Weekend a Belgrado

In giro per la capitale serba, una città da un passato doloroso ma con un futuro pieno di buone speranze

  • di Pasqualino Serafino
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro

12 marzo

Ci resta solo una mattinata a Belgrado e la dividiamo in 2 tappe. Per prima cosa raggiungiamo a piedi il ponte Brankov da dove è possibile scattare bellissime foto della città e del lungo fiume. La seconda, il museo del 25 maggio, dedicato a Tito, Presidente di Jugoslavia dal 1953 al 1980. Si raggiunge da Studentski Trg in 15 minuti col bus 41. L'entrata costa 400 dinari (3 euro circa) e permette di visitare la villa regalata a Tito dalla città di Belgrado per il suo sessantasettesimo compleanno, una mostra permanente sulla storia jugoslava e gli avvenimenti che hanno portato alla sua dissoluzione, e la sua tomba (e quella più piccola della moglie) circondata dagli oggetti che sono stati regalati a Tito dalle delegazioni in visita negli anni. La simpatica guida dopo averci chiesto di che paese eravamo ci ha aiutati a trovare il presidente Pertini nella foto scattata al funerale di Tito, che è stato quello con a maggiore partecipazione di delegazione straniere della storia (superato in seguito solo da quello di Giovanni Paolo II). Abbiamo il tempo infine di fotografare dall'esterno il vicino stadio di una delle due squadre più famose della capitale, quello del Partizan Belgrado. Tornati in città con lo stesso bus 41, ritiriamo i bagagli e dopo un veloce pranzo al locale vicino all'albergo "Tazè" dove fanno anche la pizza, torniamo all'aeroporto Nikola Tesa di Belgrado, per ripartire con Alitalia alla volta di Roma.

Belgrado, città mista tra modernità e decadenza, tra un passato recente doloroso e un futuro pieno di buone speranze, ci ha davvero colpito per il suo fascino e la cordialità della sua gente, sempre disponibile, sorridente e pronta a una chiacchierata in inglese, lingua parlata ottimamente in città. Da aggiungere che ci siamo spostati a qualsiasi ora con tranquillità, mai riscontrato pericolo.

  • 3955 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social