Perù e Bolivia: storia, natura e avventura (info utili e pratiche)

Dopo aver letto centinaia di pagine di diari di “colleghi” viaggiatori, vorrei ora dare il mio piccolo contributo a chi volesse intraprendere un viaggio fai-da-te in queste meravigliose terre

  • di TANIA MEZZETTI
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Non è il diario di ogni singola cosa fatta o vista (lasciando volutamente gli aggettivi “bellissimo, fantastico ecc..” agli occhi del visitatore) ma mi limito a dare qualche indicazione pratica, in base al nostro programma giornaliero di viaggio.

In generale:

1) se acquistate i ticket online, la carta di credito vi chiederà di generare un’ulteriore password: questo perché Perù e Bolivia sono considerati paesi a rischio e quindi necessitano di una protezione in più.

2) in realtà li abbiamo trovati paesi estremamente sicuri, anche di sera. Questo probabilmente perché qui nessuno muore di fame: la patata cresce ovunque, anche a 5000 metri e con pochissima acqua, per cui, anche chi non ha reddito riesce sempre a trovare qualcosa da mangiare.

3) la carta di credito è accettata solo nei grandi alberghi: gli hostal non sono attrezzati e si paga solo in contanti.

4) non sottovalutate il soroque (il mal d’altura) ma non preoccupatevi: ogni albergo, anche il più scalcinato, ha una bombola d’ossigeno e basta una “respirata” per mettersi a posto. Per chi volesse tentare una cura preventiva, provate con il ferro il mese prima di partire (consultate il vostro medico), a me però non è servito a nulla. Molto meglio e molto più sane le foglie di coca (che però hanno un gusto orribile, anche con il “sassolino” un alcaloide che viene venduto insieme alle foglie per amplificarne gli effetti e migliorarne il sapore).

5) portatevi un binocolo, non si sa mai che incontri potrete fare! (i condor volano vicinissimo alle teste dei turisti per cui non servono, a meno che non vogliate fargli la radiografia!)

6) a Machu Picchu piove spesso, ma non preoccupatevi perché dopo l’acquazzone seral-notturno, vi sveglierete con un sole bellissimo e caldissimo… dopotutto siete nella giungla, anche se a 2430 m

7) se fate il tour del sud della Bolivia, portatevi una torcia meglio se frontale, qualche salvietta umidificata perché praticamente non c’è acqua, un sacco del rusco per proteggere gli zaini dalla polvere, e un sacco a pelo d’alta quota perché fa veramente freddo (se non lo avete potete affittarlo all’agenzia)

30 luglio - sabato - Partenza da BO via Amsterdam (KLM) per Lima - Arrivo a Lima alle 18.10

Se si prenota il volo per tempo si riesce a spuntare tariffe davvero convenienti. Noi facciamo sempre una navigata su http://www.kayak.it/flights?ispredir=true prima di prenotare!

Pernottamento a Lima – Hotel Continental (55.00 $ BB) http://www.hotelcontinentallima.com/ingles/index1.html

NB: l’hotel è in posizione centrale, all’inizio del viale pedonale che porta a Plaza de Armas, ma la nostra stanza era veramente pessima (piccola, sporca e maleodorante). Provate in questo hotel, quando li ho contattati io a giugno, non avevano stanze disponibili: http://www.hostalbonbini.com/en/hostal.html

31 luglio – domenica - LIMA

Visita alla Plaza de Armas, cuore della città vecchia, con la grandiosa Cattedrale (XVI sec.) ove sono custodite le spoglie di Francisco Pizarro e il Palazzo del Governo (a mezzogiorno si può assistere al cambio della guardia). Tra le chiese coloniali assolutamente da non perdere: la Iglesia di San Francesco con il grandioso monastero e le labirintiche catacombe che custodiscono oltre 70.000 sepolture (vietato fotografare), la Iglesia de la Merced, luogo di pellegrinaggio dei limegni alla immessa croce lignea per chiedere la grazia, e, infine, la Iglesia de Santo Domingo (9-13) che custodisce, in una teca di vetro, i teschi dei santi più venerati dell’America latina

  • 27856 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Giuseppe Prato
    , 23/8/2012 15:31
    Bellissimo diario brava
  2. x il - mondo
    , 9/1/2012 08:59
    bravissima , molto utile per le tantissime informazioni
    ciao
    Paola

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social