Canada tra natura e silenzi

La meta dell’estate 2007 ha sorpreso non poco il mio fidanzato Andrea infatti quando gli ho comunicato che volevo andare in Canada ha strabuzzato gli occhi incredulo ma dopo il primo sconcerto si è appassionato anche lui alla meta. Tutto ...

  • di GLORIA78
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

La meta dell’estate 2007 ha sorpreso non poco il mio fidanzato Andrea infatti quando gli ho comunicato che volevo andare in Canada ha strabuzzato gli occhi incredulo ma dopo il primo sconcerto si è appassionato anche lui alla meta.

Tutto è partito dalla mia voglia di andare a visitare le tanto famose cascate del Niagara e documentandomi con mia grande sorpresa scopro che in parte sono in Canada e allora che fare? Ovviamente si parte e si incomincia a organizzare il viaggio.

Prima del resoconto alcuni piccoli consigli: Alloggi: noi ci siamo trovati davvero bene in tutti i b&b in cui ci siamo fermati (qualora siate interessati ho tutti gli indirizzi) sono confortevoli, puliti e vi consigliamo di fermarvi a chiacchierare con i proprietari, anche se il vostro inglese non è dei migliori, noi abbiamo sempre trovate persone disponibili, gentili e desiderose di conoscere e farsi conoscere. Potete trovarli attraverso i siti internet dedicati alle varie regioni canadesi e contattarli tramite e-mail. Cibo: non c’è una vera e propria cucina canadese, vi è una mescolanza di cucina come di culture comunque con un po’ di spirito di adattamento abbiamo sempre mangiato bene e spendendo poco (intorno ai 30 – 40 dollari canadesi in due). Consiglio di fermarvi nei tipici bar al lato della strada e gustarvi una vera colazione canadese uno spettacolo! Strade: sono ampie e ben tenute anche le città sono semplici da girare consiglio sempre di fermarvi ad un punto informazioni turistiche nei pressi del luogo che volete raggiungere perché il personale è sempre molto gentile e disponibile a mostrarvi la strada per raggiungere il vostro alloggio o a trovarvene uno qualora non lo aveste.

Acquisti: i prezzi sono convenienti noi abbiamo notato che la vita costa meno rispetto a Milano e si trovano anche negozi molto carini che vendono articoli di artigianato, consiglio soprattutto i negozi di Quebec city, qui abbiamo fatto l’80% dei nostri acquisti. (ho trovato anche il caban che mi era stato commissionato da mio padre e da mio cognato) Valigia: se siete intenzionati ad arrivare sino a Tadoussac per l’avvistamento delle balene consiglio di non scordarvi pile, guanti, cappello e anche un piumino (noi avevamo portato due giacche invernali e sono state utilissime), per il resto dei luoghi visitati le temperature sono molto simili alle nostre ma una felpa per la sera è indispensabile e magari anche una giacca leggera (se non l’avete capito io sono una tipa un po’ freddolosa).

Un ultimo consiglio lasciate un po’ di tempo per ammirare il fiume, per passeggiare, chiacchierare e ascoltare i silenzi canadesi ne porterete a casa un ricordo indimenticabile.

Ecco il nostro itinerario: Montreal – 3 notti Quebec city – 2 notti Tadoussac – 2 notti Trois Rivers – 1 notte Kingstom – 1 notte New Castle – 1 notte Saint Jacob – 1 notte Niagara Falls – 3 notti Toronto – 2 notti Partenza il 17/08/2007 – ritorno il 2/09/2007.

Andiamo con ordine: il giro è quello del Quebec e dell’Ontario con arrivo a Montreal e partenza da Toronto, entrambi i voli con KLM partenza da Milano Malpensa e scalo ad Amsterdam.

Dopo una lunga attesa e molte ore passate in internet siamo pronti per partire.

I primi due giorni li trascorriamo a Montreal una città non particolarmente bella fatta eccezione per la parte vecchia e Parc Mont Royal da cui si ha una magnifica visuale e su cui consiglio di salirci a piedi è una passeggiata favolosa in mezzo alla natura, agli scoiattoli e al silenzio. Meritano una visita anche le isole di fronte alla città

  • 3219 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social