Cile e Bolivia: meraviglie ad alta quota

Da Santiago del Cile a Uyuni alla scoperta del deserto di Atacama e degli altopiani boliviani

  • di robi85
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Il deserto di Atacama e il Salar de Uyuni sono diventati le mie ossessioni da quando ho scoperto della loro esistenza sfogliando alcuni depliant sull'America Latina, e finalmente il sogno diventa realtà. Dopo qualche mese di pianificazione del viaggio, rigorosamente fai-da-me, siamo pronti a partire.

26 MARZO

Dopo un lunghissimo volo Bologna-Santiago del Cile, acquistato diversi mesi in anticipo a prezzo davvero conveniente, arriviamo nella capitale verso le 10:30; dopo aver lasciato i bagagli nell'ostello già prenotato da casa, siamo prontissimi per partire alla scoperta della città. Per prima cosa raggiungiamo Plaza des Armas e percorrendo le principali vie pedonali della città ci dirigiamo verso il mercado central, dove fanno bella mostra di sé un sacco di banchi di pesce, frutta e verdura... noi approfittiamo della situazione per gustarci le prime empanadas del viaggio!

Per smaltire il pranzo e per “sfuggire” dal caos della città (dopotutto parliamo di una metropoli con 6 milioni di abitanti) volevamo salire al cerro Santa Lucia, una delle colline della città, ma purtroppo l'accesso era vietato per tutta la giornata quindi ci siamo diretti per un breve giro al centro culturale Gabriela Mistral e poi siamo tornati in albergo per una meritata siesta.

Per cena il ragazzo dell'ostello ci ha suggerito un ristorante peruviano nelle vicinanze e devo dire che è stato davvero un ottimo consiglio: abbiamo mangiato polpo marinato al limone e risotto al nero di seppia, e abbiamo scoperto che il Cile non è poi così economico come pensavamo, almeno per quanto riguarda il cibo.

27 marzo

Giornata dedicata alla città di Valparaiso. Verso le 9 abbiamo preso un autobus dalla stazione di Santiago e in meno di 2 ore di viaggio abbiamo raggiunto Valparaiso, “valpo la linda” come la chiamano da queste parti. Mai soprannome fu più appropriato: la città è davvero molto carina, disposta su diversi colli e piena di murales che la rendono coloratissima e molto particolare. In particolare abbiamo passeggiato per il cerro Bellavista, il cerro Concepcion e il cerro Alegre. Anche se abbiamo sfruttato i tanti ascensori storici della città, si è rivelata comunque una bella sfacchinata su e giù per le salite e le numerose scale, ma ne valeva la pena senza dubbio! Purtroppo non siamo riusciti a goderci appieno la vista da paseo Gervasoni e paseo Yugoslavo, affacciati sull'oceano, in quanto proprio dall'oceano saliva una gran nebbia e non si vedeva nulla.

Anche oggi pranzo veloce a base di empanadas, che qui sono diverse rispetto a quelle argentine: più grandi e con un condimento tipico a base di olive, carne e uova sode.

Nel pomeriggio siamo tornati a Santiago, approfittando del viaggio in autobus per riposarci un po', e per cena siamo rimasti in ostello e abbiamo sfruttato la cucina messa a disposizione degli ospiti.

28 Marzo

Sveglia puntata prestissimo per raggiungere l'aeroporto, oggi si parte per il deserto di Atacama. Dopo un volo a dir poco disastroso, con vuoti d'aria impressionanti che hanno messo a dura prova il nostro stomaco, abbiamo raggiunto la cittadina di Calama, e da qui con un bus San Pedro de Atacama, la nostra base per i prossimi 5 giorni.

Giusto il tempo di dare un'occhiata all'ostello (piccolino, ma molto pulito e con una cucina a disposizione) e ci siamo subito diretti verso il centro di San Pedro per partire per la nostra prima escursione. Avendo poco tempo a disposizione ho preferito prenotare tutte le escursioni prima di partire, affidandomi ad un'agenzia locale: ci siamo trovati molto bene e le escursioni sono state tutte organizzate alla perfezione, ma prenotare non è assolutamente necessario, visto che San Pedro pullula di agenzie che organizzano ogni tipo di tour e attività, e veramente c'è l'imbarazzo della scelta

  • 5901 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social