Quebec e cascate del Niagara

PREMESSA Durata del viaggio: tre settimane; Spesa complessiva per due persone: circa €5.500 Compagnia aerea: British Airways (voli prenotati tramite CTS – costo di circa €1.800, andata e ritorno); Autonoleggio: Alamo (prenotato come sopra); Percorrenza: circa 4.500km; Guida utilizzata: Lonely ...

  • di wlapappa
    pubblicato il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500
 

PREMESSA Durata del viaggio: tre settimane; Spesa complessiva per due persone: circa €5.500 Compagnia aerea: British Airways (voli prenotati tramite CTS – costo di circa €1.800, andata e ritorno); Autonoleggio: Alamo (prenotato come sopra); Percorrenza: circa 4.500km; Guida utilizzata: Lonely Planet; I prezzi eventualmente indicati si intendono in dollari canadesi (per semplicità: $) il cui cambio è di circa 1,41 dollari candaesi per un euro (rilevato dall’estratto conto della carta di credito).

2 AGOSTO: ITALIA – TORONTO Il volo partiva da Malpensa e prevedeva scalo ad Heatrow, dove bisogna mettere in conto lunghe code per i controlli di sicurezza (ti fanno sistematicamente togliere le scarpe). Per fortuna il volo in coincidenza aveva un buon margine e siamo riusciti a prenderlo, nonostante il cambio di terminal (il che implica un trasferimento in bus di circa 15 minuti).

All’arrivo abbiamo ritirato la macchina (una Economy che poteva fare da custodia alla nostra Clio!) e ci siamo diretti al Global Village Backpackers, una sorta di ostello molto informale che avevamo prenotato via internet. Il posto lo consigliamo per la posizione centralissima, i prezzi bassi e l’atmosfera amichevole però va detto che le camere sono senz’aria condizionata (a Toronto, d’estate, se ne sente il bisogno) e, almeno la nostra, dava sulla strada perciò era rumorosa. In compenso l’ostello comprendeva anche un pub che di sera era molto animato.

3 AGOSTO: NIAGARA FALLS La tappa alle cascate è assolutamente d’obbligo: occorre mettere in conto un’intera giornata e, vi assicuro, ne vale la pena. Il consiglio è quello di arrivare sufficientemente presto la mattina (il fuso orario dovrebbe aiutare), cioè non oltre le 9,30 (da Torono ci vuole circa un’ora e mezza di macchina) in modo da trovare parcheggio. In alternativa si possono prenotare le escursioni guidate (anche il nostro ostello le organizzava), con pullman biglietti e quant’altro, ma per noi due il viaggio non deve essere “troppo” organizzato perché altrimenti sembra finto.

Da non perdere: la passeggiata lungo il parapetto (si può quasi toccare il fiume) che offre un’infinità di punti di vista, l’escursione con la “Maid of the mist” ed una capatina alla cittadina di Niagara on the Lake, dove abbiamo avuto modo anche di assaggiare il tipico ice wine, cioè un vino ottenuto da uve lasciate seccare e “bruciare” dal ghiaccio (la vendemmia si fa a marzo) e che per questo motivo è particolarmente ricco di zuccheri ed aromi (dalla scarsità del raccolto ne deriva anche un prezzo elevato: non meno di $60,00 per una bottiglia di 375ml). Lo spettacolo delle cascate sta sicuramente nella maestosità e grandiosità della natura: la massa d’acqua è enorme e la caduta da un’altezza di circa 50m produce un fragore tale da restarti in testa per un’intera giornata.

Da evitare (o comunque non rilevante): la passeggiata dietro le cascate perché a parte il muro d’acqua non si vede altro.

4 AGOSTO: TORONTO Diciamo subito che la più “americana” delle città canadesi non ha molto da offrire per cui consigliamo di fermarvisi per lo stretto necessario. Gli appassionati di Hockey (noi non lo siamo) potranno visitare il palazzetto dello sport mentre gli amanti delle code potranno salire sulla CN Tower (abbiamo scoperto nostro malgrado che la coda per salire durava un’ora – un’ora e mezza, e poi a scendere di nuovo la stessa coda, a meno che voi non prenotiate la cena al ristorante sulla piattaforma girevole).

Ciò che ci sentiamo di consigliare invece è una passeggiata nella Distillery: un vecchio sito industriale di produzione di alcolici ristrutturato e ricco di gallerie d’arte (le città del Canada ne sono piene: le opere sono generalmente accattivanti, ma i prezzi sono spesso esorbitanti), di caffè e negozietti

  • 6981 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social