Tutto il Brasile in 25 giorni!

Come visitare tutto, o quasi, nel minor tempo possibile.....

  • di elenacapucci
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

Tour del Brasile

Guide: La Lonely Planet, è piuttosto valida, le recensioni su alberghi e ristoranti sono tuttavia molto personali. Consiglio di consultare sempre i portali con le recensioni di turisti che ci sono già stati, mangiare in un ristorante giudicato ottimo da un americano potrebbe non soddisfare un palato italiano.

Trasporti Interni: Il Brasile è enorme, se in un mese volete vedere più cose possibili dovrete prendere parecchi aerei. Noi abbiamo viaggiato sempre TAM, un’ottima compagnia. Non abbiamo fatto il Brazil Pass perché prenotando i biglietti via internet molto in anticipo abbiamo risparmiato notevolmente anche perché per ogni scalo aereo dovrete usare uno dei vaucher del Brasil Pass, e fatti due conti non sempre è conveniente. I biglietti aerei per Fernando de Noronha non sono compresi nel Brazil Pass. Gli autobus sono molto comodi per effettuare trasporti di media entità, soprattutto se vi servite dei passaggi notturni. Il loro costo è molto simile a quello dei passaggi aerei per la stessa tratta ma a volte l’autobus risulta più comodo, e viaggiando di notte vi consente di risparmiare sull’albergo.

Cascate Iguacu: Le cascate sono meravigliose, vi occorreranno 3-4 ore per visitare la parte brasiliana, che potete vedere tranquillamente per conto vostro, gli autobus che collegano l’aeroporto e il centro alle cascate sono molto comodi. Noi siamo andati alle cascate direttamente dall’aeroporto, all’ingresso del parco ci sono armadietti con lucchetto in cui lasciare i bagagli. Se avete un paio d’ore buche potreste visitare anche il parco degli uccelli a pochi passi dall’entrata al parco, è molto carino. Per visitare il lato argentino, spettacolare, vi serviranno 7-8 ore e vi conviene andare con un gruppo organizzato, noi con 85B$ avevamo guida, autista e biglietto d’ingresso compreso.

Pantanal: Per visitare il Pantanal ci sono molte agenzie, più o meno vi porteranno tutte nella stessa zona (Paso do lontra) e vi offriranno tutte le stesse escursioni, noi abbiamo trovato persone alloggiate in luoghi diversi che però facevano le stesse cose. Quello che cambia è il tipo di alloggio e il vitto, più il pacchetto è economico, più il posto è squallido e il cibo è orribile. Il nostro era il più economico, e si è visto. Le attività proposte però sono sempre quelle: giro in barca con pesca dei pirana, cavalcata ecologica, walk nel wild e safari notturno e diurno. Fatte queste se state più giorni ripetete. Io vi consiglio quindi di non stare più di 2 notti, o vi annoierete. Le escursioni partono quasi tutte da Campo Grande, che si trova a 5 ore di strada da Paso do Lontra, da lì poi potreste attaccarci un paio di giorni a Bonito, noi non lo abbiamo fatto, ma sarebbe stato comodo perché è piuttosto vicino. Potreste valutare la possibilità di partire da Corumbà per le escursioni, lì ci potete arrivare in aereo ed è più vicina di Campo Grande all’ingresso del parco.

Sao Luis: Sao Luis è con Barreirinhas il luogo di partenza per le escursioni ai Lencois. La domenica la città vecchia è deserta perché tutti vanno al mare nella città bassa. Sao Luis tempo fa sarà stata una città bellissima, ma al giorno d’oggi la stragrande maggioranza degli edifici coloniali sono diroccati, le strade sono sporchissime, puzzano come latrine e i bidoni delle immondizie sono inesistenti. Ci metterete 3 ore per vederla tutta, ma a meno di non doverci andare per forza saltatela.

Barreirinhas: E’ una piccola cittadina, ma piacevole e tranquilla. Un buon punto di partenza per le escursioni ai Lencois e sul Rio Pregiucas, entrambe molto consigliate

  • 24100 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social