Un tuffo tra i grattacieli e nella natura

Una persona che conosco dice spesso che chi viaggia vive sempre due volte e ogni volta che lo faccio ne rimango sempre piu' convinto. Domenica 21 Agosto 2005 Partenza da Milano Linate con volo di linea della KLM e arrivo ...

  • di bertolani
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
 

Una persona che conosco dice spesso che chi viaggia vive sempre due volte e ogni volta che lo faccio ne rimango sempre piu' convinto.

Domenica 21 Agosto 2005 Partenza da Milano Linate con volo di linea della KLM e arrivo nello splendido aereoporto di Amsterdam dopo circa un'ora e mezza di viaggio . Si ritarda di oltre 2 ore per guasto tecnico prima di ripartire.L'attesa non e' delle piu' distensive rcordando i disastri aerei degli ultimi giorni. Finalmente si decolla e dopo altre 7 ore di volo si atterra a Montreal con un sospiro di sollievo.Il tempo e' incerto e fresco.

Con due autobus e il metro' si riesce a raggiungere l'hotel che con un po' di sorpresa si trova in un piccolo quartiere a "luci rosse"nei pressi di una grande arteria.E' ormai sera ma si esce quasi subito per un primo contatto con questa grande citta'che il giorno seguente visiteremo a piedi.Con una lunga paseggiata si raggiunge la vecchia Montreal che si snoda vicino al porto e dove una miriade di ristorantini fa rivivere un'atmosfera tipicamente francese.Tutti parlano questa lingua.

Si rientra alle 23 (ore 4 del mattino italiane) per il primo desiderato riposo in terra canadese.

Lunedi' 22 Agosto Si ritorna a visitare con piu' attenzione la "Old Montreal"che si trova adagiata sul fiume S.Lorenzo e ci fa scoprire il vecchio Municipio antistante una variopinta e vivace piazza ,un antico centro commerciale e un piccolo castello,tutti elementi che urbanisticamente contrastano con le moderne "banchine" del porto antistante.

La vera e propria "downtown" della citta' e' invece tutto un susseguirsi di grattacieli e modernissimi centri commerciali che finiscono per estendersi anche nelle aree sotto la superficie stradale caratterizzando quella che viene chiamata la "citta' sotterranea"che d'inverno offre riparo dal freddo particolarmente intenso.Considerata l'immensita' degli spazi commerciali,in questi luoghi sicuramente le donne possono trovare il loro paradiso.

La modernita' dell'area viene interrotta da una vecchia e bella cattedrale con un interno che ricorda in scala ridotta quello di San Pietro in Roma.Ai lati della chiesa una piccola artistica cappella sembra essere il luogo ideale per celebrare matrimoni.

Dalla zona centrale della citta',l'ufficio del turismo indica come raggiungere l'immensa collina sovrastante; la salita al Mont Royal e' lunga e faticosa e cala un po' di sconforto quando ci si accorge che il luogo viene raggiunto anche da comodi autobus .Tutto viene ricompensato dalla esilarante vista su tutta la citta' e il grande fiume.Alcuni canadesi corrono nel parco, altri vanno in bicicletta impegnandosi fisicamente come dei veri sportivi. Il bosco e i piccoli prati circostanti sono pieni di scoiattoli che non sembrano provare alcun disagio dalla presenza dell'uomo.Qualcuno di essi si fa' fotografare in posa curiosa altri ne approfittano per mangiare le bricciole lasciate dalle "soste panino"dei turisti.

Si rientra dopo un'altra lunghissima camminata lungo i boschi del pendio che porta verso l'Av.Nue St .Laurent una delle vie piu' frequentate della citta' dove si trova l'albergo.

Si conclude la giornata, anzi la serata con la curiosita' di visitare il famoso "casino' " che si trova su un'isola in mezzo al fiume.L'area e' dominata da un enorme moderno palazzo dove i canadesi e turisti affollano le sale vivacizzate da fontane e mostruose afrodisiache slot machines;esse devono rappresentare,insieme alle tasse,la risorsa finanziaria piu' importante della citta'. La verifica di quanto detto e' immediata perche' riesco a perdere trenta dollari in tre minuti esatti di orologio

  • 742 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social