Il sud della Gran Bretagna in camper

Dover, Canterbury, Portsmouth, Torquay, Tintagel, Salisbury…

  • di Linda Liga
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

2 persone – partenza da Reggio Emilia 30 maggio alla sera – ritorno il 9 giugno al pomeriggio – mezzo di trasporto utilizzato: camper – spesa complessiva dell’intera vacanza 1.400 euro circa

Anche il 30 maggio finalmente arriva e, dopo un venerdì intenso in ufficio, io e mio marito Luca siamo pronti per partire, dobbiamo solo caricare il camper. La nostra prima meta è il porto di Calais in Francia, dove prenderemo il traghetto per raggiungere Dover.

Riusciamo a metterci in marcia verso le ore 20.00 e poco dopo dobbiamo già fermarci in autogrill per cenare. Ce la prendiamo con calma siccome il traghetto lo abbiamo prenotato per domenica mattina ore 7.30. Questa prima notte la trascorriamo nel parcheggio dell’autogrill al passo del San Gottardo. Il mattino successivo ci rimettiamo in viaggio alla volta di Calais dove, dopo aver attraversato la Francia, arriviamo verso le 22.00. Passare per la Francia non è stata una buona idea visto che le autostrade francesi, oltre ad essere molto noiose, sono anche decisamente molto care. Di autostrada (compreso gli importi pagati in Italia e in Svizzera) spediamo circa 150,00 euro, troppo per i nostri gusti. L’unica cosa positiva è che la Francia ha degli bei autogrill, molto grandi e verdi per cui è in piacere fermarci di tanto in tanto per una sosta. Come dicevo, arriviamo a Calais verso le 22.00 e, considerato che abbiamo già i biglietti del traghetto, non facciamo altro che prepararci per andare a dormire. Il traghetto lo abbiamo prenotato on line circa un mese prima della partenza con la compagnia MyFerryLink (DirectFerries) e abbiamo speso € 143,00 a/r (compresa l’assicurazione in caso di annullamento). La traversata dura circa un’ora e trenta minuti e non abbiamo alcun tipo di problema durante il viaggio. Arriviamo in UK verso le 8.30 ore locali. Siamo molto stanchi perché durante la notte non siamo quasi riusciti a dormire quindi, non appena fuori Dover, cerchiamo un posto tranquillo dove poter fermarci e dormire per un po’ prima di partire a scoprire le bellezze della Gran Bretagna. La guida a sinistra non è un grosso problema e Luca riesce quasi subito ad abituarsi. Sarà invece molto più complicato fare i conti con le minuscole strade inglesi che, più volte, ci costringono a manovre quasi impossibili.

Dopo esserci riposati per un paio di ore, riprendiamo il cammino in direzione Canterbury. Non è lungo la costa ma abbiamo deciso ugualmente di visitare questa città visti i commenti entusiasti che avevo letto. Raggiungiamo Canterbury (Kent) verso le 13.00 e cerchiamo un parcheggio. I parcheggi in UK sono quasi tutti a pagamento e, in alcuni casi, cari. Decidiamo quindi di parcheggiare in prossimità di un supermercato nel quale però possiamo lasciare il camper per un massimo di due ore. Non sono tante per visitare questa splendida città ma ce le faremo bastare. Raggiungiamo il centro attraverso un sentiero pedonale che costeggia un canale. Il centro della città è piccolo ma molto carino e, siccome splende il sole, c’è molta gente che passeggia. Ci fermiamo quasi subito per pranzare poi ci inoltriamo nelle varie vie del centro. Se si decide di fermarsi a Canterbury, non si può non visitare la cattedrale che è davvero magnifica. Il biglietto d’ingresso costa 10,50 pound a testa ma ne vale la pena. Verso le 17.00 partiamo per raggiungere Hastings. Qui non sarà facile trovare un parcheggio perché quelli che ci sono in prossimità del centro sono con la sbarra quindi con il camper non vi possiamo neanche accedere e quelli lontani sono già pieni perché, quel giorno, c’è una festa in paese. Stiamo quasi per arrenderci quando troviamo un posto libero. Dopo una breve passeggiata sul lungo mare, andiamo verso il castello ma non lo visitiamo perché, in realtà, si tratta solo di poche rovine normanne. Facciamo quindi un giro sul trenino a vapore poi ripartiamo perché il nostro scopo è quello di raggiungere Brighton (Sussex) per la sera. Una volta giunti a destinazione, cerchiamo un campeggio visto che già da due giorni siamo in viaggio e stiamo per finire l’acqua. In generale, tutti i campeggi che incontreremo durante la nostra vacanza sono ben segnalati quindi non è un problema trovarli. Quello in cui pernottiamo a Brighton è il più caro, 30,00 pound, ma siamo troppo stanchi per poter metterci alla ricerca di un altro posto. Si chiama Caravan Club Site e si trova vicino ai campi da golf. Il mattino successivo, visto che non piove, decidiamo di prendere le bici e raggiungere il centro che si trova ad un paio di kilometri da dove siamo noi

  • 6273 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social