Calabria coast to coast: dal Tirreno allo Ionio

Da Tropea a Copanello, passando per le Tremiti, Capo Vaticano e Pizzo

  • di giogio77
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Siamo alla ricerca di spiagge quasi incontaminate affacciate su un mare azzurro e cristallino, un posto dove la natura la faccia da padrona ma con qualche agio, senza dimenticare le tradizioni e la gastronomia locale. La costa calabrese sembra fare al caso nostro e così decidiamo per un coast to coast dal Tirreno allo Jonio.

Partiamo in macchina alla volta della Calabria, tirrenica prima e jonica poi, con i nostri due bambini: Giulia e Matteo di 5 e 2 anni. Da Bergamo però il viaggio è lungo e così decidiamo di fare una sosta di due giorni a Termoli, in Molise. Così non ci facciamo mancare neanche l’Adriatico.

TERMOLI E LE ISOLE TREMITI

Termoli è una bella cittadina affacciata sul Mar Adriatico con un interessante antico borgo marinaro. Il ben tenuto centro storico è delimitato da alte mura fortificate che cadono a picco sul mare. Piacevolissima la passeggiata lungo le mura ammirando il paesaggio e i sottostanti tipici trabucchi, utilizzati anticamente dai pescatori per issare le reti dopo la pesca. Il simbolo della cittadina è sicuramente il Castello Svevo dell’XI secolo mentre il cuore del borgo è rappresentato dalla splendida Cattedrale di San Basso in stile romanico pugliese. Tutt’intorno vicoletti lastricati a pietra sui quali affacciano le vecchie case dei pescatori, spesso ben ristrutturate, ristorantini tipici, botteghe artigiane e negozi di souvenir. Molto carino il Belvedere della Torretta che affaccia sul porto. Lasciato il centro storico si può fare una passeggiata sul Lungomare Colombo dal quale si accede alla lunghissima spiaggia sabbiosa del limpido litorale termolese. Da qui si ha una bella visuale sul borgo antico sullo sfondo. Il Lungomare Colombo ha grandi potenzialità ma è decisamente da migliorare. Un invito all’amministrazione di Termoli. Si può fare davvero di più e lo si deve fare con urgenza! La via del passeggio serale invece è Corso Nazionale, ampio viale con i suoi negozi, locali e gelaterie. Molto carina anche Piazzetta Sant’Antonio, sempre in centro, con la grande fontana centrale e il Belvedere sul Lungomare. Per cena da non perdere il “Ristorante Cian”, ottimo ristorante che, a dispetto del nome, è tipicamente termolese. Bella la location con vista mare e personale gentile.

Isole tremiti

Il giorno successivo partiamo dal porto di Termoli alla volta delle Isole Tremiti, splendide dal punto di vista naturalistico. Ci manchiamo da diversi anni ma i prezzi per raggiungerle sono notevolmente aumentati e i costi davvero esagerati a nostro avviso. 44 Euro A/R a persona per 45 minuti di viaggio a tratta. Un vero furto! Quando arriviamo sull’isola di San Domino si presenta davanti a noi un vero e proprio paradiso marino. Una volta sbarcati ci sono diverse alternative. Si può partire per il tour in barca dell’isola, alla scoperta delle deliziose grotte lungo la costa, con bagno in prossimità della Statua sommersa di Padre Pio. Si può noleggiare un gommone e girare le isole in autonomia alla scoperta delle meraviglie delle Tremiti. Oppure ci si può fermare sulla vicina Cala delle Arene. Tutte valide alternative. Noi in passato abbiamo già fatto sia il tour in barca, sia il giro in gommone in autonomia. Stavolta, visto che siamo un i bambini, decidiamo di noleggiare ombrellone e lettino e fermarci su Cala delle Arene per godercela in totale relax. Un ombrellone è due lettini costano 15 euro al giorno. La spiaggia è in una piccola baia circondata dalla vegetazione, l’acqua è bassa, limpidissima e invitante. Non c’è tanta gente, perlopiù turisti russi. Sullo sfondo, a fare da vedetta, c’è l’Isola di San Nicola. Per qualche ora ci godiamo questo paradiso. Poi imbocchiamo la salita 'spezzagambe' che dal porto raggiunge prima l’interessante e vicino Belvedere su Cala delle Arene e l’Isola di San Nicola e poi al piccolo centro di San Domino. Poco più avanti la scogliosa Cala Matana, col suo mare alto e turchese, tanto cara al compianto Lucio Dalla

  • 40262 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social