I capoverdiani e la loro ospitalità

Ciao a tutti e buon anno, io sono Sabrina e questo è il mio viaggio nel paradiso terrestre. Io e il mio ragazzo Andrea, i primi di novembre, abbiamo prenotato questo viaggio a Capo Verde all’Isola di Sal, erano già ...

  • di Sabrina Tosetti
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Ciao a tutti e buon anno, io sono Sabrina e questo è il mio viaggio nel paradiso terrestre.

Io e il mio ragazzo Andrea, i primi di novembre, abbiamo prenotato questo viaggio a Capo Verde all’Isola di Sal, erano già diversi anni che volevamo festeggiare l’arrivo del nuovo anno al caldo e così quest’anno ce lo siamo concessi. All’ultimo si è aggiunto anche il nostro amico Max che è riuscito ad avere le ferie. Così eccoci tutti e tre pronti per partire per questa meta paradisiaca. Il 30 dicembre alle 22.00 siamo partiti dalla Malpensa con un volo charter della Livingstone, al banco dei Viaggi di Atlantide abbiamo avuto la prima sorpresa del viaggio, nel consegnarci i voucher dell’albergo scopriamo che ci hanno cambiato albergo, noi avevamo scelto il Sab Sab in mezza pensione e ci ritroviamo assegnato il Crioula in all inclusive, non male come cambio. Il volo è stato tranquillo e l’aereo abbastanza comodo ma la voglia di arrivare è tanta e durante queste 6 ore di volo la mente si è messa in moto per cercare di immaginarsi cosa ci stava aspettando a Capo Verde. Appena scendiamo dall’aereo il vento è forte ma l’aria ha un profumo particolare, non esagero nel dire che l’aria profuma!!! Dopo aver recuperato le valigie e smaltito le fasi burocratiche della dogana veniamo accolti dal responsabile dei Viaggi di Atlantide, un ragazzo capoverdiano completamente fuori di nome Tinè. Ci accompagna all’hotel Crioula dove ci consegnano le chiavi delle camere. Nonostante siano le 6 del mattino in Italia e le 4 a Capo Verde non abbiamo sonno, così andiamo in perlustrazione del villaggio e ci accorgiamo subito che il tempo che trascorreremo in quest’ isola ci rimarrà per sempre nel cuore.

Al mattino ci svegliamo abbastanza presto perché abbiamo l’incontro con Tinè per darci le coordinate del luogo e per la presentazione delle escursioni. Facciamo subito amicizia con un ragazzo di nome Giancarlo e con una coppia di nome Annalisa ed Enrico, abbiamo trascorso tutta la vacanza insieme a queste persone straordinarie, ci siamo trovati subito in sintonia ognuno con i propri tempi e i propri interessi ma alla fine sempre insieme. Colgo l’occasione per salutarli nella speranza che leggano questo racconto.

Le giornate nel villaggio scorrono tranquille, dopo aver fatto due parole con Tinè andiamo in spiaggia ed ecco la meraviglia davanti ai nostri occhi, la spiaggia davanti all’hotel è straordinaria, una distesa infinita di sabbia fine e bianca, per non parlare dei colori dell’oceano, azzurro - verde smeraldo e limpidissimo con delle onde bellissime e con grande sorpresa anche caldo, il tutto contornato da un forte vento tiepido. In pratica è come se ci fossimo addormentati alla sera e al mattino aprendo gli occhi ci ritrovassimo nel luogo più affascinante della terra ed in effetti è stato proprio così. Ci incantiamo a guardare l’orizzonte, ti toglie veramente le parole, ci distendiamo sugli asciugamani e ci riposiamo un po’ guardando l’oceano pieno di vele. Per ora di pranzo ci rechiamo nella sala del ristorante a buffet, c’è una scelta enorme di piatti, dall’antipasto al dolce tutto molto buono, persino la pasta e la pizza sono squisite. Ci rendiamo subito conto che sarà una vacanza non proprio dietetica, ma chi se ne frega siamo in vacanza...NO STRESS!!!! Il pomeriggio lo passiamo in piscina a leggere e a scherzare con i ragazzi dell’animazioni che sono davvero simpatici, bravi e con una voglia di divertirsi fuori dal mondo.

La sera dell’ultimo dell’anno si avvicina così andiamo a prepararci per la serata. Prima di cena nella piazzetta c’è l’aperitivo così ci ritroviamo tutti e sei li per iniziare a festeggiare, la serata sarà sicuramente molto lunga. Al nostro tavolo si unisce anche Tinè che ci racconta tutti i suoi viaggi in giro per il mondo e un po’ di invidia viene perché vedi questa persona nata in un’isola dimenticata dal mondo ma allo stesso tempo pieno di cultura e voglia di conoscere quello che c’è al di fuori della realtà capoverdiana, una persona straordinaria

  • 2254 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social