Miniguida delle Canarie

Non è un diario di viaggio, ma una guida utile per chi si accingerà a visitare queste splendide isole

  • di angela29
    pubblicato il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

L’arcipelago delle Canarie appartiene alla Spagna e si trova nell’oceano Atlantico a nord ovest dell’Africa settentrionale. È formato da sette isole maggiori e sei minori: Fuerteventura e l’isolotto de Los Lobos; Lanzarote e gli isolotti di Alegranza, Graciosa, Montaña clara, Roque del Este, Roque del Oeste; Gran Canaria; Tenerife; La Gomera; La Palma e Hierro. Raggiungibili dall’Europa con la compagnia Iberia facendo scalo a Madrid o Barcellona oppure con la low cost Ryanair. Sono collegate tra di loro da voli della compagnia Bintercanarias www.bintercanarias.com e dalle compagnie di navigazione Naviera Armas www.naviera-armas.com, Fred Olsen Express www.fredolsen.es/en-us e Transmediterranea www.trasmediterranea.es. Pur essendo molto ventose godono di un microclima le cui temperature solitamente non superano i 25° in estate e non scendono sotto i 14° d’inverno, le medie stagionali si aggirano attorno ai 20°. Le zone meridionali sono quelle che più risentono del clima tropicale del vicino Sahara. Sebbene siano tutte di origine vulcanica hanno caratteristiche molto diverse tra loro.

FUERTEVENTURA

Raggiungibile con Ryanair da Bergamo e Pisa. È la seconda isola in ordine di grandezza dopo Tenerife ed è la più vicina all’Africa; priva di alture particolarmente elevate è un arido tavolato desertico a causa del vento sahariano che spira da sud. Fuerteventura è soprattutto mare; è il paradiso dei surfisti che qui trovano, in spiagge come El Cotillo, La Pared o Sotavento, le condizioni ottimali per praticare gli sports acquatici.

Da non perdere:

- Le bianche dune di Corralejo dalle acque smeraldine e le distese di sabbia della penisola di Jandia;

- L’isolotto di Los Lobos offre molti sentieri naturalistici in un paesaggio lunare; lo si raggiunge in traghetto dal porto di Corralejo: è un territorio vulcanico, parco nazionale dal 1982, adatto agli appassionati della natura;

- Per chi, invece, preferisce il turismo tradizionale Caleta de Fuste è la località con i grandi complessi alberghieri e la vita notturna;

Dal porto di Corralejo partono i collegamenti che in mezzora circa raggiungono Lanzarote.

LANZAROTE

Raggiungibile con Ryanair da Bergamo e Bologna. È l’isola più originale dell’arcipelago e, grazie all’opera dell’architetto Cèsar Manrique e dei suoi conterranei, nel 1993 divenne Riserva della Biosfera riuscendo a sviluppare un turismo di qualità mantenendo intatti i valori naturalistici e culturali. L’impronta di Manrique è presente in tutta l’isola, dai bizzarri monumenti al centro delle rotatorie spartitraffico, alla Casa Museo del Contadino ricavata dalla sua residenza a Tahiche. Sono sue opere: Jameos de Agua, Mirador del Rio, Cueva de los verdes, Jardin de cactus.

Da non perdere:

- La salita al Vulcano Timanfaya è possibile solamente o a dorso di dromedario o coi pullman del Parco Nazionale che effettuano alcune soste panoramiche lungo la Ruta de los volcanes e al ristorante panoramico El Diablo (di Manrique) dove la carne viene cucinata con il calore proveniente dalle viscere della terra;

- Il mercatino della domenica a Teguise propone manufatti artigianali in ceramica, lava e olivina (la pietra originaria dell’isola);

- Vale la pena di fermarsi a Yaiza per i suoi giardini cittadini e alla vicina Uga, un tranquillo paesino dalle candide abitazioni;

- Harìa vanta la più importante distesa di palme dell’isola;

Le spiagge

- El Papagayo (parco naturale protetto) di fine sabbia dorata e mare calmo;

- Playa Quemada, sabbia vulcanica nera e mare tranquillo;

- Famara sabbia dorata in zona molto ventosa; per surfisti;

- El Golfo: davanti a un mare agitato una lunga striscia di sabbia nera con alle spalle le verdi acque della laguna de Los Clicos, ai piedi di un cratere semisommerso;

- El Caleton blanco: sabbia bianca intervallata da rocce laviche nere che formano delle piscine naturali (lungo LZ-1 1 km a sud del centro abitato di Orzòla);

- Caleta de Sebo sull’isola de La Graciosa: si raggiunge coi traghetti che partono dal porto di Orzola;

- Cala Francese sull’isola de La Graciosa: sabbia dorata e mare tranquillo in un ambiente protetto - Per la vita notturna e gli insediamenti turistici da segnalare Puerto del Carmen e Playa Blanca

  • 69742 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Wrangler Dave
    , 20/7/2016 13:27
    Vorrei aggiungere la Compagnia del Biscotto " Compañía de la Galleta " sono nella zona più elegante dell'isola di Gran Canaria , in Meloneras e fanno biscotti artigianali con sapori tropicali in scatole bellissime !!Saluti allo staff!! http://companiadelagalleta.es
    https://www.facebook.com/companiadelagalleta

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social