Canada: melting pot anche a tavola!

Con il mondo come ispirazione, i canadesi hanno naturalizzato tutto il meglio...

 

Come è logico attendersi, il tratto principale della gastronomia canadese è l’ibridazione di varie cucine soprattutto europee con forti influenze orientali. Anche qui, come negli Stati Uniti e in Australia, immigrati da tutto il mondo hanno costruito insime il “melting pot”, la pentola comune con risultati a volte molto interessanti, altre meno, specialmente per i palati italiani. Ma attenzione ai pregiudizi! Perché il melting pot canadese è forse l’unico capace di riuscire a entusiasmare perfino boccucce difficili come le nostre.

I canadesi amano i prodotti di qualità, cucinare e mangiare bene. E avendo il mondo come ispirazione hanno scelto il meglio in termini di ricette e procedure da adattare ai prodotti locali. La regione più rinomata è il Québec, dove si è sviluppata prima una cucina tradizionale, poi una nuova cucina sulle solide basi dell’influenza francese. Fra i piatti tradizionali segnalo il creton francais, simile al foie-gras; la tourtière, una torta salata ripiena di carne di maiale e manzo; il cipaille un timballo di pasta sfoglia ripieno di carni di manzo, maiale, tacchino, pollo, coniglio; la zuppa d’aragosta delle Iles de la Madeleine; le crépes et sucre d’erable, crepes con zucchero d’acero, le beigne es e le coquignoles, ciambelle da gustare con lo sciroppo d’acero. Interessanti i formaggi, le birre locali, il sidro, l’idromele. C’è perfino un vino, l'ice-wine, ricavato da uve gelate.

Se il Québec ha il primato, il resto del paese non sfigura. Il pesce è eccellente ovunque vale la pena assaggiare specie sconosciute nel Mediterraneo come il goldeye di Winnipeg, spesso servito affumicato o i salmerini artici. Per gli amanti del crudo ci sono ostriche, cozze, granchi e una varietà interessantissima di molluschi e crostacei molti dei quali sconosciuti ai nostri mari.

Infine, qualche appunto di viaggio: nel Manitoba cresce il riso selvatico migliore del mondo, nell’Ontario assaggerete una cucina con un’interessante l’influenza tedesca, il prodotto tipico del New Brunsick è una’alga squisita che si chiama dulse. Ovunque troverete lo squisito bagel, il pane fatto con un impasto prima bollito e poi infornato.

A Montreal le vie dei ristoranti dove farsi cogliere dall’ispirazione sono Rue St. Laurent e Rue St. Denis. Se volete un indirizzo: Le club chasse et peche , 423, rue St-Claude Montreal, Québec.

A Toronto vi consiglio il Canoe Restaurant & Bar, 54th Floor TD Bank Tower 66 Wellington St. W Toronto, Ontario M5K 1H6. Ma Se volete provare l’ebrezza della cucina nativa in un ambiente ricostruito andate a Wendake al Sagamité, 10 Bastien Boulevard Wendake (Québec) G0A 4V0 Tel: (418) 847-6999.

  • 1427 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Francesco Perrone
    , 8/4/2011 18:41
    Salve sono Francesco Perrone presidente dell'associazione
    AGGIUNGI UN TURISTA A TAVOLA
    certo di farvi cosa gradita vi invio il link del blog
    http://aggiungiunturistaatavola.blogspot.com
    e la nostra offerta turistica
    L’associazione « Aggiungi un Turista a Tavola » nasce con l’intento di promuovere il movimento turistico nel Salento, attraverso una originale modalità di accoglienza.
    Essa, infatti, intende riunire sotto la presente forma associativa quelle realtà familiari che, legate fortemente alla tradizione culinaria salentina, siano disponibili ad accogliere il turista (e la sua famiglia), durante i loro pranzi o cene.
    In tal modo, chi viene a visitare il nostro splendido Salento, si troverà direttamente a contatto con le realtà familiari delle nostre terre, avendo la possibilità di degustare insieme alla cuoca i piatti tipici della tradizione, imparare i trucchi del « mestiere », ascoltare i racconti dei nonni della famiglia ospitante, sentir parlare il dialetto locale (o il griko), ed assaporare – oltre che il pranzo o la cena tipica, seduti allo stesso tavolo della famiglia – i ritmi, i profumi, i colori, l’idioma e quant’altro rende questo territorio mèta privilegiata di turisti italiani e stranieri.
    L’associazione, quindi, attraverso un sito web ed un blog, promuove, organizza ed eventualmente gestisce l’incontro a tavola tra famiglie locali e famiglie di turisti italiani e stranieri che visitano e soggiornano nel territorio Salentino.
    In tal modo, l’associazione punta a valorizzare, sviluppare e tutelare il territorio e le sue risorse in ottica di sostenibilità, nonché valorizzare la cultura a tavola come veicolo d’incontro, d’aggregazione e di socializzazione al fine di creare comunità.
    Non a caso, l’ospitalità e l’accoglienza sono nel DNA dei Salentini.

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social