Alla scoperta di Sal e Boavista

Viaggio in due delle principali isole di Capo Verde

  • di LucaGiramondo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Alla scoperta di Sal e Boavista (dal 22 al 30 Aprile 2015)

(by Luca, Sabrina e Leonardo)

Mercoledì 22 Aprile:

Anche quest’anno, nei ponti primaverili, decidiamo di fare un viaggetto, così la nostra giornata comincia molto presto: alle 3:30 suona la sveglia e alle 4:00 in punto, col buio totale, siamo pronti a prendere il via per questa nuova esperienza.

Lasciamo casa con un briciolo di dispiacere: sarà questo infatti, dopo tanti anni, il primo viaggio senza il nostro figlio più grande, Federico, che ha preferito rimanere a casa in vista del prossimo esame di maturità.

Noi tre superstiti, invece, torneremo nel continente africano per visitare Sal e Boavista, due isole di Capo Verde, minuscola repubblica resasi indipendente dal Portogallo nel 1975, situata seicento chilometri al largo di Dakar (in Senegal) e formata da altre sette sorelle abitate e alcuni scogli, o pseudo tali, disseminati nell’Oceano Atlantico.

Un quarto d’ora dopo la partenza entriamo in autostrada a Faenza e alle 4:45 siamo al Park to Fly di Bologna a lasciare l’auto … così alle 5:00 in punto varchiamo le porte dell’aeroporto Marconi.

Affrontiamo subito la fila al check-in e imbarchiamo le valigie, quindi, consumata una precoce colazione, oltrepassiamo i controlli di sicurezza e doganali e ci mettiamo in attesa nel nostro volo alla porta 24.

Mentre albeggia, poco prima delle 7:00, iniziano le operazioni d’imbarco e puntualissimo, alle 7:28, il Boeing 737-800 della compagnia di charter Neos prende quota (identificato come volo NO 3830) … ma ben presto comincia a scendere, perché ci aspetta uno scalo a Roma Fiumicino.

Atterriamo nell’aeroporto capitolino alle 8:02, cambiamo equipaggio, facciamo il pieno di carburante, carichiamo i passeggeri romani e spicchiamo nuovamente il volo alle 9:40.

Mentre ci apprestiamo ad attraversare il Mediterraneo sposto le lancette dell’orologio indietro di tre ore, sul fuso orario di Capo Verde, poi sorvoliamo la penisola iberica e guadagniamo l’Oceano Atlantico … Così volando parallelamente alle coste occidentali dell’Africa e passando sopra all’arcipelago delle Canarie (a noi ben noto), alle 12:56 locali atterriamo sull’isola di Boavista, terza in ordine di grandezza dello stato, con i suoi 620 chilometri quadrati, ma settima per numero di abitanti (circa diecimila) e quindi scarsamente popolata.

Usciamo dall’aereo e subito veniamo colpiti dal vento, piuttosto teso e fresco … fin troppo!

Superiamo i controlli doganali, recuperiamo i nostri bagagli e ci affidiamo ai rappresentanti dei Viaggi di Atlantide, nostro tour operator per questo viaggio.

Saliamo sull’apposito pulmino e con quello raggiungiamo Sal Rei, il capoluogo dell’isola, quindi nella sua periferia settentrionale il Marine Club Resort, che ci ospiterà per le prossime quattro notti.

Andiamo subito a pranzo, poi ci consegnano le chiavi della nostra stanza: la 103.

Ci mettiamo in tenuta balneare e prima di tutto ci fermiamo in piscina, in quanto Leo reclama con insistenza un bagno, ma ne esce ben presto, perché l’acqua è gelida, poi andiamo in spiaggia, ma il vento è molto fastidioso e pungente, allora cerchiamo il posto verosimilmente più riparato e in questo modo passiamo il pomeriggio … senza troppa gloria.

Alle 17:30 andiamo al briefing e lì organizziamo tutte le escursioni possibili, poi mi precipito a vedere in un maxi-schermo la partita di Champions Monaco-Juventus … così, mentre sono sportivamente impegnato, dalla camera Sabrina mi manda un messaggio che mi lascia impietrito: Leonardo ha la febbre alta! … E’ una stilettata al cuore: preferivo subire un gol dal Monaco, almeno c’era ancora la scappatoia dei supplementari!

Vado subito ad annullare l’escursione di domani … poi vedremo … Però se il buon giorno si vede dal mattino non credo sarà una vacanza coi fiocchi

  • 32433 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social