Fantastico Brasile

15 Agosto 2007 LISBONA – PORTOGALLO Lisbona, una piacevole parentesi prima del volo su Rio de Janeiro, offertaci dalla compagnia aerea portoghese TAP per la coincidenza con il volo di domani. Così è iniziata la nostra vacanza di quest’anno in ...

  • di sommyca
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500
 

15 Agosto 2007 LISBONA – PORTOGALLO Lisbona, una piacevole parentesi prima del volo su Rio de Janeiro, offertaci dalla compagnia aerea portoghese TAP per la coincidenza con il volo di domani. Così è iniziata la nostra vacanza di quest’anno in Brasile. Si, lo sapevamo, che ci saremo fermati qui per una notte, ma non ci è dispiaciuto affatto, anzi.

Partiamo in orario da Venezia il giorno di ferragosto avendo cura di non lasciarci dietro niente (vedi Namibia), e arriviamo a Lisbona solo nel primo pomeriggio anche a causa del forfait dell’addetto della Tap che ci lascia all’aeroporto. Il tempo comunque per un giro della città lo abbiamo e quindi, lasciati i bagagli all’Hotel Mundial nella zona centrale della Baixa, prendiamo il tram n.15 che ci porterà al Monastero di Los Jeronimos, un’imponente costruzione della quale abbiamo modo di visitare la grande chiesa.

Andiamo poi a vedere la famosissima torre di Belem e dopo averla per bene fotografata finiamo la giornata al monumento Padrao dos Descobrimentos.

Per cena ci fermiamo in un grazioso localino all’interno della massicciata del “Mirador”, da “Amigo Antonio”, per una cena a base di scampi e di seppie.

Domani ci aspetta il Brasil.

16 Agosto 2007 RIO DE JANEIRO Partiamo finalmente per il Brasile. Dieci ore di aereo dal Portogallo che, per la prima volta nei nostri viaggi faremo totalmente di giorno. Il volo sembra più lungo durante le ore diurne, grazie anche a qualche contrattempo all’aeroporto. Arriviamo così di pomeriggio inoltrato con il sole che oramai sta salutando i carioca mentre tornano a casa dal lavoro. Ma quanti ce ne sono? Il taxista dice che a Rio vivono otto milioni di persone e la prima impressione è proprio di una megalopoli con i relativi problemi di traffico, tanto che impieghiamo un’ ora per percorrere i 15 Km che separano l’aeroporto dall’hotel a Copacabana.

Essendo Rio dall’altra parte dell’emisfero, qui è inverno, ma non pensiamo al nostro inverno italiano.

Qui ci sono comunque 25 gradi e la gente veste con maglietta e pantaloncini.

L’Avenida Atlantica sulla quale si affaccia il California Othon Classic hotel è un pullulare di automobili, gente a passeggio o seduta a cena nei numerosissimi ristoranti o ancora di corsa lungo la pista ciclabile parallela alla famosissima spiaggia. Noi però siamo stanchissimi. Abbiamo giusto il tempo di prelevare qualche Real in una banca della zona (i bancomat all’aeroporto non funzionavano), di mangiare qualcosa e ci fiondiamo a letto.

17 Agosto 2007 RIO DE JANEIRO La città Carioca, come tante altre in Brasile, può essere pericolosa per tutti figuriamoci per i turisti come noi. Lo abbiamo letto su riviste e guide e ce lo hanno detto anche a voce di stare molto attenti a dove si va, preferendo le ore diurne per le nostre visite, magari senza fare sfoggio di preziosi, orologi, macchine fotografiche e qualsiasi cosa possa attirare l’attenzione.

Questo è il motivo per cui oggi abbiamo deciso di affidarci ad un tour operator per la visita alle più conosciute attrazioni della città. L’hotel ci ha suggerito una compagnia così la Signora Celia ci passa a prendere alle 8:45 per portarci attraverso il centro storico di Rio al “Pao de Azucar” un promontorio alto 300 mt raggiungibile con una funivia, dal quale si gode di una vista mozzafiato sulle spiagge di Copacabana e Ipanema. Ci fermiamo anche per una breve visita alla Cattedrale di San Sebastiano che oramai è mezzogiorno ed è previsto il pranzo a buffet in una churrascheria di Copacabana

  • 1395 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social