Belgio inaspettato

Un tour fra Bruxelles, Bruges e Gand

  • di naty85
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

“Cosa ci vai a fare in Belgio?” “ Vado a meravigliarmi!” Sarebbe stata questa la risposta da dare a tutti quelli che me l’hanno chiesto. Ebbene si, il Belgio ci ha lasciati incantati dalle sue mille bellezze, dalle sue architetture, dalla sua compostezza, da cittadine ancora autentiche… quindi se siete indecisi se andare o meno il mio consiglio è PARTITE!

Partiamo il 2 gennaio dall’aeroporto di Roma Fiumicino, con un volo Ryanair pagato circa 90 euro e diretto a Brussels International Airport, facciamo i biglietti del treno che in 17 min ci porterà a Brussel Central (costo 8.5 euro a tratta) e in 5 min a piedi siamo al The Moon Hotel in Rue de la Montagne, ma in realtà siamo in Piazza de l’Espagne, una piazzetta che dista 3/4 min a piedi dalla Grand Place. Consiglio l’hotel per posizione, pulizia e prezzo, 60 euro a notte la doppia, unica nota negativa eravamo al 3° piano senza ascensore, poco male.

1° GIORNO

Lasciati i bagagli in albergo cominciamo la visita di Bruxelles dal suo cuore pulsante la Grande Place, dove sorgono stupendi edifici in stile gotico, come l’Hotel de Ville, la Maison du Roi, e i palazzi delle corporazioni, alcuni dei quali purtroppo in restauro. La piazza di avvolge e ti trasporta indietro nel tempo, ancora addobbata di luci e festoni ha un fascino particolare, malgrado il freddo e la pioggia di oggi, stare qui è uno spettacolo a cielo aperto. In questa piazza anticamente si teneva un mercato di generi alimentari ed è interessante che le strade abbiano proprio nomi degli alimenti venduti, infatti attraversiamo la piazza e siamo in Petite Rue au Beurre dove entriamo nella piccola chiesa di S. Nicola, molto carina esternamente, è stata costruita nel 1125 ed è una delle prime 4 chiese della città. Facciamo un giro tra i mercatini di Natale attorno alla Grande Place decidiamo di mangiare presso uno stand in Boulevard Anspach, spendiamo 8.5 euro per un hot dog e un hamburger, poi ci fiondiamo da Fritland in Rue Henri Maus per mangiare il primo tipico cono di patatine belga, davvero buonissime (3.2 euro). Continuiamo la nostra passeggiata e mentre scoviamo dei fumetti stupendi come quello di Tin Tin, ci ritroviamo davanti al Mannekinpis, nulla di eccezionale lo so, ma si sposa bene con l’aria giocosa e ironica della città!

Decidiamo di cominciare il giro delle 3 chiese più importanti di Bruxelles, attraversando tutta la città a piedi, per un itinerario che si rivelerà oltre che fattibile anche piacevole. Partiamo da quella più distante Notre Dame de la Chapelle (ingresso libero), in stile romanico è la chiesa della comunità polacca della città, poi percorriamo il silenzioso quartiere popolare di Marolles e facciamo un salto, anzi un giro in ascensore, fino al Palazzo di Giustizia (ingresso libero), ha le fattezze di un tempio greco, è una costruzione alta e possente, ma non è tenuto molto bene, anzi noi abbiamo trovato scritte ovunque e lattine in giro, sembra essere il classico luogo meta di studenti che saltano la lezione.

Proseguiamo fino a Notre Dame du Sablon (ingresso libero) le cui volte a crociera ricordano la vicina Notre Dame de la Chapelle. Continuiamo fino a Place Royale, dove si trovano diversi musei, che rimandiamo però alla prossima volta, e ammiriamo dall’esterno il Palais Royale, aperto solo in estate. Arriviamo finalmente alla Cattedrale di S.Micheal e S.Gudule (ingresso libero), ed è incredibile la somiglianza con Notre Dame de Paris, all’interno diverse foto di matrimoni reali e incoronazioni che qui hanno avuto luogo

  • 18401 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social