Capodanno a Bruxelles e dintorni

29 dicembre. Puntuali come orologi svizzeri, arriviamo in aeroporto alle 4.00 a.m.. Check in, attesa, imbarco e decollo alle 6.30 con un AVRO RJ85 della Brussels airlines. Non ho dormito un granché a casa di Valentino e devo ammettere che ...

  • di aldoroccu1977
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

29 dicembre.

Puntuali come orologi svizzeri, arriviamo in aeroporto alle 4.00 a.M..

Check in, attesa, imbarco e decollo alle 6.30 con un AVRO RJ85 della Brussels airlines.

Non ho dormito un granché a casa di Valentino e devo ammettere che tra il decollo e l’arrivo in quota, merito anche delle luci basse, mi sono appisolato. Chiara mi ha svegliato perché voleva sedersi nel posto libero accanto al mio ed ora il sonno se ne è completamente andato, così per passare un po’ di tempo scrivo qualche riga.

Escluso i piloti e gli stewart, sono poche le persone che non dormono, tra i quali Rudy e Valentino.

Solitamente arrivato a questo punto del viaggio, cerco di immaginare cosa aspettarmi dalla città che visito, ma questa volta voglio cambiare tecnica. Farò il punto dei buoni propositi che mi prefisso.

In primo luogo, tenendo conto del fatto che sono in vacanza, non correrò per la fotta di vedere tutto, ma cercherò di tenere ritmi abbastanza blandi, mi prenderò i miei tempi, ma senza farlo troppo pesare ai miei compagni di viaggio. Cercherò di armarmi di pazienza e lascerò correre anche sulle cose (a mio avviso) futili e noiose che faremo in questi sette giorni, e soprattutto cercherò di strippare il meno possibile. Io prometto di mettercela tutta, ma la realtà la scopriremo tra un paio d’ore...

Una volta atterrati e ritirati i bagagli, decidiamo di fare colazione e ci fermiamo nel bar dell’aeroporto. Mentre tutti prendono la classica pasta e cappuccino, io sono tentato da un tramezzino e visto che il latte non ci si abbina un granché prendo una Leffe scura ed apro le ostilità! L’albergo si presenta benissimo e sebbene non possiamo entrare in stanza prima delle 14, ne siamo entusiasti.

Lasciamo in una saletta dell’hotel le valigie e ci tuffiamo nella città, senza meta ne obiettivi particolari, solamente per il gusto di orientarci un po’ e prendere confidenza con il territorio.

Ci bastano veramente pochi passi per arrivare alla famosissima Grand Place e rimanerne estasiati. La piazza un tempo cuore economico e politico della città, è un esplosione di forme barocche che tolgono il fiato a tutti coloro che l’ammirano la prima volta. Continuando la nostra passeggiata passiamo davanti al fanciullo più famoso del Belgio: il Manneken Pis. Questa statuetta di appena 30 cm, raffigura un fanciullo mentre fa pipì. Qualcuno dice che rappresenti lo spirito ribelle della città, ed altri che rifletta le usanze dei suoi abitanti attuali, diciamo che la mia idea concorda più con la seconda opinione, visto che in questa breve passeggiata siamo stati assaliti più volte dallo sgradevole odore di urina. Grazie alla guida scopriamo che il Manneke ha anche una sorellina (Jeanneke) ed un cane (Zinneke) meno famosi e decidiamo di andarli a vedere anche se sono dislocati in altre due zone della città. Chiara mi spiegava che dal 1969, quando il rappresentante di uno stato fa visita a Bruxelles, è usanza che porti un vestito tipico al bambino irriverente. A conti fatti sarà anche un bambino, ma deve avere un guardaroba di tutto rispetto! Divoriamo un panino e torniamo in albergo. Relax in stanza d’albergo dalle 17 alle 20 e poi cena fuori.

Dopo cena facciamo sosta alla Grand Place per ammirare uno spettacolo di luci e musica. La piazza sembra sprigionare musica dalle mura dei suoi palazzi e la coreografia luminosa che cambia a ritmo di musica ne esalta ancora più la bellezza.

Come prima giornata direi che è andata davvero alla grande.

30 dicembre.

Seguendo un itinerario consigliato dalla guida, facciamo il giro dei murales disegnati dai più famosi disegnatori di fumetti belga

  • 5371 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social