Isola di Brac in camper e vespa (in Croazia)

In Croazia con il profumo di ginestre, salvia, rosmarino e timo, tra le sassose colline coltivate a viti, ulivi e fichi con pennellate di color azzurro, giallo, verde e cobalto

  • di 2perplesso
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

1210 km in camper e 250 in vespa, 1259 foto, 6 giorni, 2 persone.

Dovevamo andare in Liguria per fine maggio, invece tutti i campeggi erano esauriti e abbiamo cambiato itinerario. E’ stata una bella pensata, perchè la meta Croazia per noi è sempre affascinante. Abbiamo percorso 600 chilometri da Pordenone, a Bol, nell’isola di Brac, di fronte a Spalato e Silvano era veramente stanco, ma avevamo raggiunto il posto più bello in assoluto dell’isola e giusti per l’ora di cena ed il tramonto. La strada ha avuto un percorso misto, perché potevamo prendere l’autostrada da Rijeka a Spalato, ma noi abbiamo preferito percorrere la strada litoranea dal ponte di Krk a Senj e poi ricollegarci all’autostrada e uscire a Spalato, seguendo poi la segnalazione per i traghetti al porto.

La Jadrolinija fa un servizio impeccabile con attraversata di un’ora sino a Supetar, con partenze ogni ora e mezza. Noi in due con il camper sino a 7 metri abbiamo pagato 411 kune (circa 55 euro solo andata). Non ho fatto a/r perché c’era anche un’altra possibilità su Makarska, partendo da Sumartin.

L’isola di Brac è la terza dell’Adriatico e la sua fama è dovuta alla sua natura incontaminata, alla famosa spiaggia di Zlatni Rat, alla pietra bianca e agli scalpellini, famosi in tutto il mondo, con cui sono stati costruiti tra gli altri il Palazzo di Diocleziano a Spalato, il Reichstag di Berlino e la Casa Bianca a Washington. La costa naturale di Bol, lunga 3650 m., è il motivo principale per cui Bol sia diventata una delle principali destinazioni turistiche della Croazia ed è veramente un paradiso con spiagge di sassolini piccoli e rotondi ed un mare limpido.

Il versante settentrionale dell'isola ha un aspetto tipicamente carsico, con valli e creste, nella parte centrale sono concentrati i vigneti, mentre attorno ai paesi abbondano gli orti, oliveti e frutteti delle famose marasche che vengono usate per la produzione del rinomato e apprezzato "Maraschino". Non abbiamo visto la lavanda, ma mi dicono che sono grandi produttori di saponi con questa fragranza. Sull'isola non ci sono corsi d'acqua - le poche sorgenti ci concentrano attorno a Bol e anche se l'isola è servita da acquedotto le case hanno tutte la tradizionale cisterna per la raccolta dell'acqua piovana.

Prima di partire ho cercato un campeggio vicino al mare, con internet e abbiamo scelto Mario n.1 (attenzione: ce ne sono due, ma uno non è sul mare, anche se più attrezzato): molto, molto spartano ma in riva al mare, con vista su Zlatni Rat. Siamo a poco più di due km. dal centro del paese, ma abbiamo la vespa.

Andiamo a cena nelle vicinanze, al Ristorante Mali Raj, di classe, che merita sicuramente una recensione più che positiva in un ambiente rilassante, immerso nel verde con un ottimo servizio e ha una cucina di livello superiore, parlano italiano, ma la qualità si paga… un po’ caro! Provati altri ristoranti, ma siamo ritornati l’ultima sera.

Mi sono svegliata presto stamattina, avevo la smania di vedere lo spettacolo... Circondata da un mare cristallino ed ombreggiata da una bellissima pineta, la spiaggia di Zlatni Rat, o Corno d’Oro, è un puro miracolo della natura, con la sua forma famosa a corno di circa 500 metri, e la sua punta che cambia posizione con le variazioni delle maree, delle correnti e del vento ed un colore da mare caraibico. La parte a ovest è spiaggia naturista ed anche la più ventilata. Contenti i wind surf… Zlatni Rat è raggiungibile dal centro di Bol a piedi per 2 km, lungo un viale alberato, in estate con un trenino o in barca con il servizio dei taxi boat. Ma spesso ci sono taxi collettivi che portano in giro i turisti e sono disponibili per 24 ore

  • 19508 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social