USA: deserto, oceano e montagna

L'incredibile varietà della California e un salto a Las Vegas

  • di lydie1
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Partiamo da Torino e dopo uno scalo a Francoforte siamo finalmente a Los Angeles. Una volta arrivati prendiamo un taxi che ci porta a Venice Beach. Soggiorniamo all'Hotel Erwin che è molto vicino alla spiaggia. Il tempo di sistemarci e andiamo a cenare al Sidewalk Cafe. Purtroppo Venice è avvolta da una fitta nebbia ma riusciamo comunque ad assistere ad uno dei suoi straordinari tramonti.

Il giorno seguente andiamo a fare colazione in spiaggia mentre un folto gruppo di surfisti si allena tra le onde e gli skater si cimentano nelle migliori acrobazie. Fittiamo poi due bici e ci dirigiamo nella bellissima Santa Monica. Un giro al Pier col suo famoso cartello “End of the Trail”, una passeggiata tra i negozi e torniamo a Venice. Nel pomeriggio facciamo un salto ai Venice Canals: casette deliziose, barche e ponticelli creano un villaggio fiabesco. Il giorno successivo è la volta dei Sony Pictures Studios, un tour di due ore tra set di film e serie televisive, al termine del quale ci dirigiamo a Brentwood alla casa di Marilyn Monroe e poi a Holmby Hills alla Playboy Mansion. Quest'ultima è piena di curiosi in quanto è appena morto Hugh Hefner. Concludiamo la giornata a Beverly Hills col suo lusso sfrenato e inavvicinabile.

VERSO SUD

Altro giorno, altra meta: San Diego. Facciamo però prima tappa a La Jolla con una breve sosta al Las Flores View Point a El Camino Real che gode di una vista stupenda sull'oceano. La Jolla Cove è un piccolo contesto idilliaco in cui poter ammirare foche e leoni marini e persino nuotarci insieme. San Diego invece ha un impatto imponente e nel porto della città rimaniamo colpiti dalla flotta della marina militare dove è situata l'USS Midway. Per alcuni versi mi ha ricordato la vicina San Francisco e Miami.

IL DESERTO

Nella giornata successiva cambiamo completamente atmosfera, facciamo un salto veloce a un market di San Bernardino decorato deliziosamente per Halloween e ci addentriamo nella Yucca Valley per poi giungere al Joshua Tree National Park che non rappresenta uno dei parchi nazionali più popolari ma è sicuramente scenografico. Il parco deve il suo nome all'albero di Giosuè che ne è la pianta caratteristica. La Skull rock è uno dei punti più frequentati dai turisti per scattare foto. L'intera area non è molto grande ed è quindi visitabile in poche ore. La sosta seguente è il Mojave Desert, paesaggi surreali fuori dal tempo. Nella strada per Las Vegas scorgiamo le Seven Magic Mountains. Arriviamo esausti nella città del peccato che ci accoglie col suo glamour inconfondibile.

LAS VEGAS

Nelle tre giornate in cui soggiorniamo a Las Vegas all'Hard Rock Hotel & Casino ne approfittiamo per vedere anche la Hoover Dam, la grandiosa diga al confine tra Nevada e Arizona e il Lake Mead. A Las Vegas ci lasciamo incantare dal Bellagio, dallo spettacolo “Baz” al Venetian Hotel e da tutte le particolarità che la rendono unica come ad esempio il Gold and Silver Pawn Shop reso celebre dalla trasmissione televisiva “Affari di famiglia”

  • 1509 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social