Alla conquista del Far (South) West

Viaggio in self drive alla scoperta delle meraviglie del sud ovest americano

  • di lima
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Ciao a tutti i TPC!

Come per la maggior parte dei nostri viaggi, anche l'idea per questo è nata quasi per caso. Dopo aver visitato le splendide Hawaii a settembre 2013 e aver fatto un giro nelle Antille Francesi a gennaio 2014, non pensavamo proprio di riattraversare l'oceano atlantico per la terza volta in meno di 12 mesi... senonchè a marzo 2014 abbiamo trovato una ottima offerta Lufthansa per un volo a/r Copenaghen- LAX a 400 euro...e non potevamo certo farcela scappare!!!

Inoltre, non avendo mai visitato Copenaghen ci è sembrata una buona idea trascorrere un paio di giorni nella capitale danese prima di imbarcarci nell'avventura americana, è così è stato!

Abbiamo organizzato tutto da casa, prenotando l’auto, organizzando le varie tappe e prenotando le strutture, documentandoci molto grazie a guide oltre che a questo ed altri forum specifici.

Queste le tappe

10/08: MXP-Copenaghen (volo EasyJet) 11/08: Copenaghen 12/08: Copenaghen -Los Angeles 13/08: Santa Monica -Oatman - Kingman 14/08: Kingman - Hackberry - Seligman - Williams -Grand Canyon 15/08: Grand Canyon - Page 16/08: Page - Antelope Canyon - Monument Valley 17/08: Monument Valley - Muley Point- Valley of the Gods - Canyonlands - Dead Horse State Park - Moab 18/08: Arches National Park 19/08: Moab - UT128 - Goblin Valley - Capitol Reef 20/08: Capitol Reef - Bryce Canyon 21/08: Bryce Canyon - The Wave - Las Vegas 22/08: Las Vegas - Los Angeles 23/08: Los Angeles - Copenaghen- Italia

Dopo un paio di giorni nella bella capitale danese, finalmente il 12 agosto atterriamo puntuali a Los Angeles! Sbrighiamo piuttosto velocemente le formalità doganali (c'è una lunga fila, ma abbastanza scorrevole), ritiriamo i bagagli e in un attimo siamo fuori! Aspettiamo un paio di minuti il pulmino di Alamo e andiamo diretti a ritirare la nostra macchina. Anche qui attendiamo poco più di un quarto d'ora, decliniamo tutte le proposte di upgrade o coperture assicurative aggiuntive (avevamo da pacchetto la road safe basic che copre solo i guasti meccanici) e siamo pronti per andare a scegliere il nostro midsize suv. Nel parcheggio inizialmente vediamo solo qualche Jeep Liberty, per cui iniziamo a sistemare i nostri bagagli, anche se avremmo preferito una macchina diversa, tipo rav 4..ma ecco che dopo pochi minuti arrivano dal lavaggio altre auto nuove fiammanti, tra cui una bellissima Wolkswagen Touareg! Mi lancio letteralmente fuori dalla Jeep e con uno scatto degno di Bolt arrivo alla Touareg un secondo prima di una coppia di giapponesi

Scarico e ricarico i bagagli, e siamo pronti per partire..prima però accendo il tomtom e lo collego all'accendisigari (prima cosa da controllare, di fondamentale importanza!): provo più volte, ma niente da fare, la spia non si accende, per cui non resta che cambiare auto...di nuovo! Dopo qualche minuto arriva una Hyunday Santafè... va beh, era meglio il Touareg con sedili in pelle e full optional, ma possiamo accontentarci! Via si parte direzione Santa Monica. Per stasera abbiamo prenotato una stanza tramite airbnb in un appartamento a pochi isolati dalla 3rd Promenade. L'edificio da fuori è bellissimo, un palazzo antico completamente ristrutturato e molto elegante...peccato che l'interno non lo sia altrettanto, come spesso accade nelle case americane! La padrona di casa è una ragazza simpatica ma piuttosto strana: ci fa entrare dal retro passando dal garage e cerca di non farsi vedere in strada con noi perchè a suo dire nel palazzo tutti subaffittano le stanze, ma ufficialmente non si deve sapere...mah! Nell'appartamento siamo così sistemati: noi nella sua camera da letto, lei su di un materassino a terra in una specie di sgabuzzino e un tedesco arrivato di notte a dormire sul divano...che esperienza, ma è stato divertente! Sono ormai le 7 di sera, abbiamo giusto il tempo di fare un giro a piedi, soprattutto per andare al Nike store a comprare le scarpe da ginnastica che mia moglie ha pensato bene di lasciare in Italia Siamo davvero molto stanchi, diamo un'occhiata allo store di Tesla, mangiamo un boccone veloce e via a nanna, domani inizia il nostro on the road!

Dopo una notte un pò movimentata a causa del fuso è ora di partire per il nostro on the road! Prima tappa, Hollywood Sign e Mullholland Drive. Dopo una veloce foto sotto la famosa scritta trascino mia moglie via da Los Angeles prima che abbia il tempo di chiedermi di portarla a vedere dove girano Beautiful e tutte le sue serie americane preferite ....ci mettiamo in marcia, ci aspetta qualche ora di guida su strade non proprio emozionanti in direzione di Kingman

Prima fermata la città fantasma Oatman! Oatman è una vecchia cittadina mineraria, resa famosa anche dal fatto che Clarke Gable trascorse una notte del suo viaggio di nozze nel locale Oatman Hotel . Qui si respira l’atmosfera del vecchio West, con saloons, roulotte di latta, cactus, un’antica prigione e i simpatici burros (asini) che girano indisturbati per le strade. Mia moglie entra in tutti i negozi di souvenir con i cimeli della route 66 mentre io all'esterno mi diverto a guardare gli asini , in particolare uno che vorrebbe mangiarsi la bandiera americana di una Harley Davidson...fortuna che il proprietario non era nei paraggi!

Ripartiamo e arriviamo nel pomeriggio a Kingman dove abbiamo prenotato al Motel 6, sbrighiamo velocemente le formalità del check in e prendiamo possesso della nostra camera: temperatura nella stanza -10°C, profumo non proprio floreale, ma ampia e spaziosa e piuttosto pulita, soprattutto considerato il prezzo: voto 7! Facciamo un giro di esplorazione per la cittadina, il visitor centre è ormai chiuso, ne approfittiamo per fare un pò di spesa da Walmart, rifornimento benzina e per cena ci fiondiamo dal mitico Mr D'Z, un bellissimo diner puro stile anni 50. Hamburger e carne davvero favolosi, sicuramente all'altezza delle aspettative. Il locale è carinissimo e anche il personale gentile...che dire, domani ci aspetta l'avventura della route 66..felici, emozionati e con la pancia piena, a letto presto, dobbiamo recuperare le energie!

Stamattina si parte presto...destinazione finale Grand Canyon, ma nel mezzo ci aspetta la mitica e tanto sognata Route 66! Il primo assaggio lo abbiamo all Hackberry General Store, famoso bar drogheria in passato era una stazione di benzina

  • 17104 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social