Su e giù per la Costiera Amalfitana

Breve ma intenso tour nell'incantata costiera

  • di nicoletta61
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 9
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Approfittando di una tournée con il mio coro a Cetara, sulla Costiera Amalfitana, approfittiamo anche per visitare i luoghi più significativi. Alcune informazioni utili per chi desidera spostarsi in costiera. Noi eravamo alloggiati a Cetara, presso il b&b "A pastaiola" gestito da Mena e Luigi, gestori molto attenti ad ogni dettaglio. Il b&b è ristrutturato di recente, climatizzato è dotato di ogni comfort. Ogni necessità è stata esaudita e ci hanno dato molte indicazioni per la visita della Costiera. I mezzi pubblici purtroppo non sono molto efficienti. I biglietti occorre acquistarli nelle tabaccherie, solo ad Amalfi abbiamo incontrato gli autisti che vendono i biglietti, e il prezzo varia a seconda della tratta scelta tra 1 e 2 euro. Non si può salire e scendere durante la tratta scelta.

Per visitare Amalfi e Positano, le località più rinomate occorre comunque prendere un primo mezzo per Amalfi e poi un secondo per Positano. I mezzi hanno una frequenza di 1/2 ora o 1 ora verso sera che a causa del traffico e delle strade molto tortuose viene raramente rispettato. Essendo un piccolo gruppo risulta più conveniente e soprattutto si è sicuri almeno dell'orario di partenza, ricorrere al servizio di pulmini che possono essere prenotati sul luogo. Il mezzo più comodo è il traghetto. Si può prendere a Positano, Amalfi, Maiori o Salerno. Non effettua fermate negli altri paesi. Da Positano ad Amalfi costa 8 euro, fino a Salerno 12 euro. Se si scende a Salerno meglio prendere quello per Piazza della Concordia piuttosto che per il molo Manfredi che risulta più lontano dalla fermata dei bus e dalla stazione dei treni per chi deve poi spostarsi verso altri luoghi. Un'altra soluzione è quella di noleggiare lo scooter. Occorre sempre tener presente che la zona è trafficata e il modo di guidare un po' disordinato. In ogni paesino esistono varie spiagge, la maggior parte sassose, in qualcuna è presente la sabbia. A Cetara, in modo particolare, oltre alla spiaggia del porto ce ne sono altre due. Durante la nostra permanenza , oltre ad Amalfi, abbiamo visitato Positano e Ravello. Per raggiungere Ravello, occorre prendere il bus per Amalfi, scendere alla fermata di Castiglione e poi prendere l'altro bus per Ravello. Qui sono da visitare Villa Rufolo che costa 5 euro e villa Cimbrone a 7 euro, molto bella per la vista sulla Costiera. Per scendere abbiamo preferito percorrere il sentiero che da villa Cimbrone in circa 1 ora e 15' porta al paesino di Atrani. Si consideri che la discesa non è impegnativa, l'unico problema è la presenza di parecchi gradini che mettono a dura prova le ginocchia. Un'altra bella escursione, che sicuramente è meglio fare non nei mesi estivi, è quella del "Sentiero degli dei". Occorre prender il solito bus per Amalfi e da qui un altro per Agerola. Attenzione perché per Agerola il primo bus è alle 8 e il secondo alle 10.15. Noi siamo arrivati ad Agerola alle 11.30 e fatto la camminata tra le 12 e le 15 con temperatura vicino ai 40 gradi. Il panorama ripaga della fatica e alcune fontane assicurano di non restare senza acqua. Giunti a Nocelle si può prendere la navetta che porta a Positano con frequenza oraria ai 45 di ogni ora oppure scegliere di scendere a piedi percorrendo 1500 gradini. Noi abbiamo optato per la prima soluzione.

Dove mangiare

A Cetara esistono parecchie friggitorie, non si possono non assaggiare le alici fritte, la loro specialità. Come ristorante noi ci siamo trovati molto bene da "Pane e coccos", sulla via principale. Cucina casalinga e piatti tradizionali ad un giusto prezzo.

  • 15286 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social