Bulgaria (low cost) senza Rila

Viaggio alla scoperta del paese solo con i mezzi pubblici

  • di castagno51
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Il mio resoconto sarà di un viaggio in Bulgaria solo con i mezzi pubblici, tranne gli spostamenti all’interno di una città quando non ho trovato alternative. E’ low cost perché ho utilizzato solo guest houses o ostelli con camera privata ma con bagno condiviso cercando di spendere meno possibile, naturalmente senza sacrificare 3 cose estremamente importanti: la pulizia, il wi-fi e la posizione centrale.

9/9/16

Parcheggio GP Parking2 di Somma Lombardo. E’ distante, ma ho pagato 24€ per 8 gg. Volo MXP – Sofia alle 9,10. Si arriva al terminal 1. Qui non c’è assistenza. Un ufficio informazioni ti rilascia una cartina in cirillico e se chiedi ulteriori informazioni non sa rispondere. Conviene andare subito al terminal 2. Lo fai tramite uno shuttle free appena esci dall’aeroporto. Lì hai tutti i desk per qualsiasi operazione, e all’uscita sulla sinistra la metro. Il biglietto costa 1,60 LB e puoi fare solo una corsa, dovunque ma solo una. Non rovi pubblicità, ma puoi fare alcuni biglietti a seconda delle tue esigenze. Io ho fatto il giornaliero per 4LB che comprende tutti i mezzi pubblici. Ma solo perché una funzionaria mi ha preso a ben volere. Ci sono altre possibilità, chiedi se riesci in bulgaro. Generalmente se non ti capiscono ti evitano voltandoti le spalle, se gli dici qualche parola che conoscono ti aiuteranno.

Vado in Central Railway Station prendendo la linea 1 e alla stazione di Serdika (Serdika è il punto di riferimento per il centro della città) si prende la linea 2 per la stazione. Qui oltre alla stazione ferroviaria trovi anche quella dei bus. C’è il deposito bagagli dalle 8,00 alle 22,30. Costa 2LB al giorno. Lasciato lo zaino, volevo andare subito a Boyana, ma dato che si stava facendo tardi, ho optato per il giro della città. Il giro ha come punto di partenza proprio la stazione della metro di Serdika. Moschea Banya Bashi esternamente niente di particolare ed internamente la stanno ristrutturando. C’erano solo i muri intonacati. Praticamente attaccato il Central Hall Shopping Center, un mercato chiuso dove si trova di tutto, ma principalmente cibo già preparato. Qui ho mangiato il mio primo banitsa al formaggio; caro (2,30 LB) ed untissimo. A 100 m. la sinagoga di Sofia. Ingresso 2LB. Esternamente bella in stile moresco. L’interno anonimo. Da lì molto facilmente ho raggiunto il mercato delle donne. C’è di tutto, ma sarà perché erano le 17, c’era pochissimo movimento. Torno indietro verso la stazione e mi dirigo verso la Cattedrale di Sveta Nedelya. Ingresso gratuito. E’ una cattedrale bellissima, luminosa, con i dipinti vividi. Sicuramente la più bella chiesa di Sofia. Ho trovato un matrimonio: 4 damigelle in abito lungo rosa, le donne o in lungo o in inguinale. Gli uomini o in smoking (pochi) o in jeans o pantaloni e camicia. Continuando il mio percorso passo dalla chiesa russa di Sveti Nikolai, angusta, buia e con gli affreschi scoloriti. Poi arrivo a quello che secondo la guida è il clou, la chiesa monumentale di Aleksander Nevski. Ingresso libero. Bellissima la zona dove si celebrano le funzioni, con belle icone e una parte marmorea che rende tutto molto importante. Peccato che gli affreschi siano sbiaditi e che la chiesa sia al buio. Quando si entra nessuno dice che non si può fotografare, ma appena lo fai arriva un solerte prete che chiede 10LB. Francamente troppo. Da lì vado al monumento all’armata rossa. Sono andato perché amo questo tipo di monumenti. Se non avete lo stesso mio interesse, non andare

  • 5882 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social