultimi giorni avevo un po’ smarrito, non lo sapevo ancora ma le mie emozioni l’indomani a Capri avrebbero conosciuto un’intensità ancora più forte.

Sulla lunga strada del ritorno verso la nostra macchinetta, proprio vicino al parcheggio, i nostri sensi sono stati catturati da un profumo di limoni ed arance, proveniva da un chiosco, ancora non sappiamo bene come ci potesse essere sfuggito all’andata, comunque sia è riuscito a dare un po’di sollievo alle nostre gole assetate con una bella spremuta di arance, limone e un pizzico di granita, anche questa da provare assolutamente; le tradizioni dell’isola vanno onorate tutte! La sera non abbiamo cenato in albergo, consigliate dalla simpatica signora Maria, ischitana doc e conosciuta in spiaggia, abbiamo gustato una buona cena di pesce a prezzi accettabili alla riva destra del porto di Ischia da “Pane e Vino”; abbiamo poi concluso la serata visitando i negozi di souvenir e poi di corsa a letto, alle 8.50 si partiva per Capri.

La giornata era bellissima, sulla nave abbiamo acquistato una sorta di piccolo pacchetto turistico: giro in minibus dell’isola + giro in barca per 25.00 euro, vi consiglio d farli tutti e due perché Capri merita davvero!!! La prima tappa, dopo una certa agitazione dovuta alla guida “sportiva” dell’autista e alle strade strette e tortuose dell’isola, è stata Anacapri...Troppo carina...Abbiamo trovato ad accoglierci nella piazzetta un sacco di turisti e varie coloratissime mucchette reduci da una mostra contemporanea. La nostra guida Vincenzo ci ha segnalato le cose più belle da vedere e naturalmente noi abbiamo seguito tutti i suoi consigli. Dopo una passeggiatina tra negozietti di souvenir e viali alberati siamo arrivate alla villa di San Michele costruita dallo scrittore Axel Munte (che non abbiamo visitato) ma da cui si godeva di un paesaggio mozzafiato, da qui poi iniziavano i famosi 1000 gradini che fino agli anni 30 rappresentavano l’unica via che congiungeva Anacapri con il resto dell’isola..

La seconda tappa è stata la seggiovia del monte Solano (8 euro andata e ritorno), non lo so, credo che sia ciò che porterò dentro di me di Capri. Sospesa per aria in uno seggiolino di legno, su fino a 600 metri di altezza con la bianca Anacapri che man mano diventa più piccola, poi l’azzurro blu del mare e sotto i tuoi piedi la montagna e tutto intorno il cinguettio degli uccelli. Se provi a chiudere gli occhi ti senti sospesa in aria (in realtà era così) come se volassi portando dentro di te un senso di tranquillità e tanta pace...Provate e poi mi saprete dire...Ovviamente è da sconsigliare a chi soffre di vertigini. Quando siamo arrivate su in cima al monte Solano siamo rimaste nuovamente senza fiato e completamente estasiate. Per me era la prima che vedevo i Faraglioni, un panorama assurdo a 600 metri d’altezza..In una parola emozioni, ovviamente abbiamo scattato altre 3000 foto, noi siamo così

  • 8299 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social