Cambogia fai da te

Qualche consiglio... in breve

  • di PiRi PePe
    pubblicato il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Il nostro è stato un viaggio fai da te a basso costo della durata di 20 giorni per cause di forza maggiore, ma c'è da dire che per visitare le cose principali una settimana intensa sarebbe più che sufficiente. Provenienti dalla Thailandia siamo arrivati in Cambogia e la nostra prima tappa è stata Siem Reap. La visita di tutto il complesso di Angkor si può benissimo fare in giornata (ci sono circuito piccolo e circuito grande) godendosi così alba e tramonto per la spesa di 20 $ a testa. Conviene contrattare con un tuk tuk, che sarà a vostra disposizione tutto il giorno, ma generalmente il prezzo si aggira dai 12 ai 20$ al giorno per due persone, anche se i tuk tuk cercano di farvelo fare in 2 giorni e ciò significa l'acquisto del pass per 3 giorni ad Angkor Wat (40$). Per l'ingresso è necessario abbigliamento consono (no cannottiere o pantaloncini sopra il ginocchio, no scialli) altrimenti non vi faranno salire sulla sommità del tempio. Il biglietto è personale con tanto di fotografia digitale scattata al momento dell'acquisto, assolutamente da non perdere (100$ multa). Vi consigliamo di portarvi una grande quantità d'acqua (almeno 2 litri a testa), il caldo è soffocante e si suda all'inverosimile, il “contratto” con il nostro tuk tuk prevedeva compreso nel prezzo la fornitura di acqua fresca per tutta la giornata. Escursione sul lago Tongle Sap: contrattazione con tuk tuk fino al pier, (8 o 10 $ per 2 persone) si consiglia l'acquisto del biglietto direttamente al pier e non tramite hotel o agenzia. Ci sono un paio di punti di accesso al Tongle Sap da Siem Reap, valutate quale può essere il più interessante. Saliti sulla barchetta e dopo circa mezz'oretta di transito sul fiume si arriva al lago, avrete una barchetta solo per voi al costo di 10 $ a testa. E' inutile dire che non mancheranno bambini che si accosteranno alla barca per chiedere continue elemosine. Ovviamente le elemosine ai bambini non sono consigliate perché non bisogna incrementare questo tipo di sfruttamento. Normalmente i barcaioli cercheranno di proporvi delle visite alla scuola (o anche orfanotrofi), che si aspettano cospicue donazioni dal turista. Di solito gli orfanotrofi legali sono sovvenzionati e controllati da enti internazionali mentre gli altri “affittano” dei bambini dalle famiglie per commuovere il turista.

Siem Reap nonostante sia piccolina e non ci sia molto da fare è molto più turistica della capitale per via della vicinanza ai templi. Il mercato centrale è molto vario e con vari ristoranti abbastanza economici all'esterno (portate a partire da 1$, birra media mezzo $). Noi ci siamo imposti di non mangiare mai cibo occidentale, anche se alla lunga è stato un po' ripetitivo.

Spostarsi a Phom Penh da Siem Reap è stato piuttosto economico: 5 $ a testa, durata viaggio 7 ore su un pullman A/C con karaoke quasi obbligatorio (non significa che si è obbligati a cantare, ma ad ascoltare si...). Abbiamo acquistato il biglietto direttamente alla compagnia di trasporto (Capitol tour). Probabilmente questa città si potrebbe visitare in 1, massimo 2 giorni. Il palazzo reale si può vedere solo dall'esterno e dalle finestre. La pagoda d'argento, tanto ostentata, ci ha piuttosto deluso: il pavimento con le mattonelle in argento è praticamente totalmente coperto da tappeti e la parte visibile è in cattivo stato (nastro adesivo tra una mattonella e l'altra). Molto bello il Buddha d'oro tempestato di diamanti e l'enorme impronta del buddha nella pagoda a fianco. Prezzo 6.50$ a testa

  • 9396 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social