Canada e Stati Uniti orientali… on the road

A zonzo per Montreal, Boston, New York e Washington

  • di fechicca
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

- 16/08/2016

Volo Venezia-Toronto con AirCanada. Arriviamo alle 15 ora locale e optiamo per un taxi fino all’albergo per lasciare le valigie ed immergerci subito nella capitale commerciale e finanziaria del Canada. Residence Inn Toronto downtown entertainment district, in Wellington street comodissimo, immediatamente sotto la CN Tower. Colazione variegata e molto buona, personale gentile. Facciamo una bella passeggiata attraversando China town e kensington market… la sera sushi da asporto e si riposa.

- 17/08/2016

In taxi raggiungiamo la compagnia di noleggio auto “Discount” poco fuori Toronto, in Dixon Road. Sicuramente sarebbe stato più comodo noleggiarla direttamente in centro, ma si parlava di ben altre cifre… Partiamo alla buonora per Algonquin Provincial Park. Abbiamo scelto questa tappa perché punto di passaggio fra la foresta settentrionale di conifere e quella meridionale di aceri, faggi e betulle. La fauna è molto ricca, include orsi (uno ci ha attraversato la strada!), cervi, castori, lupi… ovviamente in questa stagione non si apprezzano i colori caldi dell’autunno ma è una meraviglia ugualmente. Raggiungiamo Spring Lake Resort, un delizioso resort all’inizio del parco con le camere affacciate a un laghetto e un bello spazio verde per picnic o per riposare. Insieme alle camere ci consegnano anche il pass per entrare nel parco che vale 10 dollari. Raccolte informazioni e mappe partiamo subito all’esplorazione di un piccolo sentiero pieno di scoiattoli, il Whiskey Rapids. Verso sera una leggera pioggia rinfresca la calda giornata, noi ci riposiamo in giardino e poi ci dirigiamo ad Huntsville per una passeggiata. Delizioso paesino affacciato a un lago è stupendo da vedere al tramonto quando il sole scompare sotto l’acqua e il paesaggio si tinge di arancione. Ceniamo al The dock pub con sottofondo musica dal vivo di un tipico canadese.

- 18/08/2016

Decidiamo di fare colazione da Erika’s una tipica backery che offre ottimi dolci ma anche sandwich e brezel ripieni fatti sul momento. L’atmosfera è quella di un film: persone del posto, profumi, natura… indimenticabile. Oggi decidiamo di percorrere tutta la strada del parco in macchina fino al Beaver Point per vedere i castori. Percorso bellissimo che raggiunge un’altura dalla quale la vista è maestosa. Infine vediamo i castori all’opera per una diga alta circa 2 metri. Mangiamo in riva a un fiume, noi 4, solo noi e il silenzio. Al pomeriggio ci rechiamo al The Portage Store per noleggiare le canoe. Abbiamo scelto di prenderne 2 a 2 posti 4 ore e raggiungere il posto dove si avvistano alci. Purtroppo forse per il caldo non ne abbiamo visti ma l’esperienza è stata bellissima! La sera ceniamo da Caytie’s cookhouse posto particolarmente tipico anche se non eccezionale il cibo.

- 19/08/2016

Colazione immancabile da Erika’s che sicuramente ci mancherà, facciamo benzina (rimpiangeremo i prezzi in Italia) e attraversiamo il parco acquistando un nuovo permesso per percorrere la strada che costa 17 Cad. Usciamo dal parco e andiamo in direzione Ottawa- Montreal. La strada è molto particolare, tipiche case canadesi in legno, poggioli, sedie in legno del Muskoka di ogni colore, giardini e prati impeccabili e pick up rigorosamente parcheggiati davanti. Arrivare a Montreal è facile, parcheggiamo direttamente in centro all’ospedale. Facile anche da girare a piedi è un’affascinante fusione di tradizione europea in particolare francese (occhio: qui si parla solo francese!!!) e americana. Verso tardo pomeriggio ripartiamo …. Direzione Stai Uniti! Giungiamo alla frontiera dove si effettuano i controlli di routine, arriviamo nel Vermont e nella cittadina di Colchester. Lasciamo i bagagli al Motel 6 e usciamo la sera e ceniamo al Waterworks, un locale tipico sul fiume con produzione propria di birra….. dal gusto un po’ particolare…

- 20/08/2016

Colazione deliziosa al Vermon Begol Bakery e partenza per Boston! Direzione East Coast!!! Anche entrare a Boston è stato facilissimo e parcheggiamo al Dock sq. Garage proprio in centro. Già dai primi passi ci innamoriamo di questa città vivace e inaspettata. Il Quincy Market è incredibile, la vista si perde tra tutti i negozi e botteghe e l’enorme varietà di cibo e profumi. Non resistiamo al Lobster roll con zuppa di vongole mangiati seduti in una panchina in mezzo a una libreria free.. Ci rilassiamo sul parco e poi prendiamo la metro rossa per visitare l’università di Harvard a Cambridge. Il rosso dei mattoni degli edifici padroneggia circondato dal verde dei parchi e ci immaginiamo al posto di quella tranquillità la vita frenetica degli studenti in tempo di corsi. Ripartiamo per Cape Cod.

Ecco, in questa penisola sabbiosa sarei rimasta molti più giorni. Le case sono perfette, i giardini perfetti, il profumo di mare e la quiete di un villaggio di vacanza. I colori tenui azzurri e bianchi ci accompagnano fino a vedere il tramonto proprio sull’oceano.

Alloggiamo al Yankee Village Motel, bello fuori ma invivibile dentro…. E’ sabato sera, i ristoranti sono pieni e chiudono presto

  • 12535 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. diggy65
    , 21/4/2017 21:47
    salute , vi chiedo cortesemente se siete andati a boston con l'auto noleggiata in canada perchè anche io volevo fare lo stesso ma non trovo nessuna compagnia che mi fa lasciare l'auto a boston
    grazie saluti

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social