Il Belgio, una favola per due

Ciao a tutti, volevo condividere con voi la mia esperienza di un Capodanno a Bruxelles! Siamo partiti da Milano Malpensa con un volo prenotato sul sito Alitalia circa 200 euro a testa a/r, si può volare anche con Ryanair, ma ...

  • di Leonora
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro

Per festeggiare poco prima di mezzanotte andiamo vicino alla Grand Place a vedere i fuochi d’artificio!Abbiamo deciso di prendere la metropolitana per arrivarci, ma è un esperienza che non ripeteremo volentieri. La metro di Bruxelles ha vagoni vecchi ed è abbastanza sporca, certo è molto efficiente, ma a noi non è piaciuta, poi trovandoci praticamente in centro non ne abbiamo avuto bisogno! Comunque i fuochi sono stati davvero belli e le tante persone delle diverse nazionalità, presenti in piazza, ci hanno portato a festeggiare il Capodanno immersi in un tripudio di dialetti diversi dal nostro, abbiamo fatto gli auguri a Spagnoli, Inglesi Tedeschi, Francesi, Arabi, Italiani, insomma noi come Bruxelles, ci siamo sentiti proprio al centro dell’Europa! Purtroppo il tempo non è propizio, ci fa giusto stappare la bottiglia e godere i fuochi e poi ci inonda con un bell’ acquazzone! 1 gennaio 07 La mattina ci concediamo un riposino prolungato, usciamo per pranzo e poi andiamo alla stazione, Bruxelles Nord, decidiamo di prendere un treno per Mechelen un piccolo paesino davvero incantevole a 20 km da Bruxelles, dove svetta l’incantevole torre di San Romualdo, una vista vale davvero la pena farla e poi per arrivare alla piazza principale, che è un piccolo gioiellino, si percorre una caratteristica via piena zeppa di negozi.

Tornati a Bruxelles riflettiamo sul fatto che la nostra ferrovia in confronto a quella belga è quasi una perla. I treni sono sporchi e i ferrovieri che stanno in biglietteria sono davvero antipatici, senza contare che gli orari di ritorno del treno possono esser visti solo nella stazione da cui parte il treno stesso,(es nel tragitto a/r Bruxelles Mechelen gli orari di ritorno a Bruxelles possono essere visti solo dalla stazione di Mechelen!) o almeno noi non siamo riusciti a far altro! Tornati a Bruxelles ceniamo e torniamo in albergo per prepararci alla partenza di domani, alla volta di Bruges dove pernotteremo una notte! 2 gennaio 07 Arrivati a Bruges con un comodo treno da Bruxelles, ci fermiamo subito a veder la mostra di statue di ghiaccio, organizzata in un capannone vicino alla stazione. Davvero bellissima, delle statue enormi e bellissime, rappresentanti i personaggi del film l’era glaciale, e i maggiori monumenti quali ad esempio la torre Eiffel, il Big Beng! Peccato che all’interno del capannone c’erano almeno20 gradi sotto zero! Usciti dal capannone, prendiamo un comodissimo pulman che ci porta proprio nel centro del Paese.

Bruges è incantevole sembra un paesino d’altri tempi. Ed il nostro albergo, il Martin’s brugge è centralissimo, lo consigliamo, sempre prenotato tramite booking.

Visitiamo il centro, scattiamo innumerevoli fotografie e ci lasciamo avvolgere dall’atmosfera da sogno, che caratterizza tutta Brugge, è possibile fare anche un giro del Paese sulle carrozze il costo è di 30 euro! Noi preferiamo camminare a piedi, ci concediamo una passeggiata lungo i suoi canali, visitando le splendide chiese che incontriamo per strada e gustiamo una buona cioccolata calda in un localino, affacciato proprio sul canale! La sera le luci della piazza c’incantano e gustiamo una famosissima birra belga in un localino davvero caratteristico! 3 gennaio 07 La mattina visitiamo la chiesa del Santo sangue a Bruges, dove abbiamo l’occasione di toccare la fiala di sangue attribuito a Cristo, una reliquia, davvero una sensazione incredibile per i cristiani.

Nel primo pomeriggio prendiamo un treno per Gent, usciti dalla stazione prendiamo il tram numero 1 che ci porta direttamente in centro, lungo una via stracolma di negozi, che essendo in periodo di saldi, erano a dir poco stracolmi di persone, tutte pazze per lo shopping! Visitiamo il centro e la cattedrale di San Bavo, che ospita l’enorme polittico, capolavoro dei fratelli Hubrecht e Jan van Eyck, (si paga tre euro per vederlo), l’Adorazione dell’Agnello, uno dei più grandi tesori del Nord Europa!A dir la verità, a parte questo Gent non ci colpisce particolarmente! Verso sera prendiamo un treno e torniamo a Bruxelles nello stesso albergo che avevamo lasciato

  • 1922 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social