Tour del belize: tra natura e archeologia

L’itinerario: CAYO SAN IGNACIO – SITO ARCHEOLOGICO DI XUNANTUNICH - MOUNTAIN PINE RIDGE - SITO ARCHEOLOGICO DI CARACOL - (FRIO) RIO ON POOLS - RAINFOREST MEDICINE TRAIL - BUTTERFLY FARM - ISOLA DI CAYE CAULKER: SHARK RAY VILLAGE, CORAL GARDEN, ...

  • di BEATRICE1973
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

L’itinerario: CAYO SAN IGNACIO – SITO ARCHEOLOGICO DI XUNANTUNICH - MOUNTAIN PINE RIDGE - SITO ARCHEOLOGICO DI CARACOL - (FRIO) RIO ON POOLS - RAINFOREST MEDICINE TRAIL - BUTTERFLY FARM - ISOLA DI CAYE CAULKER: SHARK RAY VILLAGE, CORAL GARDEN, HOL CHAN MARINE RISERVE, SHARK RAY ALLEY - SAN PEDRO (AMBERGRISE CAYE) - BELIZE CITY - COMMUNITY BABOON SANCTUARY - SITO ARCHEOLOGICO DI LAMANAI - CROOKED TREE WILDLIFE SANCTUARY - SITO ARCHEOLOGICO DI ALTUN HA

*********************************** N.B. IL VIAGGIO COMINCIA E TERMINA IN GUATEMALA.

Vedi diario “TOUR DEL GUATEMALA: TRA NATURA E ARCHEOLOGIA” alla pag. Http://www.Turistipercaso.It/viaggi/itinerari/testo.Asp?ID=14688 *********************************** 1° giorno in Belize, 14° giorno di viaggio (merc. 1 Agosto) CAYO SAN IGNACIO E SITO ARCHEOLOGICO DI XUNANTUNICH Il Belize è un paese piccolissimo e sorprendente.

Prima di scoprirne le sue bellezze, del Belize sapevo solo due cose: che qui era stato girato il film “Mosquito coast” (1986) di Peter Weir, quello con Harrison Ford e River Phoenix, e che Madonna aveva dedicato a un suo isolotto, Ambergrise Caye, la canzone “La isla bonita”. Poco conosciuto dal turismo di massa, il Belize, terra di pirati e bucanieri, è una delle zone meno abitate del Centro America: è grande quasi come la Lombardia, ma è abitato da soli 260.000 abitanti. Il resto è natura! La sua giungla fittissima nasconde meravigliosi siti Maya e numerosi parchi naturali (circa il 40% del territorio è riserva naturale) popolati da centinaia di specie animali; le sue coste sono lambite dal caldo Mar dei Carabi. Non mancano bei isolotti (i cayes) e fondali praticamente intatti. Per non parlare della sua fantastica barriera corallina, la seconda più grande del mondo, dopo quella australiana.

Partiamo, dunque, alla scoperta di questo paese, col desiderio di vedere i principali siti archeologici e la speranza di fare il bagno con squali, razze e i lamantini, miti mammiferi acquatici che Cristoforo Colombo scambiò per sirene! Il Belize è un paese tranquillo, ad eccezione di Belize City, dove la sera bisogna stare un po’ attenti. Prima di partire avevo letto di diverse aggressioni armate ai danni dei turisti che si recavano al sito di Caracol, ma, come abbiamo avuto modo di verificare, da quando si viene scortati dai rangers del parco il pericolo sembra scomparso. Per ulteriore sicurezza, prima di partire, al momento dell’acquisto dei voli aerei abbiamo stipulato una buona assicurazione sanitaria e abbiamo segnalato il nostro itinerario al Ministero degli Affari Esteri (www.Dovesiamonelmondo.It).

Entriamo in Belize partendo da Flores, in Guatemala.

Il trasferimento, con pulmino privato della San Juan Travel, costa (125QZ, circa 10 euro).

In frontiera sbrighiamo abbastanza velocemente le formalità di ingresso (coda per l’uscita dal Guatemala, coda per l’entrata in Belize). Dal confine ci sono 12 km per arrivare a San Ignacio. Il pulmino ci lascia lungo una delle strade principali della cittadina. Scendiamo solo noi! Troviamo una doppia con bagno nel caratteristico “Hi-Et Hotel” (40$B, pari a 20US$), una vecchia casa coloniale tutta di legno dipinto a sgargianti giallo-rosso. La casa è gestita da una simpatica famiglia e per entrare si passa dal loro salone. Un simpatico pappagallo verde ci dà il buongiorno (“Helloooooooo!”) e ride.

Anche se San Ignacio è ad un passo dal Guatemala e ospita una grande comunità di guatemaltechi rifugiatisi qui durante la guerra civile e mai rientrati, percepiamo comunque la diversità del Belize

  • 21086 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. lifestyle lovers
    , 18/9/2012 15:52
    Il Belize si è rivelata una piccola perla, consiglio di soggiornare a Caye Caulker
    Nello specifico mi sono innamorata di quest'isoletta
    http://lifestylelovers02.blogspot.it/2012/09/goffs-caye-paradiso-del-belize.html

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social