Bruxelles tra waffles e Grand Place

Una settimana alla scoperta di tutte le meraviglie della capitale belga

  • di oliver333
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Mercoledì 27 Luglio

Partenza all’alba perché alle 8,15 abbiamo il volo che da Orio al Serio ci porterà a Bruxelles Charleroi. Qui prendiamo il Brussels city shuttle che abbiamo prenotato in internet. In circa un’ora arriviamo a Gare du midi dove pranziamo. Subito dopo raggiungiamo il nostro hotel trattasi dell’ Ibis styles brussels centre Stephanie che si trova vicino ad avenue Louise una via commerciale molto carina. Dopo aver sbrigato le solite formalità usciamo per avere una prima impressione della città di Bruxelles. Raggiungiamo a piedi, in meno di mezz’ora, Grand Place e da lì giriamo in libertà. Dopo cena usciamo e passeggiamo nella città illuminata.

Giovedì 28 Luglio

Dopo aver fatto un’abbondante colazione in hotel a base di croissant, marmellate, pane tostato, affettati, formaggi, frutta e yogurt siamo pronte per iniziare la nostra visita di Bruxelles. Prima tappa è il famoso Manneken Pis, il simbolo più amato della città che rappresenta una piccola statua di bronzo raffigurante un bambino che fa pipì. Con difficoltà (data la presenza di tanti turisti) riusciamo a fare la foto di rito.

Subito dopo andiamo a grand place, il centro della città. La piazza è circondata da palazzi in stile rinascimento-fiammingo tra cui spicca l’ hotel de ville, il municipio. Adesso è la volta della chiesa Saint Nicolas, patrono dei mercanti, e all’epoca era frequentata dai commercianti della grand place. L’interno conserva il suo suggestivo carattere medievale. Poco lontano arriviamo alla Bourse, una zona molto viva e frenetica con tantissima gente, negozi e artisti di strada. Vicino alla Bourse da non perdere la place St Gery, si trova un po’ nascosta ma è affascinante con i suoi caffè e ristoranti all’aperto.

Adesso è la volta del Théâtre Royal de la Monnaie, la sede in cui si trova l’Opera Nazionale del Belgio, oltre ad essere il luogo da cui quest’ultima prende il nome. È il teatro principale del paese. Poco distante dalla grand place troviamo Le Galeries Royales Saint-Hubert che sono divise in 3 passaggi: la Galerie de la Reine, la Galerie du Roi e la Galerie des Princes. Un tempo nominate il "Parapluie de Bruxelles"- l'ombrello di Bruxelles- Le Gallerie sono oggi uno dei luoghi preferiti dai brussellesi e dai turisti, che, tra boutique e ristoranti, qui vengono a passeggiare, sotto le splendide vetrate.

Appena fuori ci imbattiamo in rue des bouchers una via molto carina ricca di ristorantini. Dopo cena passeggiamo raggiungendo grand place e la troviamo piena di turisti.

VENERDì 29 LUGLIO

Dopo aver fatto la solita colazione abbondante in hotel ci incamminiamo verso place de Brouckere, una piazza molto grande con al centro il famoso hotel Metropole. Poco lontano andiamo a visitare la Eglise St. Jean Bapiste, una chiesa piccola e suggestiva situata in un angolo tranquillo. Dopo pranzo ci dedichiamo allo shopping infatti percorriamo interamente rue neuve, dove si trova anche il grande centro commerciale City2.

SABATO 30 LUGLIO

Questa mattina andiamo in stazione e prendiamo il treno che in circa un’ora ci porterà a Bruges. I biglietti li abbiamo acquistati online sul sito ferrovie belghe. Quando arriviamo in centro ci sembra di trovarci nel bel mezzo di una fiaba. La città di Bruges ha l’aspetto di una tipica città medievale e le sue antiche strade sono fiancheggiate da pittoreschi canali .Questa città, ha uno stupendo centro storico, con le sue antiche strade lastricate a ciottoli, tutti gli edifici e le chiese medievali davvero ben conservate. Qui trascorriamo una giornata indimenticabile

  • 6113 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social