Marmore, ponte del primo maggio in camper

Un lungo weekend lontano dalle solite mete di mare e montagna, riscoprendo posti quasi per caso

  • di CTI75
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Conosco l’Umbria, per fortuna per un tour fatto con la mia amica Chiara nell’estate del 2007. Questa volta a causa del poco tempo, dovrò rinunciare alla bellissima Perugia, alla simpatica Gubbio, alla magnificenza di Assisi, alla vista di Spoleto e alla misteriosa Orvieto. Abbiamo come meta le cascate della Marmore, che quell’anno le avevamo saltare avendo preferito qualche giorno al mare a Castiglione della Pescaia.

Ma torniamo alla nostra gita. Preparazione camper, carico di viveri, controllo acqua, gas e varie. Come sempre io sarò dedita a funzione di navigatore e scrivana mentre Robi si occuperà totalmente della guida e della messa in opera nei campeggi e nelle aree di sosta.

Il camper è il solito MOBILVETTA 1,90 diesel, del 2001 che come dice sempre Robi, è proprio una lumaca, ma questo hanno i suoceri.

1° GIORNO: MERCOLEDì 30 APRILE

Partenza ore 18,30 dall'ufficio Assago-MilanoFiori. Arrivo A VFirenze ore 22,30. Viaggio tranquillo, assenza completa di traffico (non mi sembra vero, essendo un ponte). Mangiamo veloce veloce e a nanna, domani mattina dobbiamo fare i km che ci separano dalle Cascate.

2° GIORNO: GIOVEDì 1 MAGGIO

Tra le prime cose, di estrema importanza... oggi è il mio compleanno. Quindi ci concediamo una colazione al bar e poi per le 8 siamo in partenza. Dopo 3 ore esatte varchiamo la soglia del campeggio “Camping Cascate delle Marmore” che si trova a 50 mt dalle cascate, belvedere Superiore. Il camping è molto spartano ma immerso nel verde degli alberi. Le docce son sempre calde, i bagni puliti e il costo è ottimo (euro 19 per camper e due persone e acquistando il ticket per le cascate presso di loro. Costa solo 5 euro, risparmiando ben 4 euro a testa. Il campeggio alla fine viene a costare davvero una sciocchezza. Prima di pranzo, facciamo un giretto per la zona per decidere i percorsi da fare nel pomeriggio, ma decidiamo di non avventurarci per i sentieri, prima e' il caso di pranzare. Passiamo tutto il pomeriggio alle Cascate, la giornata è magnifica, peccato solo per i molti turisti. L'area è percorsa da 5 sentieri che permettono di vedere la cascata più alta d'Europa in tutto il suo splendore. I percorsi son tutti medio-facili e tutti di media durata, bisogna considerare di trascorrere almeno 3 ore. Sono ammessi i cani e anche i bambini, un consiglio ai genitori, lasciate i passeggini in macchina, abbiamo visto di papà trascinarsi dietro ingombranti e pesanti passeggini per poi non utilizzarli mai. Attenzione, attrezzarsi con K-way per poter fare il balcone degli innamorati, nel tunnel non cade molta acqua, ma affacciarsi al balcone vuol dire DOCCIA COMPLETA. Ma non si può assolutamente perdere!

Sul sito si possono trovare gli orari del rilascio d'acqua, perché sarebbe un peccato arrivar li e trovarla “asciutta”.

3° GIORNO: VENERDì 2 MAGGIO

Passeggiata in bicicletta fino al Lago di Piediluco, purtroppo non c'è una ciclabile e bisogna percorrere i 5 km sulla statale e la cosa non e' proprio di mio gradimento. La giornata poi non è delle migliori e passeggiare intorno al lago ha fatto molta tristezza, quindi rientriamo per poter assistere alla piena delle ore 12.

Prima di pranzo chiacchieriamo con dei vicini di camper e mi sconsigliano, ahimè, sia l'infiorata di Spello sia la fioritura delle lenticchie di Norcia. E' piovuto troppo per trovarle in fiore, bisogna aspettare almeno ancora un mesetto. Loro sono passati nella zona 2 giorni prima e non hanno potuto ammirare il tripudio di papaveri, fiordalisi e ranuncoli. A malincuore confidiamo che non abbiamo un programma alternativo. Ci consigliano Narni, cittadina medioevale a soli 20 km. In questo periodo dal 24 aprile al 11 maggio c'è la corsa all'anello. Ogni sera c'è una rappresentazione diversa che si prolunga per le due settimane. Ci incamminiamo per Narni, ma facciamo una prima sosta per comprare le nespole, qui costano soltanto 1,45 al chilo. Ora riempio il camper e le rivendo a Milano

  • 11664 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social