Weekend tra le meraviglie di Napoli, Pompei ed Ercolano

Un breve viaggio all’ombra del Vesuvio, tra i fasti delle antiche città di Ercolano e Pompei e tra i rumorosi vicoli e i magnifici monumenti della straordinaria città di Napoli

  • di Rossistella79
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

6 SETTEMBRE 2013

Dopo una mezza giornata di lavoro chiudiamo in fretta le valigie già accuratamente preparate la sera prima e partiamo con il Fracciarossa (76 euro andata e ritorno) che in poco più di un’ora ci porta a Napoli. Ad accoglierci un bel pomeriggio di sole. Ci dirigiamo direttamente all’hotel Caravaggio****(+39 081 2110066 info@hotelcaravaggio.it) un grazioso albergo che è collocato proprio nel centro storico e dal quale è stato agevole ogni spostamento.

Una volta lasciate le valige ci immergiamo immediatamente nella realtà partenopea, avventurandoci tra i vicoli del centro storico ed esplorando qualcuna delle innumerevoli antiche chiese.

Abbiamo passeggiato nella bellissima piazza del Gesù Nuovo, dove si trova l’omonima Basilica con una pazzesca facciata diamantata realizzata alla fine del 1400. Di fronte c’è la famosa chiesa di Santa Chiara con imponenti interni gotici ed un incantevole chiostro maiolicato (ingresso 5 euro) del 1700.

Poi io e mio marito siamo arrivati a piazza San Domenico Maggiore punto d’incontro di due importanti snodi stradali, la famosa “Spaccanapoli” che come dice il nome taglia in due il centro storico napoletano, e via Mezzocannone sede di diverse Facoltà Universitarie della Federico II.

Percorrendo Spaccanapoli ci siamo imbattuti nel famoso quartiere di San Gregorio Armeno, dove sembra già fervano i preparativi per il Natale; le botteghe offrono in vendita presepi e pastori di tutti i tipi e caricature di personaggi contemporanei che attirano un via vai di turisti curiosi.

Il centro storico a Napoli ci ha sedotto con la sua vitalità, vi è un’elevatissima concentrazione di stupendi edifici storici, soprattutto antiche chiese, ma non è assolutamente un luogo prettamente turistico con file infinite di negozi di souvenir e ristoranti di scadente qualità. Il bello del centro storico di Napoli sta nel fatto che è ancora vissuto dai napoletani, quelli veri, cordialissimi e rumorosi. C’è il bucato steso su fili che unisono opposti palazzi, c’è gente che chiacchiera ad alta voce affacciata alla finestra, ci sono gli anziani che giocano a carte sotto i portici di Via dei Tribunali, gli studenti che discutono presso gli ingressi delle università, ci sono gruppi di bambini che giocano a pallone nelle piazzette che qui si chiamano larghi, le pescherie e i fruttivendoli offrono abbondanti merci a prezzi bassissimi, mai visti prima.

7 SETTEMBRE 2013

POMPEI ed ERCOLANO (biglietto d’ingresso combinato valido per entrambi i siti 20 euro): Dopo aver fatto una buona colazione in albergo, siamo partiti verso gli scavi di Pompei con la Circumvesuviana (www.eavcampania.it), un treno locale che in circa 35 minuti ci ha portato a destinazione.

Una volta scesi a Pompei (treno con direzione Sorrento - fermata Pompei Scavi) abbiamo raggiunto in pochi passi Porta Marina, uno degli ingressi al sito, dove avevamo appuntamento con Emiliano Tufano, una guida turistica ben recensita su internet con la quale abbiamo prenotato un tour full day di Pompei ed Ercolano e per il giorno seguente un tour del Museo Archeologico Nazionale e dell‘area Monumentale di Napoli. La scelta si è rivelata azzeccatissima perché Emiliano (+39 3284134719 info@pompeiin.com) è una persona molto piacevole, e le sue spiegazioni sono senza dubbio appassionanti e preziose.

Pompei è un sito vastissimo di cui si comprende appieno l’urbanistica, cioè come la città si sia evoluta durante i secoli e quali fossero le caratteristiche dei suoi quartieri, compreso quello a luci rosse J. Passeggiare a Pompei è fare un tuffo nell’Antica Roma

  • 44355 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social