Il pontile e i bambini

Siamo partiti la fredda mattina del 19 ottobre da Rimini via Verona per Ilha do Sal Cabo Verde. Un viaggio tranquillo e di buona qualità anche il servizio della compagnia Neos (per essere un volo charter). Arrivati all'aeroporto di Espargos ...

  • di c.ruby
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Siamo partiti la fredda mattina del 19 ottobre da Rimini via Verona per Ilha do Sal Cabo Verde. Un viaggio tranquillo e di buona qualità anche il servizio della compagnia Neos (per essere un volo charter).

Arrivati all'aeroporto di Espargos a cavallo del mezzogiorno si è subito sentita la differenza di temperatura. All'aeroporto c'erano 32 C° ma la voglia di buttarsi nell'oceano color smeraldo era troppa per pensarci.

Pulmini organizzati dagli animatori del Bravo Club Vila do Farol e via al villaggio.

Eravamo 180 sul volo e tutti per il Bravo Club, ma non ho fatto attese lunghe per la sistemazione nella camera. Ottima organizzazione, non credevo. La struttura è più che discreta, pulite le camere, soprattutto se vi fate voler bene: cioè rispettate chi lavora dalla mattina alla sera per voi per pochi euro e vedrete che la camera sarà sempre uno specchio; qualche euro di mancia non fa mai male soprattutto se dato con cortesia e senza aspettarsi o pretendere chissà cosa. Il cibo è abbondante e per tutti i gusti; meravigliosamente buono il pesce.

Un po' piccolo il bar sulla terrazza, quando è pieno il villaggio che tiene circa 500 persone. Il personale è sempre carino e disponibile e per gli incovenienti tecnici solerte alle riparazioni ( a me si era bloccata l'aria condizionate e in un'ora tutto era a posto).

Sufficiente la piscina per ospitare chi non va al mare, ma vi assicuro che chi non ci va non sa cosa perde.

Una spiaggia lunga 350/400 metri prima di arrivare all'acqua; un mare cristallino, nessuna conchiglia, solo sabbia fine. E poi se ti giri: a destra il paese di Santa Maria ad 1 Km circa col suo caratteristico pontile; a sinistra spiaggia, spiaggia e spiaggia fino all'orizzonte delle dune.

Vi risparmio ulteriori racconti di mare e di escursioni che tanti già hanno descritto; vi segnalo tuttavia due cose interessanti per taluni "Turisti per caso" che dovessero andare a Cabo Verde.

1) Portate con voi materiale scolastico per i bambini, soprattutto quelli dei villaggi dove non ci sono strutture turistiche che visitate però nelle varie escursioni e consegnateli direttamente alla scuola o a allo sceriffo del villaggio. Non è necessario che sia materiale di marca, ma piuttosto che sia il più possibile. Noi avevamo il Bagaglio a Mano pieno solo di queste cose e vi assicuro che farete solo del bene. Non date niente ai bambini per strada, gli adulti cercano di educarli a non mendicare; sono un popolo povero ma molto dignitoso, rispettateli e vi ameranno molto.

2) Per chi vuole pescare senza spendere cifre, vi consiglio di andare all'Atlantis a noleggiare una canna da pesca (€ 2,50 per mezza giornata) e andare al pontile di Santa Maria (per il pesce meglio la mattina presto e dopo le 16). La troverete i ragazzi e i bambini che vi procureranno le esche. Io ho pescato diversi Bonito che sono una specie di Tonnetti fino ai 2,5 Kg e un pesce Palla enorme. Ma c'è chi è stato anche più fortunato.

3) Maschera e Boccaglio per andare a fare snorcheling sotto il pontile di legno: è pieno di pesce che neanche vi immaginate. E poi vedrete la mattina dopo le 10 i marinai che con le loro barchette portano a casa il pesce pescato. Se siete fortunati potrete vedere anche dei pesci spada, ma sicuramente pesci serra, tonni, pesci di scoglio di dimensioni enormi, pesci balestra, murene, ecc.

4) I medicinali da viaggio che sempre si devono portare, portateli al centro medico o dateli a qualche capoverdiano che ne hanno bisogno. Non lasciateli in albergo perchè vanno a finire nella loro infermeria Ragazzi vi assicuriamo che questa destinazione vale più di quello che si spende, almeno in settembre e ottobre. Non preoccupatevi del vento in questo periodo, non si sente. Se poi non ci fosse sarebbe un vero problema visto le temperature.

  • 1329 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social