Turisti per Caso in primo piano: Franco_Chiarutt

<em>Botta e risposta di <a href='/noi/tamtam/default.asp?k=tpc+in+primo+piano'>interviste tra Turisti per Caso</a>: questa settimana Davovad intervista per il sito la <a href='/viaggi/forum/testo_guide.asp?ID=2018'>Guida per Caso del Brasile</a>,</em> <em>e della <a href='/viaggi/forum/testo_guide.asp?ID=20731'>città di Natal</a>, </em> <strong><em>Franco Chiaruttini</em></strong><em>. A loro la parola...</em> <strong><em>Davovad: </em></strong><em>Entriamo subito ...

 

Botta e risposta di interviste tra Turisti per Caso: questa settimana Davovad intervista per il sito la Guida per Caso del Brasile, e della città di Natal, Franco Chiaruttini. A loro la parola...

Davovad: Entriamo subito in argomento: quando hai cominciato a viaggiare? Franco: Il primo viaggio fu nel 1979, un foto-safari in Kenya offerto dall’azienda per la quale lavoravo all’epoca.

Davovad: Safari fotografico quindi, nessuna violenza sugli animali. Franco: Assolutamente no, nessuna violenza. E’ stata un’esperienza bellissima poter ammirare nel loro territorio un sacco di animali, tanto bello che l’ho rifatto l’anno seguente. A questo proposito voglio dirti che ho sempre rifatto i viaggi che mi sono piaciuti, la seconda volta ti sembra di essere “a casa”, ti muovi con maggior sicurezza. Parlando di animali, anche quando vado in Amazzonia un’esperienza bellissima è la caccia notturna (non cruenta) al caimano, da provare assolutamente. Si esce di notte in canoa, un indigeno a prua illumina con una torcia la riva del fiume e quando si vedono due piccoli punti rossi a pelo d’acqua si butta in acqua e raggiunge il caimano, che cattura con la sola forza delle mani e lo porta sulla canoa per mostrarlo ai turisti, non prima di averlo addormentato con una carezza sul ventre. Poi, una volta risvegliato, viene rilasciato libero nel suo ambiente. Davovad: Da quel 1979 continui a viaggiare frequentemente? Franco: Devo ammettere che da quella prima volta non mi sono più fermato, ho cercato il più possibile di conoscere i luoghi più disparati e le varie culture.

Davovad: Infatti hai cercato di conoscere i vari angoli del globo: Asia, Africa e America. Cosa ti ha spinto ad andarci? Che ricordi hai di quei continenti? Franco: Ho visitato molte parti dell’Asia e in alcune ci sono ritornato più volte, come pure in Africa, nel Centro-America e nei Carabi. Di questi luoghi conservo dei bellissimi ricordi, come il mare e le città dell’Asia veramente interessanti. I luoghi puramente di ‘vacanza’, devo confessare che, seppur interessanti anche dal punto di vista storico, non mi hanno coinvolto. Sarà per la troppa diversità della cultura, ma ho trovato difficile l’integrazione.

Davovad: E la cara, vecchia Europa? Franco: Punto a mio sfavore, la conosco poco: ho visitato brevemente alcune città come Lisbona, Madrid, Siviglia, Barcellona e Parigi. Ho trascorso più tempo in Grecia, e da poco, anche se non fa parte dell’Unione Europea, sono stato tre settimane nella parte turca di Cipro.

Davovad: Leggo sulla tua pagina personale nel sito di TpC: “Oltre 120 volte in Brasile”. Ma non facevi prima a rimanerci in pianta stabile? Franco: Il Brasile mi ha affascinato sin dal primo viaggio, avrei potuto trasferirmi lì ma gli affetti e la famiglia mi hanno trattenuto in Italia.

Davovad: Senti un po’, mi racconti che dal 2003 ad oggi hai effettuato 60 viaggi!! Ma come fai, si può sapere? Viaggi per lavoro? Sei in pensione? Sei miliardario? Franco: Miliardario no, in pensione magari! Ci andrò fra qualche anno. Sono un lavoratore indipendente, mi potrei definire un freelance. Tecnicamente sono un Tour Leader: esistono agenzie che organizzano esclusivamente viaggi incentivi per le Aziende. Queste agenzie mi contrattano per verificare e pre-visitare i luoghi che verranno poi proposti all'Azienda. Molte volte seguo anche il gruppo dalla partenza fino al rientro, affinché tutto quello che è compreso nel contratto venga rispettato. Molti viaggi sono stati fatti per vedere le potenzialità turistiche di un luogo e il tipo di clientela a cui potrebbe essere congeniale.

Davovad: Wow, tempo fa sul sito c’era un Forum che sembrava fatto su misura per te, ‘Viaggiare per lavoro’ o qualcosa del genere. Secondo me fra qualche secondo diventerai il personaggio più invidiato sul sito di TpC. Franco: Ogni qual volta spiego a qualcuno in cosa consista esattamente il mio lavoro vengo sempre invidiato e, da una parte, non posso che esserne lusingato! Tuttavia fare il tour leader significa essere a totale disposizione del gruppo per tutta la durata del viaggio (nell’ambiente si dice dal check-in al check-out), per far sì che l’unica cosa di cui si debbano preoccupare i clienti sia il loro divertimento. Come potrai immaginare non è una cosa facile, ogni cliente ha le sue necessità, i suoi desideri, per non parlare delle volte, per fortuna rare, in cui c’è stata una vera e propria emergenza a cui far fronte (un malore, un infortunio). La soddisfazione maggiore è vedere ogni volta la trasformazione dei miei ‘compagni di viaggio’: li incontro per la prima volta e vedo visi tesi, magari ancora assonnati, e quasi spaventati dell’avventura che stanno per intraprendere e poi, man mano che passano i giorni, li vedo rilassarsi, per poi arrivare al ‘momento magico’ in cui vedono qualcosa che li affascina e sui loro visi si dipinge lo stupore dei bambini!

Davovad: Hai avuto la possibilità di viaggiare molto, dunque. Comunque mi sembra di aver capito che prediligi il Brasile. Ho un po’ di difficoltà a generalizzare col nome Brasile un Paese gigantesco, considerato quasi un continente. Che zone conosci? Franco: Buonissima parte, mi manca solo il Pantanal e il Mato Grosso. Conosco molto bene Rio de Janeiro, Foz de Jguaçú, Recife, Salvador de Bahía, Brasilia, Manaus, Fortaleza, il nord est e la parte dei Lencois, e naturalmente tutte le zone attorno alle grandi città

Annunci Google
  • 821 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social