Tour fai da te in Bulgaria

La Bulgaria è un paese turisticamente ancora poco conosciuto, è possibile comunque organizzare tutto un circuito autonomo tramite i voli delle compagnie low cost “My Air” e “Wizz Air” e l’ottima rete di trasporti stradali e ferroviari che collegano, a ...

  • di Lazzari
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Nelle città piccole e grandi non ci sono supermercati come da noi nel centro, sussistono ancora molti piccoli negozi mentre i grandi centri commerciali sono in periferia ma penso non accessibili a tutti perché, per gli standard locali, la benzina costa molto e molte auto utilizzano il gas come carburante che costa circa la metà.

La difficoltà maggiore per un turista occidentale consiste nelle insegne delle vie, negozi, ristoranti, stazioni dei pullman e treni perché tutto, ma proprio tutto è scritto in cirillico. Nelle grandi città a volte, le vie hanno la doppia iscrizione ma non è la regola, semmai un’eccezione. L’inglese è poco parlato anche nei luoghi preposti al turismo e con le persone anziane si può comunicare in russo che era materia di studio nelle scuole ai loro tempi.

Come ho già detto, il popolo bulgaro è molto silenzioso, serio, esteticamente le donne sono più curate degli uomini, vestite all’ultima moda e si possono distinguere due tipi caratteristici: quelle di origine tracia alte, bionde dagli occhi chiari e le donne di origine protobulgara più scure, più piccole di statura e di forme più generose.

Gli uomini sono spesso alti, massicci e fanno pensare che siano tutti campioni olimpici di lancio del peso a giudicare dalla loro struttura.

Il livello di vita (nei luoghi che ho visitato perlomeno) mi è sembrato abbastanza alto a giudicare dagli abiti, le auto in circolazione anche di grossa cilindrata, i bar e ristoranti sempre affollati, la gioventù con i cellulari all’ultimo grido. La Bulgaria è da poco entrata a far parte dell’Unione Europea ma non è ancora nell’Eurozona ed è per loro un grosso vantaggio dal punto di vista turistico e la popolazione locale non auspica certo l’arrivo dell’Euro in tempi brevi .

Immigrazione da paesi esteri quasi assente frenata dall’ostacolo linguistico, molto ostico, dalle bassissime temperature invernali che arrivano a –20 nella capitale e dalla scarsa industrializzazione del paese.

  • 14295 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social