Glacier-Waterton International Peace Park

Visita a due bellissimi parchi di montagna tra il Montana e l’Alberta dove l’orso è di casa

  • di balzax
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Parallela alla US 2 highway corre la linea ferroviaria panoramica Empire Builder della Amtrak, che collega Chicago con Seattle e ha due fermate proprio alle porte del parco. Molti visitatori giungono qui proprio col treno.

Il punto delle capre

Lungo la highway ci sono alcuni punti di osservazione, tra cui il “goat lick overlook”, il punto delle capre, posto proprio davanti al ponte ferroviario arroccato su un crinale di montagna: se volete fare una bella foto al treno dell’Amtrak sospeso sul ponte di legno, tenete presente che transita di qui tutti i giorni verso le 8 e mezza di mattina. Il “goat lick” è a un centinaio di metri di distanza sulla destra, lungo il fiume Flathead. Il “lick” è un ripidissimo pendio scosceso ricco di sale, sul quale le capre di montagna zampettano mantenendosi miracolosamente in equilibrio senza alcuna difficoltà apparente. Le bianche caprette dalla barbetta mefistofelica leccano la superficie alla ricerca di sali di calcio, potassio e magnesio per reintegrare le perdite di questi minerali a cui vanno incontro durante l’inverno. Per inquadrarle bene ci vuole un teleobiettivo.

Two Medicine Lake e il problema delle cozze di montagna

Proseguendo lungo la US 2 si raggiunge l’East Glacier gate e da qui la prima delle strade che virano verso l’interno lungo le vallate che si aprono nel parco, quella che porta ai laghi Two Medicine incastonati tra i monti. I paesaggi lungo il percorso sono incantevoli. Le vette delle Rocky Mountains qui assumono un colore bruno-violetto, con cappuccio bianco di neve che ancora si deve sciogliere. Già da questa prima visione ci si rende conto che i ghiacciai purtroppo stanno scomparendo e oggi rimangono solo le morene scoperte. Arrivati al secondo lago, un cartello avverte che la navigazione su tutti i laghi del parco è interdetta a causa della proliferazione di molluschi che stanno infestando le acque. Si tratta di mitili d’acqua dolce simili a cozze del genere dreissena, dette “quagga” e “zebra”. I molluschi si riproducono rapidamente e crescono a migliaia e migliaia soprattutto in prossimità dei pontili, dei docks e dei canali di scolo. Questi ospiti indesiderati sottraggono ossigeno e nutrienti all’ambiente lacustre, riducono la disponibilità di zooplancton e producono di conseguenza una forte diminuzione della popolazione di trote, salmerini e ciprinidi che si trovano in scarsità di risorse alimentari, mentre le alghe sono già quasi del tutto scomparse.

Le imbarcazioni, sul cui fondo i molluschi aderiscono, sarebbero un veicolo di diffusione dell’infestazione verso altri punti dei laghi non ancora toccati dai maledetti bivalvi. Di conseguenza, la autorità del parco hanno preso la drastica decisione di proibire la navigazione, sia pubblica che privata.

Nel secondo dei laghi Two Medicine, “the lake of the rising wolf mountain” (il lago della montagna del lupo che sale) è possibile fare un po’ di kayak, ma solo con quelli forniti dall’organizzazione che vengono accuratamente bonificati ogni due giorni.

Mai e poi mai avrei pensato che le cozze potessero costituire un problema per i laghi di montagna.

Going to the sun road – tratto Est

Da Two Medicine ritorno alla US 89 proseguendo verso il centro di visitatori di St Mary, che è il più importante del parco e anche il posto più fornito per comprare dei souvenir. Il trasferimento è abbastanza lungo (50 km circa), ma la strada è bella, corre su e giù per le colline aprendosi ogni tanto in viewpoints che offrono scorci dei laghi e dei ghiacciai ancora compatti. In alcuni punti ci sono raffigurazioni e ricostruzioni che ricordano l’insediamento indiano in questo territorio da parte delle tribù Corvi e Piedi Neri

  • 4533 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social