California Surfin' USA

Mini vacanza on the road tra spiagge e mare

  • di moreno65
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 02
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Per la nostra vacanza invernale, quest’anno abbiamo scelto la California. È la nostra 27^ volta che torniamo negli Stati Uniti, e le sensazioni sono sempre bellissime e particolari per noi.

21 DICEMBRE 2017

Dopo la giornata lavorativa, ci rechiamo in aeroporto a Milano Malpensa per prendere l’ultimo volo Lufthansa per Francoforte, all’arrivo ceniamo in aeroporto e poi una navetta ci porta al NH Hotel dove dormiremo questa notte.

22 DICEMBRE 2017

Cominciamo male, a Francoforte piove; la navetta dell’hotel ci riporta in aeroporto dove facciamo subito i controlli di sicurezza – finalmente e giustamente piuttosto accurati –, poi siamo liberi di andare a fare colazione… qua a Francoforte nel Terminal Z - dove si parte per gli States- c’è un Mc’ Donald’s che è praticamente anche quasi una pasticceria, visto i buonissimi dolci che ha, e noi facciamo sempre colazione qua. Dovevamo partire alle 10:05 ma ritardiamo un po’, poi il nostro Airbus 380-800 decolla per portarci a Los Angeles; atterriamo a Lax nel pomeriggio, cielo blu della California e ottima temperatura… buongiorno America, ci incontriamo ancora una volta. Passiamo l’immigrazione velocemente nonostante la mole di gente che arriva, poi andiamo all’Avis a ritirare l’auto: dopo un paio di tentativi di affibbiarci, come al solito, l’auto che più fa comodo a loro e dietro nostro rifiuto, finalmente arriva l’auto giusta… una Mazda 3 di colore bianco… ormai è quasi sera ed è buio, andiamo un po’ a sud verso Gardena, dove abbiamo il nostro Best Western prenotato e concludiamo questa lunga giornata.

23 DICEMBRE 2017

L’albergo è ottimo e sembra nuovo, ed altrettanto buona è la colazione. Siamo pronti a partire. La giornata di oggi la dedicheremo un po’ alla città di Los Angeles, visto che le ultime volte ci siamo solo passati senza fermarci; saliamo sulla I110 direzione downtown e lo skyline che ci appare mentre ci avviciniamo alla città è sempre bellissimo; facciamo un primo passaggio in auto in downtown e proseguiamo verso la parte vecchia, “El Pueblo”, dove si registra il primo insediamento che poi ha dato vita a questa immensa città. Giriamo un po’ a piedi partendo dalla Union Station, bellissima sia all’esterno che all’interno, con la sala d’attesa che è stata set di alcuni film, poi si và nella pedonale Olivera Street e qui ci sono negozi, ristoranti ed abitazioni. Tutto in stile Messicano; El Pueblo è definito come Historical Monument e si trova anche l’Avila Adobe da visitare, una delle prime case costruite… davvero interessante; visitiamo poi un museo per vedere il murale di Siquieros da poco riportato alla luce, e la persona che ci dà le dovute spiegazioni è un signore di origini Italiane. Chiacchieriamo con lui di varie cose, e ci consiglia di andare a visitare poco più avanti il “IAMLA” - Italian American Museum of Los Angeles e noi ci andiamo. Il museo è piuttosto piccolo ma veramente interessante, racconta la storia della Little Italy che c’era una volta qua a Los Angeles, con molte foto e racconti dell’epoca dei nostri connazionali immigrati. Passiamo poi per la chiesa della Missione, sempre nel Pueblo, e sembra ci sia una cerimonia che riguarda delle famiglie Messicane… ed è bello vedere soprattutto i bambini vestiti con abiti tradizionali. Riprendiamo l’auto ed andiamo in downtown, fatichiamo un po’ a trovare un parcheggio sulla strada, così giriamo un po’ e vediamo tanta gente in giro, edifici molto belli, negozi ed altre attività commerciali, ma anche senzatetto e sbandati. Il tutto sembra convivere normalmente, anche noi abbiamo passeggiato tranquillamente per il centro, senza particolari problemi; dovremmo dedicare ancora molto altro tempo alla City of Angels ma è ora di ripartire, passiamo per Hollywood ed Universal City. Gli Universal Studios li abbiamo già visitati, quindi la nostra idea era di passare un’oretta al City Walk. I parcheggi giornalieri sono molto cari, lasciamo perdere e proseguiamo verso Pasadena e poi verso est fino ad incontrare la 15 che attraversa le San Bernardino Mountain. In serata arriviamo a Barstow, facciamo un giro nell’outlet che si trova appena fuori città e poi ci troviamo un albergo – il Confort Suites – per questa notte; per cena andiamo da Pizza Hut per un’ottima pizza – come sempre -, anche se il locale è così-così, poi una visita a Walmart e rientriamo in albergo

  • 8789 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social