Bratislava e Vienna sotto le feste

Tra l’elegante e raffinata capitale austriaca e i castelli della capitale slovacca che si affacciano lungo il Danubio

  • di greta020106
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Grazie al buono Ryanair regalato dai ns amici, decidiamo di trascorrere un weekend (lungo – 4 gg) in terra slovacca, facendo una capatina anche alla vicina Vienna.

Martedì 5 dicembre 2017

Partenza da Roma Ciampino e arrivo all’aeroporto di Bratislava in perfetto orario, anzi anche in anticipo, visto che dobbiamo attendere l’orario fissato col il ns taxista. Ci rechiamo subito al nostro Aparment-hotel -Ambiente in via Suchè myto e vista l’ora e la fame, andiamo subito alla ricerca di un ristorante. In verità il ristorante che cerchiamo non lo troviamo (lo troveremo solo l’ultimo giorno), ma ci imbattiamo nel Flag Bratislaska Restaurant, tra i più grandi ristoranti in Europa (cosi c’è scritto all’entrata) e ricavato dalla ristrutturazione di un vecchio teatro. Qui - carichi di entusiasmo - facciamo foto e mangiamo i primi piatti locali, il tutto a 37 euro in 4!

Mercoledì 6 dicembre 2017

Di buon mattino, circa alle 9, siamo già fuori dall’hotel, direzione castello (o Hrad) di Bratislava. A Bratislava è nevicato nei giorni precedenti, e – per la gioia delle bimbe – è rimasta un pochina di neve ghiacciata ai bordi delle strade. Per arrivare al castello dobbiamo fare una strada in salita, battuta dal vento, e circa a metà strada, decidiamo di fare colazione alla cioccolateria artigianale “Adam’s” dove prendiamo un ottimo caffè. Ripartiamo e dopo 5-10 minuti entriamo nel cortile del castello che domina il Danubio. La vista è stupenda, vediamo l’UFO e i quartiere ad edilizia ex sovietica (oggi riammodernati) Facciamo i tickets per il castello (tot in 4 10 euro…) ed entriamo. Non ci sono molti reperti o cosa da vedere nel castello (che è stato ricostruito intorno al 1960) ma vale la pena almeno per la salita ad uno dei bastioni e per la discesa nei sotterranei (dove ci sono i resti delle fondamenta di origine romana ). Comunque rimaniamo qui per circa 2 ore, poi all’uscita dal retro passando da una vecchia porta, ci dirigiamo verso l’hotel, dove pranziamo con calma (vista la vicinanza dal centro) . Appena dopo mangiato ci dirigiamo verso lo Stare mesto (quartiere vecchio) della città di Bratislava, passando dal punto più pittoresco della citta, il St. Michalaskà Gate (la porta di San Michele). In questo punto sembra davvero di essere in un’altra epoca.

Visitiamo la torre sopra la porta, dove c’è un piccolo museo delle armi e la vicina storica farmacia ( 2 entrate con un biglietto). Sotto la porta c’è il famoso “kilometro zero”, una specie di bussola circolare, che segna le distanza tra Bratislava e le altre città del mondo. Camminiamo affascinati pere le strade dalla piccola città e giungiamo rapidamente alla piazza principale, la Hlavne Namestie, che significa per l’appunto “ piazza principale”!

La piazza è artisticamente ben decorata, con palazzi d’epoca che la circondano e una fontana centrale, tanto che sembra di essere tornati indietro nel tempo. E’ carina, piena di casette dei mercatini di Natale e di gente, soprattutto di giovani, che con allegria mangiano e soprattutto bevono ad oggi ora. In effetti il freddo pungente stimola le bevute di Punch caldi o vin brulè locali, e anche noi non ci facciamo pregare.

Anche per riscaldarci un po’, decidiamo di entrare nel palazzo civico della old town, chiamato Stara Radnica, che è sede del museo della città. Il museo è sicuramente da visitare e consiglio la salita sulla torre campanaria, da dove si ammira il più bel panorama della città, del castello e dell’UFO. Dopo il museo ci dirigiamo all’altra piazza del centro, la più grande, la Piazza Hviezdoslav, anche questa sede dei mercatini e piena zeppa di gente. Arriviamo fino alla fine della piazza, praticamente sulle rive del Danubio, e sotto di noi appare l’Ufo! La struttura dell’ Ufo è una torre alta circa 100 metri con al vertice, oltre ad una terrazza panoramica, un bar-ristorante con vista mozzafiato. Il costo della salita non è economico rispetto ai prezzi delle attività a Bratislava. Purtroppo non avendo prenotato, il ristorante è sold-out e non ci rimane che andare al Bar prendere un aperitivo. Rimaniamo sull’ ufo circa 1 ora a goderci il panorama notturno della città, sorseggiamo un buon bicchiere di vino bianco.

Scendiamo dall’Ufo e ci incamminiamo alla ricerca di un buon ristorante per la cena ; ci imbattiamo nel Segnerova Kuria sulla via della porta di San Michele. Qui mangiamo i famosi “slovak” gnocchi con pancetta e crauti e quelli al formaggio + gulash… Tuttoooo veramente buono e molto abbondate!

Giovedì 7 dicembre 2017

Sveglia ore 7 e partenza per Vienna by train. La capitale austriaca dista poco meno di 60 km da Bratislava quindi decidiamo di passare una giornata nel regno di Sissi. Raggiungiamo la stazione con un comodo autobus partente davanti al nostro hotel e alle 9,40 siamo a Vienna alla stazione Hauptbahnhof. Ci dirigiamo con la metro allo Schonbrunn, la residenza estiva della famiglia degli Asburgo e di Sissi. Facciamo i ticket per il gran tour imperiale ( alle comode self machine) e grazie anche all’audio guida, ci godiamo la visita agli appartamenti del regnanti austriaci. Tutto gravita intono alla figura della principessa Sissi, immortale, tanto che è ancora molto amata, anche dalle mie figlie ! All’uscita del palazzo, ci incamminiamo verso i giardini del parco, non belli come in estate, anzi gelati come l’acqua della fontana! Qui le bimbe rimangono deluse per la chiusura del labirinto causa lavori. Passeggiamo per i giardini un'oretta, poi ci dirigiamo verso il centro di Vienna. La capitale austriaca è sempre molto elegante e raffinata, e a Natale è anche sfavillante di luci. Noi già eravamo stai a Vienna nel 2013 in estate, quindi ci limitiamo a passeggiare per il centro, visitando la cattedrale Stefan Dom, e facciamo un simpatico giro il carrozza con tanto di pleid scalda-gambe! Per la gioia di Greta, cerchiamo e troviamo uno Starbucks Coffee ( in una traversa del Graben); qui gustiamo un caldo caffè aromatizzato alla fragola e dei buonissimi dolcetti. Alle 18 (di corsa) torniamo alla Stazione dei treni e torniamo a Bratislava. Arriviamo verso le 19,30 e giusto il tempo di passare un attimo in hotel e torniamo fuori alla ricerca di un locale. Siamo stanchi e abbiamo fame, e decidiamo di tornare al Flag Bratislaska, il ristorante della prima sera. Stavolta non scelgo molto bene le pietanze, e rimango un po' deluso del cibo. Pero stiamo bene e rientriamo in hotel, comunque soddisfatti e felici della giornata trascorsa

  • 2436 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social